Rischio climatico per 6 città italiane, la prima analisi nel rapporto CMCC

Tempo di lettura: 2 minuti.

Lo studio analizza per la prima volta il rischio associato alla crisi climatica a Bologna, Milano, Napoli, Roma, Torino e Venezia.


Il cambiamento climatico è una questione di importanza cruciale ormai al centro delle tematiche ambientali e politiche, che il più delle volte emerge da analisi a livello globale, continentale o nazionale. Ma gli effetti della crisi climatica stanno cominciando ad assumere carattere più marcato anche nelle singole città e, nonostante la complessità di applicare certe proiezioni future a piccole aree del pianeta, abbiamo i primi studi su ciò che potrebbe avvenire in futuro nei centri urbani a causa del riscaldamento globale.

Il rapporto del Centro Euro-Mediterraneo sui Cambiamenti Climatici (CMCC) mostra la prima analisi integrata del rischio associato al clima in 6 città italiane: Bologna, Milano, Napoli, Roma, Torino e Venezia. Lo studio esamina gli scenari futuri possibili per queste città e le misure di adattamento finora intraprese contro la crisi climatica, utilizzando informazioni relative al trend degli ultimi 30 anni.

Ciascuna delle 6 città analizzate ha mostrato un costante aumento delle temperature durante il periodo, con una serie consecutiva di anni più caldi rispetto alla media a partire dal 2014, un aumento omogeneo delle notti tropicali con temperature mai inferiori a 20 °C, un aumento delle giornate di caldo intenso a Venezia e Napoli.

Anche le precipitazioni risultano cambiate, con una tendenza ad intensificarsi in seguito a periodi più lunghi senza piogge a Venezia e Milano, o con l’aumento delle massime giornaliere a Roma. Tutte le città hanno poi riportato una frequenza delle ondate di calore, con incrementi significativi per Napoli ( +50 giorni di caldo intenso negli ultimi 2 decenni), Milano (+30), Torino (+29), Roma (+28).

La prospettiva futura per queste città è molto legata alle politiche climatiche e potrebbe cambiare radicalmente in assenza di strategie di adattamento. Secondo il rapporto, entro il 2100 la temperatura aumentare di 4-6 °C a seconda delle stagioni, ad esempio a Milano l’estate potrebbe riscaldarsi di 6°C, Napoli potrebbe subire un aumento di 5 °C in estate e autunno, Roma fino a 6° in estate e autunno; Torino potrebbe vivere estati più calde di 6°C. Le giornate di caldo intenso aumenterebbero in tutte le città esaminate anche nello scenario più ottimistico, ma comunque non oltre i 2 °C di aumento.

Entro il 2050, in assenza di provvedimenti, le piogge dovrebbero aumentare in quasi tutte le città, con giorni molto piovosi sempre più frequenti, eventi per i quali sarà determinante lo stato del suolo, dei fiumi e delle città stesse. Gli allagamenti saranno infatti più probabili a Bologna, mentre le piogge intense saranno più comuni soprattutto a Napoli, aumentando il rischio di danni.

Quanto alle criticità legate alle singole città, crescono i rischi soprattutto per Venezia, dove la subsidenza insieme all’innalzamento del livello del mare e l’acqua alta hanno causato 40 volte il superamento della soglia critica di 120 cm negli ultimi 10 anni, per Napoli, dove l’alta densità delle abitazioni ha innescato 12 fenomeni calamitosi soltanto dal 2010 ad oggi, per Torino, dove i numerosi interventi di modifica ai corsi d’acqua ha aumentato il rischio di esondazioni e allagamenti.

“Il rapporto offre informazioni molto preziose su come l’emergenza globale del cambiamento climatico si declini a livello locale, con un impatto enorme sull’economia, sulla società e anche sulla salute”, ha affermato la climatologa Serena Giacomin, presidente di Italian Climate Network, durante la presentazione dell’analisi. “È fondamentale che questi dati prodotti dalla comunità scientifica siano utilizzati come strumenti per una gestione del rischio il più possibile efficace”.

Articolo di Erika del 22 Settembre 2021 alle ore 16:47

Altri articoli di approfondimento e non solo...

Flash News

» Satelliti Meteo
» Mappe Meteo
» Radar Meteo
» Fulmini
» Terremoti

Scarica le App Meteo In Diretta

Le città più calde e più fredde in Italia

Oggi Lunedi 18 Ottobre
Le più Calde
Località T°C
Grosseto 22°
Caserta 22°
Roma 22°
Oristano 22°
Siracusa 21°
Benevento 21°
Latina 21°
Frosinone 21°
Asti 21°
Terni 21°
Le più Fredde
Località T°C
Potenza 15°
Campobasso 16°
Ancona 16°
Chieti 16°
Belluno 16°
L'aquila 17°
Fermo 17°
Varese 17°
Pescara 17°
Teramo 17°
Domani Martedi 19 Ottobre
Le più Calde
Località T°C
Grosseto 23°
Bologna 22°
Roma 22°
Modena 22°
Caserta 22°
Ferrara 22°
Taranto 22°
Sassari 22°
Aosta 22°
Benevento 22°
Le più Fredde
Località T°C
Belluno 16°
Ancona 17°
Biella 17°
Varese 17°
Potenza 17°
Pescara 17°
Campobasso 17°
Chieti 17°
Savona 18°
Como 18°