Scoperto il gene che permette alle piante di assorbire più CO2

Modificando il sistema radicale delle piante sarebbe possibile ottimizzare la naturale capacità delle piante di assorbire carbonio dall’atmosfera.

Le attuali condizioni atmosferiche del nostro pianeta e i numerosi  studi a riguardo suggeriscono che ridurre le emissioni di CO2 non è abbastanza per affrontare il cambiamento climatico. Molti esperti ritengono sia necessario trovare un modo efficace per rimuovere le emissioni già presenti in atmosfera, o almeno parte di esse. A tal proposito, alcuni scienziati si stanno concentrando su soluzioni meccaniche per la cattura del carbonio. Ma i ricercatori della Harnessing Plants Initiative del Salk Institute stanno adottando un approccio più “organico”, cercando nuovi modi per ottimizzare la naturale capacità delle piante di catturare e immagazzinare carbonio. Ed è nell’ambito di questa iniziativa che è stato scoperto un gene che potrebbe rappresentare un punto di svolta nella ricerca sull’assorbimento del carbonio.

Le piante catturano naturalmente il carbonio dall’ambiente e lo immagazzinano nel sottosuolo attraverso le radici. Più profonde e robuste sono le radici, più stabile ed efficace è la raccolta di carbonio. Il gene scoperto dai ricercatori del Salk Institute, descritto nello studio pubblicato sulla rivista Cell on Thursday, determina la profondità delle radici della pianta che si espandono nel sottosuolo. Modificando questo gene, chiamato EXOCYST70A3, sarebbe possibile indurre il sistema radicale ad espandersi più in profondità.

I ricercatori ritengono che il gene sia presente in tutte le piante, anche in forma simile. “Siamo incredibilmente entusiasti di questa prima scoperta sulla strada verso la realizzazione dei nostri obiettivi”, ha affermato il ricercatore Wolfgang Busch. “Ridurre i livelli di CO2 in atmosfera è una delle grandi sfide del nostro tempo e personalmente è molto significativo per me lavorare per una soluzione”.

Articolo di Erika del 15 Luglio 2019 alle ore 16:24

Altri articoli di approfondimento

La Terra potrebbe avere fino a 10 miliardi di pianeti simili

Verso il “picco” dell’ondata di caldo, ma da giovedì temporali in aumento!

Dopo giugno, anche luglio 2019 è il più caldo dall’inizio delle misurazioni

Un’onda gravitazionale ha attraversato la Terra. A generarla una catastrofe cosmica

Il leone non è più forte come una volta. E la colpa è dell’uomo.

Weekend infuocato con sole e temperature in aumento: settimana prossima e Ferragosto in bilico!

Vacanze plastic-free: 7 modi per ridurre la plastica in viaggio

Analisi medio termine: ondata di caldo estremo in arrivo, oltre +40° al centro-sud!

Ad agosto arriva la “Superluna Nera”

Mercoledì e giovedì con piogge e rovesci al nord e su parte del centro, ecco dove!

Flash News

» Satelliti Meteo
» Mappe Meteo
» Radar Meteo
» Fulmini
» Terremoti

Scarica le App Meteo In Diretta

Le città più calde e più fredde in Italia

Oggi Mercoledi 21 Agosto
Le più Calde

Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /var/www/vhosts/meteoindiretta.it/httpdocs/box_sidebar_temperature.inc.php on line 31
Località T°C
Le più Fredde

Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /var/www/vhosts/meteoindiretta.it/httpdocs/box_sidebar_temperature.inc.php on line 62
Località T°C
Domani Giovedi 22 Agosto
Le più Calde

Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /var/www/vhosts/meteoindiretta.it/httpdocs/box_sidebar_temperature.inc.php on line 101
Località T°C
Le più Fredde

Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /var/www/vhosts/meteoindiretta.it/httpdocs/box_sidebar_temperature.inc.php on line 132
Località T°C