Gli incendi in California minacciano le antiche sequoie giganti

Tempo di lettura: 2 minuti.

A rischio l’albero più grande del mondo, mentre le fiamme bruciano nei boschi di sequoie millenarie.

Gli incendi che da giorni bruciano in California hanno colpito almeno quattro boschi di gigantesche sequoie antiche, dove si trovano gli arbusti più grandi del mondo. Le fiamme hanno raggiunto alberi alti fino a 61 metri, la cui età arriva anche a 2.000 anni, minacciando l’Oriole Lake Grove nel Sequoia National Park, Peyrone North and South groves nel Sequoia National Forest e persino il Long Meadow Grove, proclamato monumento nazionale 20 anni fa.

Attualmente non è ancora possibile ottenere una stima dei danni arrecati ai boschi, che si trovano in aree remote e difficili da raggiungere. La famosa Foresta Gigante, che comprende circa 2.000 enormi sequoie su un alto piano in cima alle montagne del parco nazionale, è lontana solo 1,5 km dalle fiamme.

I vigili del fuoco hanno posizionato uno speciale involucro di alluminio per proteggere il General Sherman Tree, l’albero più grande al mondo per volume (1.487 metri cubi), così come per altre sequoie ed edifici. Il materiale è già stato utilizzato nei parchi nazionali e nelle foreste della regione in passato e può resistere al calore intenso per brevi periodi.

Nelle ultime ore le condizioni meteo sembrano essere cambiate in modo favorevole, semplificando le operazioni di spegnimento degli incendi, ma il rischio per questi boschi millenari è ancora alto. Attualmente più di 400 vigili del fuoco sono sul campo, ma sono state richieste ancora più risorse per gestire la minaccia.

A sud, il Windy Fire è cresciuto fino a 28 km quadrati, colpendo la riserva indiana del fiume Tule e il Giant Sequoia National Monument, dove ha già bruciato un boschetto di sequoie e ne minaccia altre. Il lago Tahoe, arroccato sulle montagne al confine tra California e Nevada, è stato esposto a lungo alla minaccia del Caldor Fire, fin quando i vigili del fuoco non sono riusciti a contenere la sua avanzata violenta fino al 71%.

Una storica siccità legata al cambiamento climatico sta rendendo gli incendi in questa regione sempre più intensi e difficili da gestire. Secondo gli scienziati, negli ultimi 30 anni l’ovest degli Stati Uniti è diventato molto più caldo e secco, con il rischio di incendi sempre più elevato. La tendenza è in crescita e le previsioni suggeriscono che questi fenomeni continueranno ad intensificarsi a causa dell’aumento globale delle temperature.  

Articolo di Erika del 19 Settembre 2021 alle ore 11:31

Altri articoli di approfondimento e non solo...

Flash News

» Satelliti Meteo
» Mappe Meteo
» Radar Meteo
» Fulmini
» Terremoti

Scarica le App Meteo In Diretta

Le città più calde e più fredde in Italia

Oggi Lunedi 18 Ottobre
Le più Calde
Località T°C
Grosseto 22°
Caserta 22°
Roma 22°
Oristano 22°
Siracusa 21°
Benevento 21°
Latina 21°
Frosinone 21°
Asti 21°
Terni 21°
Le più Fredde
Località T°C
Potenza 15°
Campobasso 16°
Ancona 16°
Chieti 16°
Belluno 16°
L'aquila 17°
Fermo 17°
Varese 17°
Pescara 17°
Teramo 17°
Domani Martedi 19 Ottobre
Le più Calde
Località T°C
Grosseto 23°
Bologna 22°
Roma 22°
Modena 22°
Caserta 22°
Ferrara 22°
Taranto 22°
Sassari 22°
Aosta 22°
Benevento 22°
Le più Fredde
Località T°C
Belluno 16°
Ancona 17°
Biella 17°
Varese 17°
Potenza 17°
Pescara 17°
Campobasso 17°
Chieti 17°
Savona 18°
Como 18°