Non c’è pace per l’Italia: sarà una settimana ancora ricca di perturbazioni e fresco!

Speravamo in un mese di maggio diverso, soprattutto dopo un aprile così dinamico, e invece nada, capriccioso anche questa prima metà del mese. Ancora una circolazione atmosferica che consente alle correnti fredde settentrionali di raggiungere con facilità il bacino centrale del Mediterraneo innescando o mantenendo in vita una circolazione ciclonica sull’Italia. Restiamo cosi, con un minimo di bassa pressione che rinnoverà condizioni di spiccata instabilità con tempo localmente anche perturbato. Almeno fino a mercoledì avremo a che fare con correnti fredde provenienti dalla Lapponia, poi da Giovedì possibile cambio della guardia in favore di infiltrazioni fredde nord Atlantiche. Insomma la fine è ancora da stabilire!

VORTICE MOLTO ATTIVO AD INIZIO SETTIMANA

In questo lunedì 13 abbiamo delle piogge abbastanza diffuse sulle adriatiche, ovvero dal Friuli Venezia Giulia in giù. Altre piogge stanno coinvolgendo l’Emilia, la bassa Lombardia, le interne appenniniche e la Sardegna orientale. Temporali piuttosto intensi si stanno concentrando invece in Puglia e Basilicata. Tra l’altro abbiamo dei venti piuttosto sostenuti di Grecale nelle regioni centrali e in Sardegna.
Nelle prossime ore, ci aspettiamo un ulteriore peggioramento tra Romagna, Marche, Abruzzo, Campania e Molise. Probabili piogge a carattere di rovescio o temporale. Potrebbero verificarsi delle grandinate e qualche nubifragio. Per quanto riguarda la quota neve, lungo la dorsale appenninica, dovrebbe attestarsi attorno ai 1800 metri.
Instabilità che colpirà un po’ tutto il Centro Sud e le due Isole Maggiori, con l’insorgenza anche in questo caso di nubi temporalesche nelle zone interne e limitrofe. Non sono escluse temporali anche lungo le coste.

Instabilità attiva sull’Italia intera

Meteo martedì 14: Nord iniziali condizioni di tempo discreto ma tra pomeriggio e sera transiterà un fronte instabile che distribuirà piogge e locali rovesci diretti dal nord-est verso il nord-ovest con neve in calo sulle Alpi fino a 1000-1200m a fine giornata. Al centro si avremo ancora condizioni di spiccata instabilità sulle regioni adriatiche e lungo l’Appennino con piogge e rovesci, neve in Appennino in calo fino a 1000-1200m. Tempo instabile anche sul Lazio ma con fenomeni più intermittenti, maggiori sprazzi soleggiati in Toscana. Il Sud vivrà una spiccata instabilità lungo l’Adriatico e sul basso Tirreno con piogge e rovesci anche a carattere temporalesco, in serata ulteriore peggioramento. Temperature in ulteriore calo da Nord a sud.

Migliora al nord, ancora piogge al sud

Meteo mercoledì 15: al Nord al mattino cieli nuvolosi con fenomeni locali; nel pomeriggio-sera ancora nubi ma con fenomeni sporadici più probabili sul nord-est. Il centro sarà molto instabile al mattino con piogge e rovesci intermittenti soprattutto sulla costa laziale, nevosi in Appennino dai 1000m. Dal pomeriggio e in serata avremo fenomeni ancora sparsi su entrambe le fasce tirreniche e adriatiche. Il meridione invece continuerà la sua fase instabile con piogge e temporali, più frequenti su Campania, Basilicata, Puglia e Calabria e sulla Sicilia. Temperature stabili o in ulteriore lieve calo.

Ancora maltempo soprattutto al centro-sud

TENDENZA SECONDA PARTE DELLA SETTIMANA

La persistenza dell’anticiclone sul Nord Europa farà si che la circolazione ciclonica sull’Italia si sposti verso la Spagna, dove riprenderà vigore. In questa fase le correnti, fino a giovedì in prevalenza settentrionali, dovrebbero progressivamente ruotare da libeccio, favorendo un tempo più asciutto e mite sulle regioni adriatiche e Sud, ma contestualmente più instabile e piovoso al Nord ( in particolare proprio al Nord-ovest ). Certamente vista la situazione molto dinamica e la distanza temporale si tratta di una linea di tendenza che necessiterà di molte conferme. Appare comunque evidente come almeno nel medio termine gli anticicloni non siano intenzionati ad interessare l’Italia, lasciandola scoperta a frequenti fasi instabili e fresche. Ma seguite tutti i prossimi aggiornamenti per scoprire in dettaglio cosa accadrà.

Proiezione medio termine, con l’anticiclone che proverà minimamente a proteggere il sud Italia

Articolo di Gerardo Giordano del 13 Maggio 2019 alle ore 11:56

Altri articoli di approfondimento e non solo...

Flash News

» Satelliti Meteo
» Mappe Meteo
» Radar Meteo
» Fulmini
» Terremoti

Scarica le App Meteo In Diretta

Le città più calde e più fredde in Italia

Oggi Lunedi 13 Luglio
Le più Calde
Località T°C
Sassari 32°
Grosseto 32°
Roma 31°
Napoli 31°
Enna 31°
Caserta 30°
Ragusa 30°
Viterbo 30°
Catanzaro 30°
Palermo 30°
Le più Fredde
Località T°C
Belluno 21°
L'aquila 22°
Biella 22°
Aosta 23°
Cuneo 23°
Campobasso 23°
Varese 24°
Ancona 24°
Sondrio 24°
Chieti 24°
Domani Martedi 14 Luglio
Le più Calde
Località T°C
Caserta 31°
Benevento 31°
Grosseto 31°
Firenze 30°
Foggia 30°
Siena 30°
Pisa 30°
Siracusa 30°
Ragusa 29°
Frosinone 29°
Le più Fredde
Località T°C
Belluno 22°
Biella 23°
Cuneo 23°
Aosta 24°
Bolzano 24°
L'aquila 24°
Trento 24°
Sondrio 24°
Varese 24°
Ancona 24°