Le alghe “ci fanno un favore” intrappolando la plastica e riportandola sulle spiagge

Tempo di lettura: 1 minuto.

Le palle di posidonia possono catturare milioni di particelle di plastica dai fondali.

Note come “palle di Nettuno”, gli agglomerati di posidonia che si spiaggiano lungo le coste sono in grado di raccogliere milioni di particelle di plastica durante il loro percorso, svolgendo un vero e proprio ruolo di controllo dell’inquinamento marino. Un altro esempio di come la natura sia in grado di autoregolarsi, sebbene ciò non rappresenti una soluzione finale agli impatti generati dalle attività umane. Secondo una ricerca pubblicata su Scientific Reports, le alghe ancorate ai fondali possono raccogliere 900 milioni di frammenti di plastica soltanto nel Mediterraneo ogni anno.

“Abbiamo dimostrato che i detriti di plastica nei fondali marini possono essere intrappolati nei resti di alghe, lasciando infine l’ambiente marino attraverso la spiaggia”, ha affermato l’autore principale Anna Sanchez-Vidal, biologa marina dell’Università di Barcellona. Questa pulizia accidentale “rappresenta una continua eliminazione dei detriti di plastica dal mare”, ha aggiunto, nonché un ulteriore “servizio” fornito da questi organismi fondamentali per gli ecosistemi oceanici e per gli umani.

Per comprendere meglio le capacità di catturare plastica delle fanerogame marine, il team ha esaminato la Posidonia oceanica, presente nel Mar Mediterraneo. Tra il 2018 e il 2019 hanno contato le microplastiche trovate nelle palle di posidonia che si erano riversate su 4 grandi spiagge a Maiorca, in Spagna. Metà dei campioni analizzati presentava detriti di plastica, fino a 600 bit per chilo di foglie. Solo il 17% della fibra di fanerogame più stretta nota come palline di Nettuno conteneva plastica, ma con una densità molto più elevata: quasi 1.500 frammenti per chilo di alghe.

Esistono circa 70 specie di fanerogame marine, raggruppate in diverse famiglie di piante da fiore e diffuse dall’Artico ai tropici, talvolta formando vasti prati sottomarini. Svolgono un ruolo fondamentale nel migliorare la qualità dell’acqua, assorbono CO2 ed rilasciano ossigeno e costituiscono un habitat naturale per centinaia di specie di pesci. Infine, oltre ad essere il fondamento delle reti alimentari marine, le alghe proteggono le spiagge dall’erosione costiera e aiutano a limitare l’impatto delle mareggiate.

Articolo di Erika del 17 Gennaio 2021 alle ore 12:58

Altri articoli di approfondimento e non solo...

Flash News

» Satelliti Meteo
» Mappe Meteo
» Radar Meteo
» Fulmini
» Terremoti

Scarica le App Meteo In Diretta

Le città più calde e più fredde in Italia

Oggi Martedi 02 Marzo
Le più Calde
Località T°C
Potenza 10°
Oristano 19°
Sassari 18°
Imperia 18°
Firenze 18°
Lucca 17°
Caserta 17°
Pisa 17°
Pistoia 17°
Terni 17°
Le più Fredde
Località T°C
Aosta 11°
Cuneo 11°
Campobasso 11°
L'aquila 11°
Belluno 11°
Sondrio 11°
Biella 12°
Ancona 12°
Enna 12°
Rimini 13°
Domani Mercoledi 03 Marzo
Le più Calde
Località T°C
Caserta 18°
Asti 18°
Alessandria 17°
Oristano 17°
Bologna 17°
Benevento 17°
Ferrara 17°
Firenze 17°
Modena 17°
Grosseto 17°
Le più Fredde
Località T°C
Enna 11°
Potenza 11°
Ancona 12°
Savona 12°
Sondrio 13°
Belluno 13°
Campobasso 13°
Ragusa 13°
Aosta 13°
Fermo 13°