Piccola tregua ad inizio settimana: sole e tanto freddo prima del nuovo maltempo!

Dopo un fine settimana di “fuoco” con la prima incursione russa di questo inverno 2021, in queste ora sta rimontando pian piano l’alta pressione. Intanto gli ultimi residui instabili hanno ultimi effetti sulle regioni meridionali, dopo aver scaricato anche qualche nevicata a bassa quota nella notte fin sul medio versante adriatico. L’aria fredda che spinge il fronte ha permesso alla neve di cadere fino a quote pianeggiati in Abruzzo, e ultimi fenomeni tra Salento, Calabria e Sicilia, con neve già a partire da quote collinari che imbianca le Murge fin verso i 300m di quota. Sul resto d’Italia invece il tempo si è stabilizzato, ma le temperature sono molto basse e diverse località fanno registrare valori minimi ampiamente sotto zero al Centro-Nord, con punte di -6°C a Verona e alla Malpensa. Il campo di alta pressione sta cercando di espandersi dall’Europa sud-occidentale verso il Mediterraneo centrale, ma dai Balcani non si arresta l’afflusso di aria fredda.

METEO LUNEDÌ 18 Permarrà una certa instabilità al Sud con qualche rovescio su Puglia, Basilicata e Sicilia orientale, in attenuazione col passare delle ore fino ad esaurimento in serata ma con permanenza dei nuvolosità irregolare fino a fine giornata. Alcune deboli nevicate sulla dorsale appenninica meridionale dai 300/500m. Tempo stabile e in prevalenza soleggiato sul resto d’Italia salvo residua nuvolosità irregolare sul versante adriatico, in dissolvimento entro sera. Addensamenti residui anche sui confini alpini orientali, in diradamento. Tendenza ad aumento della nuvolosità tra pomeriggio e sera sulla Sardegna occidentale. Temperature in calo al Sud.

Avrà però vita breve questa situazione di stabilità, poiché dall’Atlantico è pronta una dinamica circolazione depressionaria che ben presto scalzerà il temporaneo promontorio anticiclonico. Nel frattempo andrà esaurendosi l’afflusso di aria gelida balcanica che sta segnando l’avvio della settimana, anche se rimarrà in eredità aria fredda nei bassi strati responsabile di minime ancora molto basse laddove prevarranno le schiarite notturne, con valori anche sotto zero sulla Pianura Padana. Contemporaneamente si assisterà alla disposizione delle correnti dai quadranti sud-occidentali intorno all’Italia, responsabili di un aumento della nuvolosità martedì pomeriggio sulle regioni tirreniche e mercoledì anche al Nord, per il graduale avvicinamento del flusso perturbato atlantico, anche con le prime locali piogge.

METEO MARTEDÌ 19 Nubi in aumento da metà giornata su Liguria, Piemonte, Sardegna e regioni tirreniche con qualche debole pioggia su Genovese, Spezzino, alta Toscana con sparuti fiocchi di neve dai 1000m sull’Appennino Settentrionale. In serata locali piovaschi anche tra basso Lazio e Campania. La sera nubi in aumento anche su Lombardia, Emilia e basso Veneto. Sul resto d’Italia permarranno condizioni di stabilità con prevalenza di bel tempo e cieli sereni o poco nuvolosi. Temperature in ripresa e venti in rinforzo da sudovest.

METEO MERCOLEDÌ 20 Nuvoloso al Nord e su gran parte delle regioni tirreniche con piogge sparse, un po’ più frequenti solo su Levante ligure ed ovest Emilia. Qualche fiocco di neve sull’Appennino Toscano oltre i 1200m. In serata arriva qualche nevicata anche sull’arco alpino tra Piemonte e Lombardia già dai 300/600m di quota, mentre sulla pianura piemontese non esclusi alcuni fiocchi misti a pioggia, seppur di intensità molto debole. Permarranno condizioni più soleggiate sulle regioni adriatiche, al Sud e in Sardegna. Temperature in ulteriore lieve aumento e venti in ulteriore rinforzo da sud-sudovest.

DA META’ SETTIMANA NUOVA PERTURBAZIONE IN AVVICINAMENTO

Dopo un brevissimo intermezzo anticiclonico, il tempo sull’Italia subirà un nuovo drastico cambiamento, ma questa volta a causa di una intensa perturbazione atlantica collegata ad un profondo vortice freddo sul mare del Nord. Il guasto seguirà ad una giornata di mercoledì già caratterizzata da molte nubi sulle tirreniche e colpirà nell’arco della giornata di giovedì a iniziare dalle regioni settentrionali e centrali.

UNO SGUARDO FINO AL WEEKEND – Il fronte si anticiperà con un intenso richiamo di correnti di libeccio che spazzeranno definitivamente via il freddo dalle regioni centro meridionali favorendo un repentino innalzamento degli zeri termici. Al Nord invece un po’ di cuscinetto freddo resisterà e per questo motivo, almeno in una prima fase si potranno registrare nevicate fino a bassa quota. Al seguito di questo primo fronte continueranno ad arrivare altri impulsi instabili con caratteristiche più fredde che manterranno una spiccata instabilità, anche perturbata sulle regioni occidentali almeno fino alla giornata di sabato portando nuove nevicate anche in Appennino.

Articolo di Gerardo Giordano del 18 Gennaio 2021 alle ore 12:07

Altri articoli di approfondimento e non solo...

Flash News

» Satelliti Meteo
» Mappe Meteo
» Radar Meteo
» Fulmini
» Terremoti

Scarica le App Meteo In Diretta

Le città più calde e più fredde in Italia

Oggi Martedi 02 Marzo
Le più Calde
Località T°C
Potenza 10°
Oristano 19°
Sassari 18°
Imperia 18°
Firenze 18°
Lucca 17°
Caserta 17°
Pisa 17°
Pistoia 17°
Terni 17°
Le più Fredde
Località T°C
Aosta 11°
Cuneo 11°
Campobasso 11°
L'aquila 11°
Belluno 11°
Sondrio 11°
Biella 12°
Ancona 12°
Enna 12°
Rimini 13°
Domani Mercoledi 03 Marzo
Le più Calde
Località T°C
Caserta 18°
Asti 18°
Alessandria 17°
Oristano 17°
Bologna 17°
Benevento 17°
Ferrara 17°
Firenze 17°
Modena 17°
Grosseto 17°
Le più Fredde
Località T°C
Enna 11°
Potenza 11°
Ancona 12°
Savona 12°
Sondrio 13°
Belluno 13°
Campobasso 13°
Ragusa 13°
Aosta 13°
Fermo 13°