La Danimarca costruirà un’enorme isola artificiale per sfuggire alle inondazioni. Gli ambientalisti protestano

Tempo di lettura: 1 minuto.

L’isola ospiterà circa 35.000 persone e proteggerà Copenaghen dalle future inondazioni dovute all’innalzamento del livello del mare.

Un’enorme isola artificiale per proteggere Copenaghen dall’innalzamento del livello del mare e ospitare 35.000 persone: è il progetto edilizio più grande mai realizzato dalla Danimarca, approvato il 4 giugno dal parlamento danese. Lynetteholm avrà un’estensione di 2,8 chilometri quadrati e sarà costruita a nord dell’isola di Refshaleoen, l’ex area industriale della capitale. Ma il progetto, approvato con soli 85 voti favorevoli, preoccupa gli ambientalisti e la Svezia per l’impatto sull’ecosistema locale e sul territorio.

Il progetto di Lynetteholm era stato annunciato per la prima volta nel 2018 dall’ex primo ministro conservatore Lars Løkke Rasmussen e dall’ex sindaco di Copenaghen Frank Jensen. Pensata in parte come piano di protezione costiera,  la costruzione impedirebbe future inondazioni di Copenaghen attraverso una diga e al contempo contrasterebbe l’aumento dei prezzi delle abitazioni legati alla domanda crescente.

La realizzazione dell’isola costerà alla Danimarca circa 20 miliardi di corone (circa 2,6 miliardi di euro) e i lavori dovrebbero terminare nel 2070, secondo le stime. Almeno 20.000 abitazioni ospiteranno circa 35.000 persone e l’isola sarà collegata alla capitale danese da una linea metropolitana, un tunnel portuale e una tangenziale.  

L’ambizioso progetto danese sta però sollevando forti polemiche in merito ai rischi legati all’enorme costruzione artificiale, che produrrebbe nuove fonti di inquinamento. Gli ambientalisti, preoccupati per l’impatto sulla qualità dell’acqua e sugli ecosistemi locali, hanno protestato fuori alla sede del Folketing (il parlamento danese), denunciando la mancanza di una valutazione adeguata delle conseguenze ambientali del progetto più grande della storia del Paese.

Anche la Svezia ha espresso il suo dissenso invitando il governo danese al rispetto della Convenzione di Espoo e della Valutazione ambientale strategica per quanto riguarda gli impatti transfrontalieri sull’ambiente nei Paesi vicini. Le Valutazioni di impatto ambientale (Via) hanno peraltro riguardato soltanto la costruzione stessa dell’isola, escludendo gli impatti delle infrastrutture, delle abitazioni e degli altri progetti urbanistici previsti, cosa che ha condotto l’iniziativa davanti alla Corte di Giustizia dell’Unione europea.

Articolo di Erika del 08 Giugno 2021 alle ore 18:24

Altri articoli di approfondimento e non solo...

Flash News

» Satelliti Meteo
» Mappe Meteo
» Radar Meteo
» Fulmini
» Terremoti

Scarica le App Meteo In Diretta

Le città più calde e più fredde in Italia

Oggi Venerdi 18 Giugno
Le più Calde
Località T°C
Foggia 34°
Bologna 34°
Ferrara 34°
Mantova 33°
Modena 33°
Ravenna 32°
Cremona 32°
Parma 32°
Matera 32°
Oristano 32°
Le più Fredde
Località T°C
Savona 23°
Cagliari 23°
Vibo Valentia 24°
Crotone 24°
Genova 24°
Ancona 24°
Messina 25°
Livorno 25°
Imperia 25°
Catania 25°
Domani Sabato 19 Giugno
Le più Calde
Località T°C
Sassari 39°
Oristano 38°
Foggia 36°
Ferrara 36°
Bologna 36°
Modena 35°
Mantova 34°
Rovigo 34°
Macerata 34°
Ravenna 34°
Le più Fredde
Località T°C
Savona 23°
Genova 25°
Livorno 25°
Ancona 25°
Vibo Valentia 26°
Cagliari 26°
Messina 26°
Brindisi 26°
Imperia 27°
Trapani 27°