La Niña non salverà la Grande Barriera Corallina dal prossimo sbiancamento di massa

Tempo di lettura: 2 minuti.

Con l’aumento della temperatura globale di 1 °C, la Grande Barriera Corallina soffrirebbe ulteriormente lo stress da riscaldamento. Il raffreddamento de La Niña potrebbe non essere in grado di arginare lo sbiancamento possibile per la prossima estate.  

Il fenomeno di raffreddamento noto come La Niña, che normalmente manterrebbe le temperature degli oceani più basse, potrebbe non essere sufficiente a contenere lo sbiancamento a cui va incontro la Grande Barriera Corallina ogni estate. Sarebbe una conseguenza del riscaldamento globale, avvertono gli scienziati, che vedrebbe uno sbiancamento di massa nonostante un evento climatico globale di raffreddamento.

Negli ultimi 5 anni, la barriera corallina australiana è stata colpita da ben 3 eventi di sbiancamento di massa. Le previsioni per la prossima estate non sono promettenti, rivela il Great Barrier Reef Marine Park Authority, sebbene la combinazione di eventi meteorologici come cicloni, piogge e nuvole potrebbe potenzialmente arginare il fenomeno mantenendo abbastanza basse le temperature lungo la barriera.

Secondo i modelli del NOAA e del Bureau of Meteorology australiano, le temperature degli oceani tra dicembre e gennaio saranno probabilmente più calde di 1 °C rispetto alla media. “Non c’è una previsione di un evento di sbiancamento di massa, ma è certamente possibile”, ha detto David  Wachenfeld, del Great Barrier Reef Marine Park Authority. “Il mondo intero è di un grado più caldo, quindi non possiamo semplicemente rilassarci e dire che grazie a La Niña non ci saranno ondate di caldo. Il mondo non è più così semplice”.

Circa il 90% del calore extra derivante dall’aumento dei livelli di gas serra, causato principalmente dalla combustione di combustibili fossili e dalla deforestazione, viene assorbito dagli oceani. L’arrivo de La Niña è stato annunciato lo scorso settembre dal Bureau of Meteorology, che in questi giorni ha dichiarato che probabilmente l’evento durerà almeno fino a gennaio 2021.

La Niña potrebbe aiutare a raffreddare le acque sopra la barriera, ma quest’ultima ha subito cambiamenti significativi negli ultimi decenni, molti dei quali di recente. La Grande Barriera Corallina è oggi più calda di 0,8 °C circa rispetto a 100 anni fa, il che non lascia ben sperare, secondo Wachenfeld.

Il problema del cambiamento climatico è che le condizioni di partenza sono più calde della media, spiega Wachenfeld, pertanto la barriera va incontro ad uno stato sempre più precario e critico. L’aumento della temperatura globale di 1 °C significa che c’è un’enorme quantità di energia termica in eccesso e al contempo una progressiva riduzione della capacità dei sistemi naturali terrestri di assorbire quell’energia, mentre aumenta il rischio di eventi meteorologici estremi nel mondo.

Senza la riduzione globale delle emissioni di gas serra, la Grande Barriera Corallina andrà nuovamente incontro ad uno stress termico significativo. Secondo gli esperti, il calore sarà sufficiente a causare un evento di sbiancamento di massa, ma probabilmente non sarà fatale. Le condizioni potranno cambiare a seconda delle piogge e dei cicloni, che da un lato favorirebbero il raffreddamento delle acque, dall’altro potrebbero rivelarsi anch’essi dannosi a seconda della violenza con cui si verificheranno.

Articolo di Erika del 27 Novembre 2020 alle ore 19:11

Altri articoli di approfondimento e non solo...

Flash News

» Satelliti Meteo
» Mappe Meteo
» Radar Meteo
» Fulmini
» Terremoti

Scarica le App Meteo In Diretta

Le città più calde e più fredde in Italia

Oggi Lunedi 18 Gennaio
Le più Calde
Località T°C
Grosseto 10°
Latina 10°
Genova
Livorno
Ragusa
Savona
Crotone
Nuoro
Napoli
Pisa
Le più Fredde
Località T°C
Potenza
L'aquila
Campobasso
Messina 10°
Roma 10°
Imperia 11°
Palermo 11°
Sassari 11°
Siracusa 12°
Trapani 12°
Domani Martedi 19 Gennaio
Le più Calde
Località T°C
Messina 10°
Fermo 10°
Nuoro 10°
Benevento 10°
Prato 10°
Ascoli Piceno 10°
Taranto 10°
Modena 10°
Pistoia 10°
Terni 10°
Le più Fredde
Località T°C
Belluno
Lucca 10°
Bologna 10°
Crotone 10°
Savona 10°
Bari 11°
Caserta 11°
Agrigento 11°
La Spezia 11°
Firenze 11°