Italia presa di mira da correnti fresche ed instabili in settimana: il gran caldo è lontano!

Inizio settimana ancora combattuto sull’Italia, dove l’alta pressione cercherà di riconquistare lo spazio perduto nel corso del weekend favorendo la stabilità atmosferica. Sui Balcani però rimarrà attiva un’area depressionaria che di tanto in tanto potrà insidiare il tempo su alcune delle nostre regioni nel corso della settimana, con temperature in locale diminuzione.

L’alta pressione intanto avrà i suoi massimi a ovest, verso la Gran Bretagna, quindi dovremo aspettarci gli effetti più evidenti sulle Alpi, le regioni Adriatiche e il Sud peninsulare. Tuttavia in una prima fase, almeno fino a metà settimana queste infiltrazioni non saranno molto attive limitandosi a portare nuvolosità irregolare e fenomeni piuttosto sporadici. Soltanto a partire da giovedì-venerdì i fronti associati a questa saccatura potrebbero riuscire ad avere effetti più importanti sull’Italia portando un’instabilità temporalesca più diffusa ed un calo termico più significativo.

INIZIO SETTIMANA TRA ANTICICLONE E INSIDIE DA EST: RESISTE IL BEL TEMPO MA NON IL CALDO

Oggi, lunedì 25, con il rinforzo dell’alta pressione il tempo sull’Italia risulterà stabile e in prevalenza soleggiato. Le temperature guadagneranno qualche grado al Centro-Nord mentre ne perderanno alcuni al Sud, pur in un contesto climatico del tutto gradevole.

METEO MARTEDÌ 26 Sarà sempre l’alta pressione ad avere la meglio sull’Italia con prevalenza di tempo stabile. Tuttavia lievi infiltrazioni di correnti balcaniche provocheranno alcuni addensamenti pomeridiani su Alpi, Prealpi, Appennino e zone interne delle isole maggiori, con possibilità di qualche isolato fenomeno relegato prevalentemente alle zone dolomitiche.

TENDENZA META’ SETTIMANA: ARIA PIU’ FRESCA ED INSTABILE RAGGIUNGERÀ’ L’ITALIA

Nella notte di mercoledì potrebbero intensificarsi le correnti fresche balcaniche, con la formazione di un’onda depressionaria in quota sulle nostre regioni meridionali e maggior probabilità di instabilità lungo la dorsale appenninica centro-meridionale.
Una simile configurazione potrebbe consolidarsi anche nella seconda parte della settimana, con la permanenza di una saccatura di bassa pressione sui Balcani e conseguenti infiltrazioni instabili soprattutto sulle nostre regioni adriatiche e meridionali.

Articolo di Gerardo Giordano del 25 Maggio 2020 alle ore 12:47

Altri articoli di approfondimento e non solo...

Flash News

» Satelliti Meteo
» Mappe Meteo
» Radar Meteo
» Fulmini
» Terremoti

Scarica le App Meteo In Diretta

Le città più calde e più fredde in Italia

Oggi Venerdi 29 Maggio
Le più Calde
Località T°C
Oristano 24°
Siracusa 24°
Caserta 24°
Foggia 24°
Sassari 24°
Benevento 23°
Latina 23°
Nuoro 23°
Pordenone 22°
Palermo 22°
Le più Fredde
Località T°C
L'aquila 15°
Arezzo 16°
Perugia 16°
Cuneo 17°
Fermo 17°
Teramo 17°
Macerata 17°
Siena 17°
Ancona 17°
Rimini 17°
Domani Sabato 30 Maggio
Le più Calde
Località T°C
Oristano 24°
Vercelli 24°
Alessandria 24°
Asti 24°
Novara 23°
Pavia 23°
Piacenza 23°
Palermo 23°
Lodi 23°
Milano 23°
Le più Fredde
Località T°C
Campobasso 15°
Potenza 15°
L'aquila 16°
Belluno 17°
Isernia 17°
Chieti 17°
Enna 18°
Pescara 18°
Teramo 18°
Fermo 18°