Weekend di fine gennaio con sole e perturbazione: temperature tra alti e bassi!

L’ anticiclone si pone ancora tra l’Italia e ovest Europa, lasciando quindi il passaggio abbastanza libero sul nostro Paese soggetto a dei peggioramenti con passaggi ma poco incisivi e nemmeno diffusi sul territorio. Infatti l’ennesimo fronte freddo in discesa dal comparto scandinavo avrà ancora una volta come obiettivo l’Europa sud orientale e sfiorerà soltanto la nostra Penisola, portando un guasto e che riguarderà prevalentemente le regioni Centro meridionali e in particolare quelle del versante adriatico. Il Nord sarà protetto dalla Barriera alpina con qualche fiocco prevalentemente oltre confine mentre il resto della Penisola vedrà fenomeni deboli sui settori tirrenici e localmente a carattere di rovescio lungo il medio basso Adriatico. Anche le nevicate seguiranno questo andamento risultando nel complesso deboli salvo che a ridosso dell’Appennino abruzzese e meridionale dove potranno essere localmente moderate. Il guasto sarà accompagnato da un calo delle temperature che sarà più avvertito sul versante orientale. Il tutto si esaurirà entro la fine di sabato mattina con un ripristino delle precedenti condizioni anticicloniche domenica ma in attesa di un nuovo peggioramento per la giornata di lunedì.

Plot

METEO VENERDÌ 28– al mattino qualche sporadica nevicata lungo le Alpi orientali confinali, nebbie e foschie in Val Padana centrale, annuvolamenti irregolari tra Emilia Romagna e Triveneto ma con scarsa probabilità di fenomeni. Qualche addensamento in Liguria. Dal pomeriggio sole quasi ovunque con qualche foschia o nebbia localmente persistente lungo il Po in nuovo rinforzo la sera. Centro, nubi sparse in Sardegna, nuvolosità irregolare sui settori peninsulari con qualche fenomeno sparso, generalmente debole e più probabile a est, nevoso in Appennino oltre i 1200m in calo a fine giornata a 600-800m in Abruzzo. Sud, nuvoloso fin dal mattino lungo l’area tirrenica con fenomeni sporadici, più sole altrove. Dal pomeriggio peggiora su Molise, Puglia, Basilicata con piogge e locali rovesci, nevosi in Appennino fino a quote medie (700-900m). Temperature in calo soprattutto lungo l’Adriatico e nelle minime della notte.

VERSO I GIORNI DELLA MERLA QUEST’ANNO NON PROPRIAMENTE I PIU’ FREDDI DELL’INVERNO

Quest’anno i giorni della merla (29, 30 e 31 gennaio) saranno caratterizzati per buona parte da un regime di alta pressione che inizierà nella giornata di sabato 29 sulle regioni centro settentrionali, avrà la sua massima espansione sull’Italia nella giornata di domenica 30 e terminerà nella giornata di lunedì 31 al Sud della Penisola. Proprio nel pomeriggio di lunedì è atteso infatti l’arrivo di un impulso freddo, questa volta non dalla Scandinavia ma dal Mare del Nord, che dovrebbe formare un minimo temporaneo di bassa pressione sul Mar Ligure. A differenza del peggioramento di venerdì, questo nuovo fronte dovrebbe riuscire a prendere buona parte delle regioni centro meridionali della Penisola ma data la sua traiettoria si mostrerebbe ancora deficitario di precipitazioni sulle regioni settentrionali eccetto che sull’Emilia Romagna, a causa della protezione della barriera alpina. Si accompagnerebbe ad una diminuzione delle temperature e ad un sensibile rinforzo della ventilazione dai quadranti meridionali.

Plot

METEO SABATO 29– Nord, tempo stabile con sole su Alpi, Prealpi e Liguria. Qualche nebbie al mattino sulla Val Padana in parziale dissolvimento per le ore diurne. Centro, tempo stabile con cieli sereni i poco nuvolosi, qualche nebbie al mattino nelle valli interne. Sud, qualche residuo addensamento sulla Sicilia settentrionale e la Puglia con locali fenomeni in ulteriore dal pomeriggio. Soleggiato altrove. Temperature in calo al Sud.

METEO DOMENICA 30 – Nord, nebbie e foschie in Val Padana, localmente resistenti anche al pomeriggio nei settori centrali lungo il Po, nubi sulla Liguria soprattutto centro orientale. Centro, qualche addensamento sulla Sardegna nord occidentale e sull’area tirrenica ma senza fenomeni, soleggiato sul resto dei settori con qualche foschia o nebbia al mattino nelle valli. Sud, soleggiato con qualche addensamento in arrivo sulle regioni tirreniche. Temperature in aumento.

INIZIO DELLA PROSSIMA SETTIMANA – Nord al nebbie e nubi basse in Val Padana con tendenza a peggioramento nella seconda parte della giornata sull’Emilia Romagna con pioggia e neve oltre 800-1000m. Qualche nevicata sulle Alpi di confine. Deboli piogge sulla Liguria con locali rovesci sui settori orientali. Centro, molte nubi in Sardegna e sull’area tirrenica con qualche debole pioggia e tendenza nella seconda parte della giornata, soprattutto verso sera a rovesci e qualche temporale su Toscana, Umbria, Marche con neve oltre i 1200m. Sud molte nubi sull’area tirrenica con qualche debole pioggia, più soleggiato altrove. Temperature in lieve ulteriore aumento al Centro Sud.

Plot

Articolo di Gerardo Giordano del 27 Gennaio 2022 alle ore 18:55

Altri articoli di approfondimento e non solo...

Flash News

» Satelliti Meteo
» Mappe Meteo
» Radar Meteo
» Fulmini
» Terremoti

Scarica le App Meteo In Diretta

Le città più calde e più fredde in Italia

Oggi Venerdi 20 Maggio
Le più Calde
Località T°C
Ferrara 30°
Mantova 30°
Modena 30°
Rovigo 30°
Piacenza 30°
Foggia 30°
Cremona 29°
Lodi 29°
Parma 29°
Bologna 29°
Le più Fredde
Località T°C
Vibo Valentia 20°
Savona 20°
Ancona 20°
Messina 21°
Cagliari 21°
Trapani 21°
Genova 21°
Livorno 21°
Catania 21°
Brindisi 22°
Domani Sabato 21 Maggio
Le più Calde
Località T°C
Mantova 32°
Rovigo 32°
Cremona 32°
Ferrara 32°
Piacenza 32°
Lodi 32°
Padova 32°
Vicenza 32°
Parma 31°
Modena 31°
Le più Fredde
Località T°C
Vibo Valentia 19°
Savona 20°
Messina 20°
Genova 21°
Cagliari 21°
Livorno 21°
Trapani 21°
Ancona 22°
La Spezia 22°
Cosenza 23°