In 20 anni rigenerati 59 milioni di ettari di foreste in tutto il mondo

Tempo di lettura: 2 minuti.

La ricrescita degli arbusti ha favorito l’assorbimento di 5,9 gigatonnellate di CO2.

Un nuovo rapporto di Trillion Trees in collaborazione con BirdLife International, WCS e WWF ha mostrato che dal 2000 ad oggi si è rigenerata un’area di foreste grande quanto la Francia, per un totale di circa 59 milioni di ettari di territorio. I dati basati su oltre 30 anni di immagini satellitari in 29 paesi e 13 ecoregioni evidenziano un potenziale di assorbimento di CO2 fino a 5,9 gigatonnellate di anidride carbonica – più delle emissioni annuali di carbonio degli USA – grazie alla ricrescita degli arbusti.

I risultati mostrano “l’enorme potenziale di recupero degli habitat naturali quando viene data la possibilità di farlo”, osserva il direttore esecutivo di Trillion Trees, John Lotspeich. Se tutelate, le foreste in declino possono rigenerarsi e ripristinare la capacità di stoccaggio di CO2, riducendo così le emissioni in atmosfera.

Un minimo intervento umano è sufficiente, evidenzia IFL Science, per ripristinare i boschi naturali, piantando specie autoctone o rimuovendo le piante invasive per favorirne la crescita. La rigenerazione naturale delle foreste spesso è più economica e migliore per la biodiversità, evidenzia William Baldwin-Cantello del WWF, rispetto alla piantumazione attiva di alberi nelle foreste.

Nell’area nord-occidentale del Brasile, l’abbandono dell’agricoltura ha favorito la rinascita delle aree boschive naturali in modo significativo. Anche in Cina le politiche governative hanno incrementato la rigenerazione delle foreste nel giro di pochi anni, a conferma del fatto che una gestione corretta può davvero fare la differenza.

Tuttavia, la deforestazione è ancora un problema che affligge in modo grave le foreste di tutto il mondo, divorando milioni di ettari ogni anno, molti di più di quelli rigenerati. Il ripristino e la tutela delle foreste è soltanto uno dei fattori necessari per un piano efficace contro il cambiamento climatico. Lo studio avverte inoltre che, nonostante i segnali incoraggianti, le foreste devono ancora affrontare minacce significative.

La deforestazione è ancora una piaga dilagante, che va assolutamente controllata. Le aree colpite dalla distruzione per mano umana o a causa di incendi richiedono degli sforzi raddoppiati per la conservazione e ciò rallenta parecchio una possibile ripresa. Lo studio suggerisce dove e perché la rigenerazione sta avvenendo, aiutandoci a capire come ricreare quelle condizioni altrove, spiega Baldwin-Cantello, ma “non possiamo dare per scontata questa rigenerazione”.

Articolo di Erika del 12 Maggio 2021 alle ore 17:41

Altri articoli di approfondimento e non solo...

Flash News

» Satelliti Meteo
» Mappe Meteo
» Radar Meteo
» Fulmini
» Terremoti

Scarica le App Meteo In Diretta

Le città più calde e più fredde in Italia

Oggi Venerdi 18 Giugno
Le più Calde
Località T°C
Foggia 34°
Bologna 34°
Ferrara 34°
Mantova 33°
Modena 33°
Ravenna 32°
Cremona 32°
Parma 32°
Matera 32°
Oristano 32°
Le più Fredde
Località T°C
Savona 23°
Cagliari 23°
Vibo Valentia 24°
Crotone 24°
Genova 24°
Ancona 24°
Messina 25°
Livorno 25°
Imperia 25°
Catania 25°
Domani Sabato 19 Giugno
Le più Calde
Località T°C
Sassari 39°
Oristano 38°
Foggia 36°
Ferrara 36°
Bologna 36°
Modena 35°
Mantova 34°
Rovigo 34°
Macerata 34°
Ravenna 34°
Le più Fredde
Località T°C
Savona 23°
Genova 25°
Livorno 25°
Ancona 25°
Vibo Valentia 26°
Cagliari 26°
Messina 26°
Brindisi 26°
Imperia 27°
Trapani 27°