Nave italiana affonda al largo della Francia, allerta marea nera

Chiazze di petrolio lunghe chilometri avanzano verso le coste atlantiche francesi. Il cargo trasportava tonnellate di materiale combustibile che si sta diffondendo in mare da giorni.

 

 

Il 12 marzo la nave mercantile italiana Grande America è affondata al largo della Francia, a ovest de La Rochelle, dopo che un incendio era divampato due giorni prima. Il cargo trasportava 365 container, di cui 45 contenenti merci pericolose, e circa 2.200 tonnellate di carburante. Scongiurato il pericolo per le 27 persone a bordo che sono state tratte in salvo, ora si teme per i grossi rischi ambientali legati al naufragio. Con l’inabissarsi della nave, tonnellate di petrolio e materiale combustibile si stanno riversando in mare da 3 giorni. Secondo quanto dichiarato dalla Prefettura marittima dell’Atlantico, ben due chiazze di petrolio si sono formate a circa 315 km a ovest de La Rochelle, ciascuna delle quali si estende per chilometri. Il timore riguarda l’avanzare della marea nera verso le coste atlantiche francesi e l’avvelenamento di un’area lunga centinaia di chilometri, che comporterebbe seri rischi per la fauna marina e gli uccelli.

I dispositivi anti-inquinamento stanno operando nell’area per rimuovere quanto più petrolio è possibile, ma le condizioni meteorologiche avverse hanno complicato e rallentato l’attività di bonifica. Il ministro francese per la Transizione Ecologica Francois de Rugy ha sottolineato la difficoltà delle operazioni con le forti raffiche di vento sulla zona. “Facciamo di tutto per limitare l’impatto inquinante sulle coste atlantiche francesi”, afferma. Nel frattempo è stato radunato un comitato di esperti di meteorologia e oceanografia e tutta la zona costiera è stata allertata per gestire al meglio l’emergenza.

 

Articolo di Erika del 15 Marzo 2019 alle ore 17:58

Altri articoli di approfondimento

Fine settimana anticiclonico: tanto sole, temperature in lieve aumento, ma attenzione!

Freddo in arrivo? No, solo tanta incertezza…

Ascension Island diventa la più grande area marina protetta dell’Oceano Atlantico

Febbraio 2019 più caldo della norma sull’Italia, specie al centro-nord, con precipitazioni scarse!

Economia circolare: i vantaggi sono anche economici

Non è il pianeta che bisogna salvare, ma gli uomini

Perturbazioni con piogge e nubi fino a metà settimana, poi più caldo e sole!

Mangiare meno carne aiuta il pianeta e la salute. Ecco perché

Perché le aree desertiche del pianeta si trovano a determinate latitudini?

Clima: 10 cose che puoi fare ogni giorno per salvare l’ambiente

Flash News

» Satelliti Meteo
» Mappe Meteo
» Radar Meteo
» Fulmini
» Terremoti

Scarica le App Meteo In Diretta

Le città più calde e più fredde in Italia

Oggi Giovedi 21 Marzo
Le più Calde
Località T°C
Roma 21°
Latina 21°
Terni 19°
Grosseto 19°
Frosinone 19°
Viterbo 19°
Oristano 19°
Salerno 18°
Taranto 18°
Napoli 18°
Le più Fredde
Località T°C
Campobasso 10°
Cuneo 10°
Aosta 11°
L'aquila 11°
Ragusa 11°
Enna 12°
Ancona 12°
Rimini 12°
Isernia 12°
Biella 13°
Domani Venerdi 22 Marzo
Le più Calde
Località T°C
Grosseto 21°
Roma 21°
Terni 21°
Caserta 20°
Napoli 20°
Frosinone 20°
Latina 19°
Bolzano 19°
Lucca 19°
Benevento 19°
Le più Fredde
Località T°C
Enna 11°
Ancona 12°
Campobasso 13°
Ragusa 13°
Potenza 13°
Pescara 14°
Rimini 14°
Chieti 14°
L'aquila 14°
Fermo 14°