Le immagini satellitari mostrano l’imponenza del tifone Hagibis: nel weekend raggiungerà il Giappone

Il tifone Hagibis ha subito un processo di intensificazione estremamente rapido: in sole 24 ore è passato da tempesta tropicale ad uragano di categoria 5. Da più di 24 ore il tifone mantiene questa categoria, con venti medi di 260 km/h e raffiche superiori a 300 km/h.


Tifone Hagibis. FONTE: Himawari-8 / Japan Meteorological Agency (JMA)

Un indebolimento della struttura è stata registrata nella giornata di ieri, quando l’occhio del ciclone, particolarmente ristretto, è stato sostituito da un occhio di dimensioni maggiori nel processo di eyewall replacement cycle (ERC). Le nubi temporalesche che ruotano nel cuore della tempesta , attratte verso il centro del tifone, hanno sviluppato un nuovo occhio, di dimensioni molto maggiori rispetto al precedente. In figura il tifone ripreso prima e dopo questo fenomeno.

Il tifone Hagibis prima e dopo il processo di “sostituzione” dell’occhio. FONTE: Himawari-8 / Japan Meteorological Agency (JMA)


Al termine di questo processo, il tifone ha ripreso a intensificarsi e manterrà questa forza per almeno altre 12 ore.

Nella rotazione attorno all’occhio si sviluppano imponenti celle convettive: nell’immagine si notano chiaramente delle aree in cui le nubi sono più alte rispetto alle zone circostanti. L’instabilità atmosferica infatti favorisce la risalita dell’aria umida che raggiunge altezze notevoli, superando talvolta la tropopausa. In corrispondenza di queste zone le piogge, unite ai venti molto forti, possono risultare violente ed estreme.

In questa fase il tifone rimane ancora in pieno Oceano Pacifico e non sta causando danni, ma dal week end toccherà le coste giapponesi meridionali. Prima di raggiungere il Giappone il tifone si indebolirà ma continuerà ad essere l’equivalente di un uragano di categoria 3 e quindi estremamente pericoloso.

Articolo di Stefano Della Fera del 09 Ottobre 2019 alle ore 17:57

Altri articoli di approfondimento e non solo...

Flash News

» Satelliti Meteo
» Mappe Meteo
» Radar Meteo
» Fulmini
» Terremoti

Scarica le App Meteo In Diretta

Le città più calde e più fredde in Italia

Oggi Sabato 26 Settembre
Le più Calde
Località T°C
Aosta
Siracusa 25°
Catania 23°
Crotone 22°
Brindisi 22°
Bari 22°
Lecce 22°
Taranto 22°
Foggia 22°
Trapani 21°
Le più Fredde
Località T°C
Sondrio 13°
Potenza 13°
L'aquila 13°
Belluno 13°
Biella 14°
Varese 14°
Bolzano 15°
Cuneo 15°
Cosenza 15°
Campobasso 15°
Domani Domenica 27 Settembre
Le più Calde
Località T°C
Catania 26°
Siracusa 26°
Brindisi 24°
Taranto 24°
Lecce 23°
Foggia 23°
Bari 23°
Palermo 23°
Crotone 23°
Trapani 22°
Le più Fredde
Località T°C
Aosta 10°
Sondrio 11°
Belluno 13°
Biella 13°
Varese 14°
Lecco 14°
L'aquila 14°
Bolzano 15°
Como 15°
Bergamo 15°