Eruzione Isole Canarie, l’anidride solforosa raggiunge l’Italia

Tempo di lettura: 1 minuto.

Una nube di gas vulcanici si sta espandendo in atmosfera dirigendosi verso il Mediterraneo e l’Italia.

L’eruzione del vulcano Cumbre Vieja nelle Isole Canarie prosegue intensa con la lava che avanza inghiottendo case ed edifici. La Palma conta finora 185 edifici distrutti, di cui 63 abitazioni, mentre gli sfollati sono circa 6.000, con una stima dei danni che si aggira intorno ai 400 milioni di euro. Dal vulcano si è innalzata una nube di materiali solidi e gas, che si sta espandendo nell’atmosfera incrementando la tossicità dell’aria e minacciando anche le zone vicine.

Oltre ai piroclasti, ovvero cenere e lapilli, la nube di gas vulcanici comprende vapore acqueo, anidride carbonica, anidride solforosa, monossido di carbonio, composti di azoto, cloro e fluoro. Secondo i modelli del Copernicus Atmosphere Monitoring Service (CAMS), una parte significativa di anidride solforosa presente nella colonna d’aria sta viaggiando verso il Mediterraneo e l’Italia.

Dopo la CO2, l’anidride solforosa (SO2) è il principale gas emesso durante un’eruzione vulcanica, la cui quantità può ammontare da 20 tonnellate fino a 10 milioni di tonnellate al giorno a seconda dell’eruzione. I suoi effetti nell’atmosfera tuttavia dipendono non solo dalla quantità espulsa dal vulcano, ma dai venti e dalla quota aggiunta dal gas, che può variare da 13-18 km di quota (troposfera) fino a 50 km di quota (stratosfera).

Il livello di tossicità della SO2 varia in base alla concentrazione e all’altitudine raggiunta in seguito ad un’eruzione: se si ferma alla troposfera risulta più dannosa per gli esseri viventi, poiché la sua esposizione prolungata può condurre ad un’intossicazione; inoltre, se legata all’acqua, da origine all’acido solforico, generando a sua volta il fenomeno delle piogge acide.

Secondo le disposizioni dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), l’essere umano non dovrebbe essere esposto all’anidride solforosa in concentrazioni superiori a 0,5 parti per milione (ppm) per più di 24 ore. Questo gas dall’odore pungente risulta infatti irritante per gli occhi e le vie respiratorie e può rappresentare un pericolo per la salute. Diversamente, se la SO2 raggiunge la stratosfera gli impatti dell’esposizione diretta per gli esseri viventi si riducono, ma la minaccia cresce per lo strato di ozono, poiché il gas contribuisce alla sua demolizione.

Nell’Unione Europea la soglia limite di SO2 per la salute umana è di 350 microgrammi per metro cubo (μg/m3). Per ora il CAMS non prevede picchi preoccupanti a livello del suolo: a Gibilterra i livelli dovrebbero raggiungere i 55 μg/m3, a Marsiglia supererebbero i 20 μg/m3, mentre in Italia sarebbero anche più bassi, con Milano intorno ai 12 μg/m3 e Roma 6 μg/m3.

Articolo di Erika del 23 Settembre 2021 alle ore 16:53

Altri articoli di approfondimento e non solo...

Flash News

» Satelliti Meteo
» Mappe Meteo
» Radar Meteo
» Fulmini
» Terremoti

Scarica le App Meteo In Diretta

Le città più calde e più fredde in Italia

Oggi Lunedi 18 Ottobre
Le più Calde
Località T°C
Grosseto 22°
Caserta 22°
Roma 22°
Oristano 22°
Siracusa 21°
Benevento 21°
Latina 21°
Frosinone 21°
Asti 21°
Terni 21°
Le più Fredde
Località T°C
Potenza 15°
Campobasso 16°
Ancona 16°
Chieti 16°
Belluno 16°
L'aquila 17°
Fermo 17°
Varese 17°
Pescara 17°
Teramo 17°
Domani Martedi 19 Ottobre
Le più Calde
Località T°C
Grosseto 23°
Bologna 22°
Roma 22°
Modena 22°
Caserta 22°
Ferrara 22°
Taranto 22°
Sassari 22°
Aosta 22°
Benevento 22°
Le più Fredde
Località T°C
Belluno 16°
Ancona 17°
Biella 17°
Varese 17°
Potenza 17°
Pescara 17°
Campobasso 17°
Chieti 17°
Savona 18°
Como 18°