Perturbazione fino a metà settimana, poi rimonta l’anticiclone e porta con se bel tempo e mitezza!

Una profonda saccatura atlantica scaturita dall’arrivo sull’Europa centrale di correnti più fresche sta determinando un intenso peggioramento del tempo sulla nostra Penisola ad iniziare dalle regioni settentrionali. L’evoluzione del maltempo annesso alla saccatura durerà 48 ore con strascichi fino a mercoledì 28, ma i fenomeni non saranno distribuiti uniformemente sull’Italia. Alcune zone vedranno accumuli abbondanti con il rischio di nubifragi e locali disagi, altre resteranno quasi all’asciutto. La perturbazione interesserà dapprima le regioni settentrionali con piogge e temporali e poi si estenderà anche al Centro-Sud.

INIZIO SETTIMANA RICCO DI MALTEMPO: PRIMA AL NORD POI AL SUD

Oggi Lunedì 26 le precipitazioni più intense riguarderanno in particolare il Nord Ovest e i settori alpini con accumuli anche abbondanti, fino a 80-100mm a ridosso delle prealpi. Il maltempo successivamente si porterà in giornata su quelle centrali e sulla Sardegna colpendo in particolare le zone tirreniche con rovesci e temporali anche intensi. In attesa il Sud e buona parte del medio e basso versante adriatico con tendenza a successivo peggioramento da Campania e ovest Sicilia.

Martedì 27il maltempo agirà prevalentemente al Sud con piogge e temporali mentre una residua instabilità si avrà ancora al Centro-Nord specie su Nord Est, Lombardia, Emilia, Toscana, Appennino e Ovest Sardegna.

Da mercoledì 28 graduale affermazione dell’anticiclone. Gli ultimi accumuli più importanti si avranno sul versante ionico della Calabria con punte di 20-30mm. Fenomeni localmente abbondanti possibili ancora sulla Puglia a inizio giornata. Altrove assenti.

TEMPERATURE IN LIEVE CALO FINO A META’ SETTIMANA A CAUSA DELLA PERTURBAZIONE

In giornata il richiamo dei venti meridionali comporterà un temporaneo aumento termico sulle regioni adriatiche e meridionali con valori leggermente superiori alle medie. Altrove restiamo in linea con il periodo. Domani, martedì 27, il transito della perturbazione atlantica favorirà una generale diminuzione delle temperature e i valori si riportano in linea con il periodo. Arriveremo poi al mercoledì con ben poche variazioni rispetto al martedì eccetto qualche locale e lieve aumento. I valori saranno ancora in linea con il periodo.

UN OCCHIO ALLE SECONDA PARTE DELLA SETTIMANA FINO AL WEEKEND DI OGNISSANTI

Le condizioni meteorologiche sullo Stivale volgeranno così verso un miglioramento, che andrà consolidandosi dalla seconda parte della settimana, quando la stabilità atmosferica coinvolgerà gran parte d’Italia. Ciò potrebbe favorire una fase dal tempo stabile su tutta Italia durante il weekend, con il supporto tra l’altro di correnti molto miti in innalzamento dal Nord Africa che favorirebbero un aumento delle temperature, soprattutto in montagna e sulle regioni meridionali.

Articolo di Gerardo Giordano del 26 Ottobre 2020 alle ore 12:00

Altri articoli di approfondimento e non solo...

Flash News

» Satelliti Meteo
» Mappe Meteo
» Radar Meteo
» Fulmini
» Terremoti

Scarica le App Meteo In Diretta

Le città più calde e più fredde in Italia

Oggi Giovedi 29 Ottobre
Le più Calde
Località T°C
Siracusa 22°
Agrigento 22°
Catania 21°
Taranto 21°
Cagliari 21°
Ragusa 21°
Catanzaro 20°
Crotone 20°
Palermo 20°
Oristano 20°
Le più Fredde
Località T°C
Aosta 11°
L'aquila 14°
Sondrio 14°
Biella 14°
Perugia 15°
Rieti 15°
Varese 15°
Enna 16°
Belluno 16°
Potenza 16°
Domani Venerdi 30 Ottobre
Le più Calde
Località T°C
Grosseto 22°
Agrigento 22°
Latina 22°
Salerno 21°
Napoli 21°
Caserta 21°
Siracusa 21°
Frosinone 21°
Roma 21°
Catania 21°
Le più Fredde
Località T°C
Potenza 14°
Belluno 15°
L'aquila 15°
Campobasso 15°
Biella 16°
Gorizia 16°
Cuneo 16°
Udine 16°
Varese 17°
Isernia 17°