Nuovo ciclone sul Mediterraneo: si intensificherà in modo esplosivo

Nella giornata di ieri abbiamo assistito alla formazione di un primo ciclone che, dopo essersi approfondito ad ovest della Sardegna, si è spostato verso sud, in direzione dell’Algeria. Prima di indebolirsi a causa dell’interazione con la terraferma, il ciclone ha raggiunto la sua massima intensità assumendo delle caratteristiche simil-tropicali (TLC).

Infatti, già nella mattinata di ieri, la struttura mostrava chiaramente un nucleo caldo, tipica di questi fenomeni. Soltanto nel pomeriggio, dopo un fase di ulteriore intensificazione, il ciclone è stato classificato come un “medicane” e, anche se per poche ore, il vortice ha raggiunto una struttura quasi simmetrica rispetto ad un “occhio” centrale ben visibile.

Occhio del ciclone nel pomeriggio di ieri 11 novembre. FONTE: meteociel.fr

Anche oggi la situazione meteorologica sul Mediterraneo continuerà ad essere estremamente dinamica e certamente più pericolosa per la nostra Penisola. In queste ore sul Mar Tirreno stiamo assistendo alla formazione di un nuovo ciclone, molto più intenso di quello di ieri. Pensate che la pressione minima raggiunta dal “medicane” è stata di poco inferiore ai 1000 hPa, mentre oggi sul Tirreno potrebbero essere raggiunti i 983 hPa!

La diminuzione di pressione sarà così repentina che il fenomeno con tutta probabilità potrà essere classificato come un processo di ciclogenesi esplosiva.
La ciclogenesi esplosiva si verifica quando la pressione diminuisce (ad una latitudine di riferimento di 60°) di 24 hPa in 24 ore. Alle nostre latitudini la soglia è ovviamente inferiore, di circa 18 hPa in 24 ore.

Confronto pressione al suolo alle 03 UTC e 15 UTC della giornata di oggi 12 novembre-modello MOLOCH. Fonte: ISAC-CNR

Le due mappe in alto mostrano il confronto della pressione al suolo di stamattina e del primo pomeriggio e, in sole 12 ore, la diminuzione di pressione prevista è di circa 12 hPa.

La rapida intensificazione e la temperatura superficiale del mare potrebbe portare anche questo secondo vortice ciclonico ad assumere delle caratteristiche simil-tropicali.

Ma per ulteriori info, rimanete aggiornati!

Articolo di Stefano Della Fera del 12 Novembre 2019 alle ore 12:21

Altri articoli di approfondimento e non solo...

Flash News

» Satelliti Meteo
» Mappe Meteo
» Radar Meteo
» Fulmini
» Terremoti

Scarica le App Meteo In Diretta

Le città più calde e più fredde in Italia

Oggi Lunedi 16 Dicembre
Le più Calde
Località T°C
Aosta 10°
Venezia 10°
Bolzano 10°
Rovigo 10°
Mantova 10°
Lecco
Lodi
Sondrio
Piacenza
Bergamo
Le più Fredde
Località T°C
Treviso 10°
Vicenza 10°
Parma 11°
Brescia 11°
Udine 11°
Pordenone 11°
Gorizia 11°
Ferrara 11°
Trento 11°
Verona 12°
Domani Martedi 17 Dicembre
Le più Calde
Località T°C
Varese 10°
Vercelli 10°
Belluno 10°
Aosta
Biella
Asti
Torino
Alessandria
Cuneo
Sassari 20°
Le più Fredde
Località T°C
Novara 10°
Sondrio 10°
Bolzano 11°
Bergamo 11°
Vicenza 11°
Como 11°
Milano 11°
Enna 12°
Pavia 12°
Lecco 12°