Situazione critica in Liguria ed alta Toscana tra domenica e lunedì

Nelle ultime ore si stanno rincorrendo su diversi portali annunci di allerte meteo diramate per le prossime ore specialmente su Liguria e Toscana. Tuttavia ci teniamo a ricordare come tali portali rappresentino siti amatoriali di previsione che non hanno nessuna valenza ufficiale. Come abbiamo già ripetuto più volte il compito di allertamento spetta alla protezione civile e alle agenzie regionali e non ad enti privati. Vediamo quindi di capire meglio cosa sta per succedere. 

Un intenso richiamo di aria calda ed umida si svilupperà nelle prossime ore sul Mediterraneo, come mostrato dalle colorazioni giallo-rosse nell’immagine sottostante.

Geopotenziale e temperatura potenziale equivalente a 850 hPa

Geopotenziale e temperatura potenziale equivalente a 850 hPa

Intensi venti di Scirocco soffieranno sul Tirreno e sull’Adriatico portando aria calda, umidificata dal transito sulle acque del mare, verso le regioni del nord. Qui lo Scirocco si incontrerà con i venti di Tramontana provenienti dalle vallate liguri provocando linee di convergenza che insisteranno già nella mattinata di domenica. È possibile riconoscere una linea di convergenza nell’immagine sottostante proprio sul golfo ligure grazie alle colorazioni blu.

Aree di convergenza/divergenza dei venti a 10 metri dal suolo

Aree di convergenza/divergenza dei venti a 10 metri dal suolo

Questo tipo di configurazione porterà molto probabilmente al mantenimento di sistemi autorigeneranti ovvero temporali che, grazie al continuo apporto di aria calda ed umida e all’instabilità causata dall’incontro dei venti, riescono a sopravvivere per lungo tempo portando piogge di moderata intensità. Gli accumuli previsti nelle prossime 48 ore si aggirano infatti sui 150 mm proprio a ridosso della Liguria e dell’alta Toscana. 

Precipitazioni accumulate previste nelle prossime 40 ore

Precipitazioni accumulate previste nelle prossime 40 ore

Tuttavia vi sarà un altro fattore che contribuirà alla criticità della situazione, ovvero la fusione della neve a praticamente tutte le quote non di alta montagna a causa della presenza di aria calda in quota. Il grafico sottostante lo mostra con chiarezza grazie alle colorazioni rosse che indicano una perdita del manto nevoso con massimi fino a 100 cm. 

Aumento e fusione del manto nevoso prevista per le prossime 37 ore

Aumento e fusione del manto nevoso prevista per le prossime 37 ore

La fusione di questa neve contribuirà ulteriormente all’innalzamento dei livelli idrometrici non solo in Liguria e Toscana ma anche sulle Alpi. Per questo motivo la situazione richiede estrema cautela.

Ma quindi come possiamo essere preparati ad i fenomeni delle prossime ore? Come abbiamo già accennato nell’introduzione occorre consultare ESCLUSIVAMENTE portali ufficiali come quello della protezione civile, dove sono disponibili i link alle pagine relative ad ogni singola regione. Di seguito riportiamo le pagine relative alla regione Toscana e Liguria che hanno già diramato un’allerta di livello 2 (arancione).

Articolo di Guido Cioni del 11 Marzo 2018 alle ore 04:34

Altri articoli di approfondimento

Afflusso di aria fredda in corso : raffiche di vento fino ad 80 km/h!

Inizio settimana autunnale con piogge, calo termico e forti venti, ma quanto durerà?

Tornado su Ottawa : danni, devastazione e almeno 30 feriti!

Analisi meteo medio termine : arriva il fresco ad inizio settimana!

Weekend con ultimi residui del maltempo: poi ritornano sole e picchi termici di 30°!

Quando gli uragani raffreddano gli oceani: l’esempio di Florence ed Helene

Profondo vortice ciclonico in azione : maltempo al centro-sud, Sardegna a rischio di forti nubifragi!

Analisi meteo medio-lungo termine : crollo termico in vista?

Settimana italiana tra anticiclone e improvvisi temporali: il caldo è fuori periodo, e nel weekend?

Devastante Tifone “Mangkhut” ormai su Hong-Kong! 64 vittime nelle Filippine!

Flash News

» Satelliti Meteo
» Mappe Meteo
» Radar Meteo
» Fulmini
» Terremoti

Scarica le App Meteo In Diretta

Le città più calde e più fredde in Italia

Oggi Martedi 25 Settembre
Le più Calde
Località T°C
Agrigento 28°
Oristano 27°
Latina 26°
Roma 26°
Trapani 25°
Palermo 25°
Catania 25°
Cagliari 24°
Catanzaro 24°
Siracusa 24°
Le più Fredde
Località T°C
L'aquila 14°
Belluno 14°
Campobasso 15°
Potenza 16°
Biella 16°
Varese 16°
Sondrio 16°
Cuneo 16°
Isernia 17°
Lecco 17°
Domani Mercoledi 26 Settembre
Le più Calde
Località T°C
Oristano 26°
Agrigento 26°
Roma 24°
Latina 24°
Trapani 23°
Grosseto 23°
Siracusa 23°
Cagliari 23°
Sassari 23°
Catania 23°
Le più Fredde
Località T°C
L'aquila 14°
Potenza 14°
Belluno 15°
Campobasso 15°
Varese 16°
Isernia 16°
Lecco 16°
Como 16°
Biella 16°
Bergamo 17°