Weekend fa sul serio: forti piogge, aria più invernale e neve, fine novembre perturbata!

La perturbazione che oggi ha raggiunto l’Italia sfilerà venerdì 26 verso i Balcani, ma al suo seguito permarrà un’ampia circolazione di bassa pressione sul Mediterraneo centrale, alimentata da aria fredda in discesa dall’Artico, che manterrà condizioni ancora localmente molto instabili sui settori esposti. In particolare sarà sulle regioni tirreniche che si avranno i fenomeni più consistenti che vivranno un venerdì umido ed instabile. Coinvolta inoltre la Sardegna, specie occidentale, mentre migliorerà al Nord-ovest.

Plot

METEO VENERDÌ 26 Ampie schiarite al Nord-ovest in estensione a Lombardia e Veneto occidentale in giornata, nuvoloso sul Friuli con piogge e rovesci e neve sulle Dolomiti dai 900/1100m, a quote inferiori sui confini alto atesini. Nuvoloso anche sul Levante Ligure con piogge e rovesci intermittenti. Nuvoloso sulle regioni tirreniche dalla Toscana all’alta Calabria con piogge e rovesci intermittenti, anche temporaleschi dal pomeriggio, specie tra Campania e alta Calabria dove saranno possibili locali grandinate. Precipitazioni in sconfinamento in giornata al versante adriatico tra Marche e alta Puglia, ma con minore intensità. Neve sull’Appennino centro-settentrionale dai 1300/1400m. Maggiori schiarite e asciutto su bassa Puglia e regioni ioniche, un po’ di variabilità in Sicilia con qualche pioggia sul settore centro-occidentale. Instabile in Sardegna con rovesci e temporali sul versante occidentale, in attenuazione in serata. Venti forti da ovest-sud/ovest sul Tirreno centro-settentrionale e sullo Ionio, da nordovest sul Mar di Sardegna, moderati o tesi da ovest-sudovest sull’Adriatico, possibili mareggiate sulle coste occidentali sarde e su quelle del medio-basso Tirreno.

NEL FINE SETTIMANA UNA SACCATURA FREDDA PUNTA IL MEDITERRANEO CENTRALE

Per tutto il corso del weekend l’Italia sarà inserita nell’ampia circolazione di bassa pressione, al cui interno scorreranno forti correnti mediamente occidentali che trasporteranno impulsi di instabilità verso le Alpi, parte della Val Padana e le regioni tirreniche. Le temperature caleranno progressivamente, a causa dell’avanzata sempre più decisa dell’aria fredda dall’Artico verso il Mediterraneo centrale.

METEO SABATO 27 Schiarite su pianura piemontese e Ponente Ligure, ma anche su bassa Val Padana e Romagna, addensamenti sul resto del Nord con piogge e rovesci sparsi più frequenti sul Triveneto in temporanea attenuazione in giornata e in ripresa la sera. Neve sulle Alpi dai 600/800m, in calo la sera a tratti fin sui fondovalle. Nuvoloso anche sulle regioni tirreniche con rovesci intermittenti alternati a qualche schiarita, ma con fenomeni in nuova intensificazione entro sera tra Lazio, Campania e Calabria, anche temporaleschi e di forte intensità, localmente associati a grandine. Addensamenti e rovesci anche in Sardegna e in Sicilia; maggiori aperture e più asciutto sul versante adriatico salvo qualche pioggia in Puglia. Neve sull’Appennino centro-settentrionale dai 1100/1300m. Venti forti tra ovest e sud-ovest con mareggiate sulle coste sarde occidentali, tirreniche e su quelle ovest della Sicilia. Temperature in lieve calo per l’avvicinamento della massa artica.

METEO DOMENICA 28 Ampie schiarite su gran parte del Nord salvo addensamenti su Veneto e Friuli con qualche pioggia più frequente la sera. Addensamenti in intensificazione anche sulle Alpi centro-occidentali con deboli nevicate ma a quote molto basse, anche di fondovalle. Ancora instabile sulle regioni tirreniche con rovesci e temporali ad inizio giornata sul settore centro-meridionale (Lazio, Campania e Calabria) con possibili temporali serali, anche con grandine. Instabile inoltre su ovest Sardegna e nord Sicilia con rovesci sparsi, schiarite sulle regioni adriatiche salvo qualche rovescio ad inizio giornata sulle Marche. Neve sull’Appennino già dai 300/500m su quello centro-settentrionale, in calo fino a 600m su quello meridionale. Venti forti occidentali con mareggiate sulle coste tirreniche e su quelle occidentali delle isole maggiori. Temperature in ulteriore calo per l’arrivo della massa fredda.

Plot

Articolo di Gerardo Giordano del 25 Novembre 2021 alle ore 17:22

Altri articoli di approfondimento e non solo...

Flash News

» Satelliti Meteo
» Mappe Meteo
» Radar Meteo
» Fulmini
» Terremoti

Scarica le App Meteo In Diretta

Le città più calde e più fredde in Italia

Oggi Domenica 05 Dicembre
Le più Calde
Località T°C
Siena 10°
Prato 10°
Pavia 10°
Nuoro 10°
Arezzo
Rieti
Milano
Verona
Mantova
Como
Le più Fredde
Località T°C
Aosta
Firenze 10°
Ancona 10°
Potenza 10°
Enna 10°
Macerata 10°
Campobasso 10°
Pistoia 10°
Perugia 10°
Fermo 10°
Domani Lunedi 06 Dicembre
Le più Calde
Località T°C
Livorno 10°
Pordenone 10°
Padova 10°
Treviso 10°
Venezia 10°
Savona 10°
La Spezia 10°
Rovigo 10°
Ragusa 10°
Pisa 10°
Le più Fredde
Località T°C
Aosta
Cosenza 10°
Grosseto 10°
Benevento 10°
Sassari 10°
Ancona 11°
Vibo Valentia 11°
Bari 11°
Frosinone 11°
Pescara 11°