Irruzione fredda russa in arrivo: dove e quanto nevicherà?

Ci siamo oramai l’aria fredda siberiana è entrata sull’area italiana. Si tratta di un irruzione molto forte, la più intensa e duratura da dicembre fino ad oggi, e durerà almeno fino alla metà della settimana. Oltre ad un tracollo termico porterà nevicate fino a bassa quota, anche in pianura e a tratti persino in prossimità delle coste adriatiche. Nella giornata di oggi, lunedì, determinerà i primi fiocchi in Abruzzo oltre i 400m, mentre sull’Appennino calabrese la quota neve calerà dai 1300m ai 700m in giornata. Ma vediamo più nel dettaglio le zone che verranno interessate dalle nevicate nei prossimi giorni.

NEVE PREVISTA MARTEDÌ
Instabilità in intensificazione sulle regioni adriatiche con nevicate a quote basse o collinari dalle Marche all’alta Puglia (200/400 m), localmente fino in pianura sul medio versante adriatico e con fenomeni che si concentreranno soprattutto sull’Abruzzo. Neve a tratti mista a pioggia anche sulle coste o nell’entroterra costiero di Marche ed Abruzzo, qualche fiocco in sconfinamento ad Umbria e Lazio interno. Rovesci in arrivo anche in Sicilia e bassa Calabria, specie dalla sera, con nevischio a quote collinari sulla Sila. Fioccate attese su città come Teramo, Chieti, Potenza e Campobasso. Possibile qualche fiocco fin su Avellino, Matera e Benevento.

NEVE PREVISTA MERCOLEDÌ
Qualche fiocco in arrivo nel corso della giornata su Alpi centro-occidentali e Appennino settentrionale in calo a 500/700m sulle zone alpine, dai 100/300m sull’Appennino Emiliano e sul medio Adriatico, in rialzo a 400/500m. Si intensifica il maltempo all’estremo Sud e sull’Appennino meridionale per la risalita di un minimo dallo Ionio, con neve dai 600/700m in Calabria, Basilicata, interne campane e Molise ma con quota in generale rialzo in giornata. Fiocchi attesi su Sulmona, Chieti, Teramo, Campobasso e Potenza. Qualche imbiancata non esclusa a tratti anche su Urbino, Perugia, Avellino e Pescara.

NEVE PREVISTA GIOVEDÌ
L’intensificazione prevista del vortice sullo Ionio intorno a cui dovrà ruotare una perturbazione, determinerà maltempo su gran parte del Centro-Sud con nevicate ancora a quote basse per il periodo, dai 200/400m sull’Appennino centro-settentrionale, 500/800m su quello meridionale, neve in calo anche sui rilievi della Sicilia fino a 800m in serata. Verso sera qualche fioco possibile fin sul Piemonte occidentale a quote collinari.

Articolo di Gerardo Giordano del 23 Marzo 2020 alle ore 18:34

Altri articoli di approfondimento e non solo...

Flash News

» Satelliti Meteo
» Mappe Meteo
» Radar Meteo
» Fulmini
» Terremoti

Scarica le App Meteo In Diretta

Le città più calde e più fredde in Italia

Oggi Sabato 26 Settembre
Le più Calde
Località T°C
Aosta
Siracusa 25°
Catania 23°
Crotone 22°
Brindisi 22°
Bari 22°
Lecce 22°
Taranto 22°
Foggia 22°
Trapani 21°
Le più Fredde
Località T°C
Sondrio 13°
Potenza 13°
L'aquila 13°
Belluno 13°
Biella 14°
Varese 14°
Bolzano 15°
Cuneo 15°
Cosenza 15°
Campobasso 15°
Domani Domenica 27 Settembre
Le più Calde
Località T°C
Catania 26°
Siracusa 26°
Brindisi 24°
Taranto 24°
Lecce 23°
Foggia 23°
Bari 23°
Palermo 23°
Crotone 23°
Trapani 22°
Le più Fredde
Località T°C
Aosta 10°
Sondrio 11°
Belluno 13°
Biella 13°
Varese 14°
Lecco 14°
L'aquila 14°
Bolzano 15°
Como 15°
Bergamo 15°