Fa sempre più caldo, anche quando fa estremamente freddo: l’esempio degli Stati Uniti

Come si spiegano le ondate di gelo in un clima che ogni anno diventa sempre più caldo? Ha ragione il presidente degli Stati Uniti ad invocare ad ogni ondata di freddo polare il “caro” riscaldamento globale? La risposta è, ovviamente, più complessa di quello che i tweet di Trump fanno intendere…

L’ondata di gelo verificatasi nella regione del Midwest e dei Grandi Laghi a cavallo tra la fine di gennaio e l’inizio di febbraio ha causato oltre 20 vittime e danni oltre 1 miliardo di dollari. La colonnina di mercurio è scesa sotto i -30°C in molte regioni poste al confine col Canada mentre più a sud si sono raggiunte temperature record di -20°C in località poste alla stessa latitudine del Sud Italia. La figura sottostante mostra proprio le temperature raggiunte all’apice di questa ondata di gelo, lo scorso 30 gennaio.

Temperature misurate il 30 gennaio 2019 negli Stati Uniti

Temperature misurate il 30 gennaio 2019 negli Stati Uniti

Per quanto fortemente anomale, tuttavia, ondate di gelo come questa vanno inquadrate nel contesto globale in cui si sviluppano. Ad esempio già dalla figura precedente è possibile verificare come nel sud-ovest degli Stati Uniti le temperature fossero, durante lo stesso periodo, estremamente più alte, con massimi localmente fino a 30°C. Un esempio che suggerisce come ondate di aria fredda possano spesso verificarsi insieme ad ondate di aria calda in altre regioni: due caratteristiche che si “cancellano” a vicenda quando si guarda al bilancio complessivo di un intero continente o persino dell’intero globo terrestre.

Ecco perché occorre sempre essere cauti quando si descrive una situazione che, per quanto anomala, è comunque locale e non rappresentativa dell’intera media terrestre. Dato che ondate di freddo e ondate di caldo si verificano costantemente la domanda che è interessante porre è se il rapporto tra queste due, che in un clima stabile dovrebbe essere costante, cambia ed in che modo. Per capirlo abbiamo raccolto i record di caldo e freddo misurati per le temperature massime e minime giornaliere nel mese di gennaio e nei 12 mesi precedenti.

Tabella record di caldo/freddo

Tabella record di caldo/freddo

Osservando la tabella sovrastante si capisce come i 17 record ‘freddi’ di gennaio siano legati esclusivamente all’ondata di gelo negli stati uniti. Nello stesso periodo sono stati 138 i record di caldo misurati solo nelle medie latitudini e 269 quelli misurati globalmente. Il confronto si fa persino più impietoso se si considera l’intero periodo di 12 mesi da febbraio 2018 a gennaio 2019 per il quale, globalmente, le ondate di caldo battono quelle di freddo 8 ad 1. 

Estendendo l’analisi ad un periodo più lungo, dal 1998 ai giorni nostri, è possibile verificare come i record di caldo abbiano interessato, in media negli ultimi 20 anni, un’area di circa il 7%, mentre i record di freddo un risicato 0.3%. Addirittura nel 2017 non ci sono stati alcuni luoghi dove siano stati misurati record di freddo stando a questo dataset. 

Rapporto tra aree interessate da record di caldo (linea rossa) e record di freddo (linea blu) globalmente

Frazione dell’area terrestre interessata da record di caldo (linea rossa) e freddo (linea blu) mensili

Qual è quindi la conclusione?

In un pianeta che diventa sempre più caldo record di freddo sono comunque possibili. Quello che cambia è invece il rapporto tra record di caldo e record di freddo:  considerando aree sempre più estese e periodi sempre più lunghi, tale rapporto aumenta a discapito delle ondate di freddo, come mostrato nell’ultima immagine. Non c’è quindi niente di inusuale in una temperatura minima record misurata in una qualsiasi stazione del globo nello stesso periodo in cui la temperatura globale media sta salendo. In altre parole, nonostante record di caldo siano diventati sempre più frequenti, record di freddo continueranno ad essere misurati, persino in inverno, che di certo non scomparirà…

Articolo di Guido Cioni del 22 Febbraio 2019 alle ore 16:51

Altri articoli di approfondimento

Fine settimana dal doppio volto: prima soleggiato poi peggiora e rinfresca!

Sotto la lente: 25 Aprile bagnato? Ecco dove!

Assaggio estivo al centro-sud tra mercoledì e venerdì: temperature massime oltre i +25°C!

Greenpeace: ecco dove finiscono i rifiuti di plastica italiani

Italia divisa tra maltempo e assaggio estivo: altra settimana pimpante di Aprile!

Il 22 aprile torna la Giornata Mondiale della Terra

Orso polare denutrito arriva in un villaggio lontano chilometri dal suo habitat

Attenzione venti di scirocco forti in arrivo a Pasquetta accompagnati da sabbia del deserto!

Lungo weekend pasquale inizia bene con sole e caldo, ma resisterà fino a Pasquetta?

Analisi meteo medio termine: weekend di Pasqua molto mite e soleggiato, peggiora a Pasquetta?

Flash News

» Satelliti Meteo
» Mappe Meteo
» Radar Meteo
» Fulmini
» Terremoti

Scarica le App Meteo In Diretta

Le città più calde e più fredde in Italia

Oggi Venerdi 26 Aprile
Le più Calde
Località T°C
Foggia 28°
Bari 27°
Cosenza 26°
Lecce 26°
Ragusa 25°
Benevento 25°
Chieti 24°
Agrigento 24°
Ascoli Piceno 24°
Caserta 24°
Le più Fredde
Località T°C
Aosta 12°
Sondrio 14°
Savona 16°
Genova 16°
Varese 16°
Belluno 16°
Biella 16°
Lecco 17°
Livorno 17°
Como 17°
Domani Sabato 27 Aprile
Le più Calde
Località T°C
Agrigento 23°
Ragusa 22°
Foggia 21°
Alessandria 21°
Lecce 21°
Firenze 21°
Catanzaro 21°
Vercelli 21°
Grosseto 21°
Catania 21°
Le più Fredde
Località T°C
Aosta 11°
Ancona 15°
L'aquila 15°
Potenza 15°
Enna 16°
Sondrio 16°
Vibo Valentia 16°
Sassari 16°
Campobasso 16°
Livorno 17°