Migrazione del plancton: un fenomeno globale che cambierà la rete alimentare

Tempo di lettura: 2 minuti.

Il riscaldamento degli oceani potrebbe causare profondi cambiamenti nella distribuzione del plancton e nel ciclo del carbonio.

Se l’aumento della temperatura globale dovesse avvicinarsi ad un margine abbastanza significativo potremmo assistere ad una profonda ristrutturazione delle specie di plancton che vivono nei nostri oceani. Una vera e propria migrazione di questi organismi fondamentali per la sopravvivenza, che avrebbe conseguenze radicali non solo sulla biodiversità, ma anche sulla rete alimentare globale.

Il progressivo riscaldamento degli oceani potrebbe spingere il plancton a migrare dai tropici verso i poli, per sfuggire alle acque troppo calde e ostili. In effetti, stiamo già assistendo allo spostamento di alcune specie più a nord rispetto alla norma negli ultimi decenni. Questa riconfigurazione del plancton avrebbe un profondo impatto sugli ecosistemi oceanici, poiché esso svolge un ruolo primario nel ciclo di carbonio e nelle catene di approvvigionamento.

Il plancton è costituito perlopiù da organismi microscopici che vengono trasportati dalle correnti oceaniche, dunque senza una capacità di propulsione sufficiente a controllare i propri spostamenti. È la seconda forma di vita più abbondante sulla Terra dopo i batteri: senza plancton, la vita come la conosciamo negli oceani non esisterebbe.

Le due specie di particolare interesse sono il fitoplancton (vegetale) e lo zooplancton (animale). Il primo svolge un ruolo fondamentale nel ciclo del carbonio e nella produzione di ossigeno terrestre grazie alla fotosintesi, oltre a costituire, insieme allo zooplancton, una parte vitale della rete alimentare su cui fanno affidamento gli altri organismi marini.

Un team di ricercatori dell’ETH di Zurigo, guidato dal fisico ambientale Fabio Benedetti, ha mappato la distribuzione globale di oltre 860 specie di fitoplancton e zooplancton, riscontrando un aumento in entrambe le specie. Ma se la media della temperatura superficiale del mare dovesse raggiungere i 25 °C – attualmente la media a lungo termine è di 16,1 °C – lo zooplancton diminuirebbe ai tropici e tutte le specie si sposterebbero verso acque più fredde a latitudini più elevate.

In queste comunità polari, fino al 40% delle specie di fitoplancton verrebbe sostituito da intrusi subtropicali. “In alcune aree dell’oceano, assisteremo a un aumento del numero di specie che, a prima vista, potrebbe sembrare positivo”, spiega Benedetti. “Ma questo aumento della diversità potrebbe effettivamente rappresentare una seria minaccia per l’esistenza e il funzionamento di ecosistemi marini ben consolidati a latitudini più elevate”.

Le simulazioni del team suggeriscono inoltre che le temperature più alte favorirebbero il plancton più piccolo piuttosto che gli organismi più grandi, con un declino che avrebbe impatto sia sulle popolazioni marine che sul ciclo di carbonio. Il processo di trasformazione di anidride carbonica avverrebbe più in profondità e pertanto questa resterebbe intrappolata più a lungo senza raggiungere l’atmosfera, riducendo l’efficienza degli oceani di assorbire carbonio.

Per gli scienziati, la migrazione del plancton è una questione di tempo, anche se molto complesso capire quando questo cambiamento diventerebbe più marcato. Sono già stati osservati spostamenti nella vita marina, con diversi organismi che si allontanano dalle regioni equatoriali per sopravvivere e sfuggire alle acque troppo calde, ma anche cambiamenti nelle dimensioni, come alcuni crostacei rimpiazzati da specie più piccole.

Lo studio è stato pubblicato su Nature Communications.

Articolo di Erika del 18 Ottobre 2021 alle ore 16:47

Altri articoli di approfondimento e non solo...

Flash News

» Satelliti Meteo
» Mappe Meteo
» Radar Meteo
» Fulmini
» Terremoti

Scarica le App Meteo In Diretta

Le città più calde e più fredde in Italia

Oggi Lunedi 29 Novembre
Le più Calde
Località T°C
Vibo Valentia 10°
Imperia 10°
Foggia 10°
Ancona 10°
Matera 10°
Ragusa
Benevento
Livorno
Savona
Sassari
Le più Fredde
Località T°C
Aosta -0°
Caserta 10°
Catanzaro 10°
Roma 10°
Latina 11°
Agrigento 11°
Oristano 11°
Napoli 11°
Cagliari 11°
Bari 11°
Domani Martedi 30 Novembre
Le più Calde
Località T°C
Rimini 10°
Pisa 10°
Caserta 10°
Catanzaro 10°
Ragusa 10°
Ferrara
Vicenza
Benevento
Trieste
Ascoli Piceno
Le più Fredde
Località T°C
Bologna 10°
Foggia 10°
Alessandria 10°
Modena 10°
Ancona 10°
Roma 10°
Ravenna 10°
Latina 10°
Bari 11°
Grosseto 11°