NASA: erutta il vulcano “degli squali” nel Pacifico

Il cratere sottomarino di Kavachi ospita numerose specie animali nonostante l’acidità e l’alta temperatura delle acque.

Secondo le immagini satellitari della NASA il vulcano sottomarino Kavachi nell’Oceano Pacifico ha iniziato una nuova fase eruttiva, emettendo fumo e cenere e, probabilmente, resti degli squali altamente adattabili che vivono nelle acque di questo cratere nascosto.

Il vulcano Kavachi si trova a sud dell’isola di Vangunu nelle Isole Salomone, a est della Nuova Guinea, ed è uno dei vulcani sottomarini più attivi del Pacifico sud-occidentale. Soprannominato “skarkcano”, è l’habitat di molti organismi marini tra cui due specie di squali, incredibilmente adattati all’elevata acidità e all’alta temperatura delle acque in quest’area carica di zolfo.

Il 14 maggio la NASA ha rilasciato immagini satellitari che mostrano le acque scolorite attorno al vulcano, sia durante il mese di aprile che quello corrente, ed enormi pennacchi di acqua provenire dal cratere sottomarino. Secondo lo Smithsonian Global Volcanism Program, il vulcano è entrato in una nuova fase eruttiva nell’ottobre 2021. Le due grandi eruzioni precedenti si sono verificate nel 2007 e nel 2014, mentre la prima eruzione registrata risale soltanto al 1939.

Il soprannome “Sharkcano” è stato assegnato al vulcano nel 2015, quando un team di ricercatori scoprì la presenza sorprendente degli squali martello e altre specie nelle acque del cratere sottomarino. Esaminando le acque con una telecamera a caduta con esca a circa 45 metri di profondità, gli scienziati hanno registrato la presenza di diverse specie, come pesci caranx, dentici, razze a sei branchie, meduse, squali seta e squali martello.

La spedizione coincise casualmente con una fase momentaneamente inattiva del vulcano, che permise l’accesso al cratere di Kavachi. All’interno del cratere attivo sono state osservate “intere popolazioni di animali gelatinosi, piccoli pesci e squali”, hanno scritto gli scienziati in uno studio del 2016. Ciò “ha sollevato nuove domande sull’ecologia dei vulcani sottomarini attivi e sugli ambienti estremi in cui possono esistere grandi animali marini”. Gli squali, ad esempio, sono soliti abitare acque fredde e poco acide, ma la loro presenza in questo sito rivela una straordinaria capacità di adattamento, che andrà approfondita con ulteriori studi.

Articolo di Erika del 24 Maggio 2022 alle ore 17:01

Altri articoli di approfondimento e non solo...

Flash News

» Satelliti Meteo
» Mappe Meteo
» Radar Meteo
» Fulmini
» Terremoti

Scarica le App Meteo In Diretta

Le città più calde e più fredde in Italia

Oggi Domenica 26 Giugno
Le più Calde
Località T°C
Nuoro 40°
Sassari 39°
Oristano 37°
Palermo 37°
Ragusa 37°
Firenze 36°
Benevento 36°
Arezzo 36°
Matera 36°
Bologna 36°
Le più Fredde
Località T°C
Ancona 25°
Savona 26°
Aosta 26°
Belluno 26°
Biella 27°
Crotone 27°
Cagliari 27°
Cuneo 28°
Genova 28°
Sondrio 28°
Domani Lunedi 27 Giugno
Le più Calde
Località T°C
Chieti 40°
Macerata 40°
Palermo 39°
Nuoro 39°
Teramo 39°
Bologna 39°
Arezzo 38°
Terni 38°
Foggia 38°
Ascoli Piceno 38°
Le più Fredde
Località T°C
Savona 26°
Aosta 27°
Cagliari 27°
Genova 27°
Livorno 28°
Biella 28°
Venezia 28°
Belluno 29°
Imperia 29°
Ancona 29°