I rifiuti della pandemia stanno devastando l’ambiente e gli animali

Tempo di lettura: 2 minuti.

Dall’inizio della pandemia di Covid-19 è diventato subito chiaro che un’altra grave questione si sarebbe sollevata di lì a poco: l’enorme produzione di rifiuti monouso che minacciano l’ambiente e la fauna selvatica. Prima della diffusione del virus, in realtà, il problema dei rifiuti di plastica e monouso era al centro del dibattito, oscurato poi dalla necessità di proteggersi dal contagio. Ma il boom della produzione di mascherine monouso e altri dispositivi di protezione individuale (DPI) ha dato una nuova potenza al fenomeno già critico, provocando un’esplosione di rifiuti usa e getta nell’ambiente.

La “Covid-19 litter” va intesa come una vera e propria forma di inquinamento, che può avere effetti mortali sulla fauna selvatica e le specie marine. “Consiste principalmente in guanti monouso (solitamente in lattice) e mascherine monouso, costituite da elastici di gomma e tessuto principalmente in polipropilene”, si legge in un nuovo studio guidato dai biologi Auke-Florian Hiemstra del Naturalis Biodiversity Center e Liselotte Rambonnet dell’Università di Leiden. Questi oggetti, lasciati nell’ambiente, rappresentano un facile rischio di intrappolamento o ingestione per moltissime specie, che è uno dei principali impatti dell’inquinamento da plastica.

Il problema non è da sottovalutare: ogni minuto vengono utilizzate circa 3 milioni di mascherine, la maggior parte delle quali sono monouso, né progettate né consigliate per un uso ripetuto. Per mesi gli scienziati hanno avvertito della minaccia di questa montagna di rifiuti PPE che si fa strada nell’ambiente, descrivendola come un disastro che potrebbe durare generazioni. Non riguarda soltanto la terraferma, ma anche gli oceani dove, secondo le stime, sarebbero finite circa 1,5 miliardi di mascherine soltanto nel 2020.

Oggi stiamo avendo un’immagine più esaustiva di ciò che l’inquinamento da plastica è in grado di causare quando entra in contatto con l’ambiente e gli animali. Sono moltissime le testimonianze di pesci e tartarughe marine intrappolate o con lo stomaco pieno di plastica, di animali marini spiaggiati, o di uccelli che ingeriscono plastica. Proprio la raccolta di queste testimonianze è stata il punto di partenza dello studio, che si concentra sulle osservazioni dall’inizio della pandemia.

Alcune immagini mostrano uccelli che utilizzano i rifiuti per i loro nidi, altri con le zampe o i becchi impigliati tra gli elastici delle mascherine, altri soffocati dal materiale. Moltissimi animali sono stati trovati aggrovigliati tra guanti e mascherine, come pipistrelli, ricci, pesci, granchi, alcuni feriti o morti. Altri ingeriscono plastica involontariamente, come il pinguino di Magellano trovato morto su una spiaggia in Brasile con una mascherina nello stomaco.

Per continuare a raccogliere dati e sensibilizzare sull’entità di questo drammatico fenomeno, i ricercatori hanno creato un sito Web (covidlitter.com) in cui le persone possono condividere le proprie osservazioni. “La pandemia non è ancora finita e la quantità di DPI utilizzati può solo aumentare e continuerà a minacciare la fauna selvatica”, spiegano gli autori. “Inoltre, i rifiuti già disseminati si degraderanno in micro e nanoplastiche e rimarranno nell’ambiente per centinaia di anni”.

Nella misura in cui è possibile, possiamo controllare il nostro impatto sull’ambiente in merito all’uso dei DPI. I ricercatori esortano a tagliare i guanti usa e getta e gli elastici delle mascherine prima di smaltirli, e comunque preferire i dispositivi riutilizzabili laddove possibile.

Articolo di Erika del 17 Aprile 2021 alle ore 13:56

Altri articoli di approfondimento e non solo...

Flash News

» Satelliti Meteo
» Mappe Meteo
» Radar Meteo
» Fulmini
» Terremoti

Scarica le App Meteo In Diretta

Le città più calde e più fredde in Italia

Oggi Mercoledi 23 Giugno
Le più Calde
Località T°C
Siracusa 40°
Ragusa 39°
Matera 39°
Foggia 38°
Cosenza 38°
Enna 38°
Palermo 37°
Benevento 37°
Catanzaro 37°
Potenza 36°
Le più Fredde
Località T°C
Savona 23°
Cagliari 24°
Aosta 24°
Ancona 24°
Genova 25°
Biella 26°
Imperia 26°
Pescara 27°
Varese 27°
Livorno 27°
Domani Giovedi 24 Giugno
Le più Calde
Località T°C
Foggia 44°
Agrigento 41°
Matera 40°
Caserta 40°
Ragusa 40°
Benevento 40°
Catanzaro 39°
Palermo 39°
Lecce 39°
Chieti 38°
Le più Fredde
Località T°C
Aosta 22°
Cagliari 24°
Savona 24°
Genova 24°
Biella 24°
Livorno 25°
La Spezia 25°
Varese 25°
Imperia 26°
Sondrio 26°