Analisi meteo medio-termine: da domenica nuovamente freddo e maltempo!

Da domenica una nuova massa di aria fredda, di origine artica, tenderà ad irrompere sull’Europa settentrionale, centrale e anche sulla nostra Penisola. Le temperature, dopo il temporaneo aumento di questi giorni, tenderanno nuovamente a calare nettamente, riportandosi su valori largamente al di sotto della media tipica del periodo. Maltempo con piogge e rovesci anche forti domenica e lunedì, soprattutto al nord-est e regioni centro-meridionali. Ritornerà la neve sull’Appennino centrale oltre i 1400 mt!

L’intenso “Final Warming” in Stratosfera, avvenuto a fine Aprile, con marcata inversione dei venti zonali alle alte latitudini, ha reso il Vortice Polare davvero molto debole anche in Troposfera, come abbiamo largamente spiegato nell’analisi strato-tropo della scorsa settimana (qui).

L’irruzione fredda di origine artica dei giorni scorsi, che ha riportato insoliti scenari invernali con neve a quote basse su buona parte dell’Europa centro-settentrionale e localmente anche sull’Italia, non sarà la sola conseguenza relativa all’attuale stato di forma del Vortice Polare, ma ci saranno altre “fredde ricadute”. Fin verso la metà del mese, difatti, l’indice AO (Arctic Oscillation)si manterrà su valori negativi, indicanti un Vortice Polare troposferico ancora debole e destrutturato:

Andamento dell’Indice AO (Arctic Oscillation). Fonte: NOAA

Nello specifico, a partire dalla giornata di sabato, avremo l’affermazione di un campo di alta pressione di origine sub-tropicale tra Atlantico ed Europa occidentale che tenderà poi a risalire fin verso le più alte latitudini britanniche per piegare poi successivamente verso nord-est sulla Penisola Scandinava. Avremo quindi flussi di calore in risalita, collegati  a tale anticiclone, che andranno a provocare debolezza nel Vortice Polare con tendenza ad allungamento dello stesso verso sud. Difatti si assisterà alla discesa di una nuova massa d’aria fredda di origine artica che scorrerà lungo il bordo orientale del suddetto anticiclone andando a coinvolgere l’Europa settentrionale, centrale ed finendo per irrompere, dalla giornata di domenica in poi, anche sull’Italia:

Configurazione barica, su scala emisferica, prevista per le ore centrali di domenica 12 maggio. ECMWF – Meteociel –
Distribuzione termica a 850hpa (1450 mt), su scala europea, prevista per le primissime ore di lunedì 13 Maggio. ECMWF – Meteociel

Notiamo sull’Europa settentrionale e parte di quella centrale isoterme a 850hpa (1450 mt) invernali e quindi abbastanza anomale per essere a metà maggio: fin verso i -8°C sulla Penisola Scandinava, -5/-6°C sulla Germania settentrionale, fino a -2/-3°C su Francia centro-orientale, Svizzera, Polonia, Austria, Repubblica Ceca. Su tali aree europee si assisterà nuovamente a nevicate localmente fino a quote basse.

E sull’Italia? Andiamo ad osservare, attraverso questa cartina, quale sarà il momento più freddo di questa nuova irruzione ormai prossima:

Distribuzione termica a 850hpa (1450 mt) sull’Italia, relativa alle primissime ore di martedì 14 Maggio. ECMWF – Meteociel –

Notiamo, per la notte tra lunedì 13 e martedì 14, isoterme ovunque non superiori ai 6°C sull’Italia: l’area più fredda sarà il nord-est e medio Adriatico con isoterme a 850hpa fino a -2/-3°C su Trentino ed alto Veneto e fino ad una +1°C sul medio Adriatico. Un po’ su tutta la nostra Penisola avremo temperature al di sotto della media tipica del periodo anche di 6/7°C tra domenica sera e giovedì 16 maggio, arco temporale in cui durerà questa nuova irruzione fredda, seguita probabilmente da un netto aumento delle temperature per l’ultima decade di Maggio.

Ci sarà anche maltempo associato?

La risposta è affermativa: soprattutto nelle giornate di domenica 12 e lunedì 13 avremo maltempo diffuso al nord-est e centro-sud con piogge e rovesci localmente anche temporaleschi e di moderata-forte intensità soprattutto sulle regioni del medio-adriatico, Campania, Puglia garganica. Più stabile e soleggiato, invece, al nord-ovest. Tornerà la neve sulle Alpi orientali oltre i 1000 mt e lunedì sull’Appennino centrale oltre i 1400/1500 mt:

Distribuzione ed intensità delle precipitazioni nella mattina di domenica 12 maggio: ICON – Meteociel –

Distribuzione ed intensità delle precipitazioni nel pomeriggio di lunedì 13 maggio: ICON – Meteociel –
Articolo di Alberto Fucci del 09 Maggio 2019 alle ore 20:22

Altri articoli di approfondimento

Temperature superficiali dei mari italiani elevate: fino a +28° lo Ionio meridionale!

I polmoni della Terra stanno bruciando, il disastro in Amazzonia si vede dallo spazio

Meteo weekend: caldo moderato, ma maggiore instabilità con rovesci temporaleschi in agguato!

La Terra potrebbe avere fino a 10 miliardi di pianeti simili

Verso il “picco” dell’ondata di caldo, ma da giovedì temporali in aumento!

Dopo giugno, anche luglio 2019 è il più caldo dall’inizio delle misurazioni

Un’onda gravitazionale ha attraversato la Terra. A generarla una catastrofe cosmica

Il leone non è più forte come una volta. E la colpa è dell’uomo.

Weekend infuocato con sole e temperature in aumento: settimana prossima e Ferragosto in bilico!

Vacanze plastic-free: 7 modi per ridurre la plastica in viaggio

Flash News

» Satelliti Meteo
» Mappe Meteo
» Radar Meteo
» Fulmini
» Terremoti

Scarica le App Meteo In Diretta

Le città più calde e più fredde in Italia

Oggi Domenica 25 Agosto
Le più Calde
Località T°C
Foggia 33°
Matera 33°
Grosseto 32°
Benevento 32°
Caserta 32°
Roma 32°
Catanzaro 31°
Cremona 31°
Ferrara 31°
Asti 31°
Le più Fredde
Località T°C
L'aquila 25°
Ancona 26°
Sondrio 26°
Cagliari 26°
Belluno 26°
Biella 26°
Potenza 26°
Campobasso 26°
Pescara 26°
Vibo Valentia 26°
Domani Lunedi 26 Agosto
Le più Calde
Località T°C
Foggia 34°
Grosseto 33°
Benevento 33°
Matera 33°
Ferrara 33°
Cremona 33°
Asti 32°
Bologna 32°
Caserta 32°
Modena 32°
Le più Fredde
Località T°C
L'aquila 26°
Vibo Valentia 26°
Ancona 26°
Cagliari 26°
Sondrio 27°
Savona 27°
Aosta 27°
Belluno 27°
Messina 27°
Biella 27°