Focus neve: prossimi giorni con fiocchi fino a bassa quota, dove e quando?

La perturbazione che nel corso di domani martedì 1 dicembre provocherà un graduale peggioramento a partire dall’arco alpino e dalle regioni tirreniche sarà accompagnata da aria piuttosto fredda, responsabile di un abbassamento delle temperature e della quota neve, che al Nord potrà cadere a quote davvero basse, a tratti anche in pianura tra la sera e la giornata di mercoledì. I fiocchi faranno la loro comparsa anche sull’Appennino, a quote basse su quello settentrionale, un po’ più elevate invece sul settore centrale. E venerdì la nuova perturbazione in arrivo dall’Atlantico porterà altre nevicate, ancora una volta a quote basse su tratti della Val Padana.

MARTEDÌ FIOCCHI SULLE ALPI, LA SERA NEVE FIN SULLA VAL PADANA

Il fronte freddo in discesa dal Nord Europa si addosserà alle Alpi confinali dove cominceranno a cadere i primi fiocchi in giornata, quando già al mattino sul settore svizzero. Quota neve in calo a 600/800m in giornata sulle Alpi, con fenomeni che interesseranno principalmente i settori piemontesi, lombardi e alto atesini. La sera, complice la formazione di un minimo di pressione sull’alto Tirreno, il fronte valicherà le Alpi e si concentrerà i suoi effetti su gran parte delle regioni centro-settentrionali. L’aria fredda che affluirà sulla Val Padana farà abbassare la quota neve, con fiocchi a tratti misti a pioggia fino in pianura sul basso Piemonte, oltre i 400/700m su entroterra ligure e Appennino tosco-Emiliano, 1300m tra Umbria e Lazio.

Neve prevista per Martedì 1 Dicembre

MERCOLEDÌ NEVE A TRATTI IN PIANURA AL CENTRO-NORD

La perturbazione intensificherà i suoi effetti e il maltempo impegnerà gran parte del Centro-Nord, mentre l’aria fredda continuerà ad affluire verso il centro del vortice, diretto verso le regioni centrali. Poca neve sulle Alpi in questa circostanza, mentre saranno favorite le pianure con fiocchi a tratti su basso Piemonte ed Emilia. Neve quindi a Cuneo con alcuni centimetri di accumulo, fiocchi ad Asti, Alessandria, Piacenza, Parma, Modena e Reggio Emilia. Neve sull’entroterra ligure, dai 300/500m sulla dorsale toscana, fino a 1200m tra Umbria e Lazio.

FENOMENI IN ATTENUAZIONE GIOVEDÌ, PRIMA DI UN NUOVO PEGGIORAMENTO

Giovedì 3 la perturbazione si sposterà sulle regioni meridionali favorendo un’attenuazione dei fenomeni al Centro-Nord, anche se qualche fiocco sarà ancora possibile dai 600/800m sulle Alpi orientali, 300/500m in Toscana, 1200m sull’Appennino centrale. La sera ripresa dei fenomeni al Nordovest per l’avvicinamento di una perturbazione atlantica che si paleserà soprattutto a partire da venerdì, quando si estenderà a tutto il Nord e alle regioni tirreniche. Anche in questo caso attese nevicate a quote basse, non escluse a tratti fino in pianura in Piemonte, abbondanti sull’arco alpino.

Articolo di Gerardo Giordano del 30 Novembre 2020 alle ore 16:10

Altri articoli di approfondimento e non solo...

Flash News

» Satelliti Meteo
» Mappe Meteo
» Radar Meteo
» Fulmini
» Terremoti

Scarica le App Meteo In Diretta

Le città più calde e più fredde in Italia

Oggi Lunedi 18 Gennaio
Le più Calde
Località T°C
Grosseto 10°
Latina 10°
Genova
Livorno
Ragusa
Savona
Crotone
Nuoro
Napoli
Pisa
Le più Fredde
Località T°C
Potenza
L'aquila
Campobasso
Messina 10°
Roma 10°
Imperia 11°
Palermo 11°
Sassari 11°
Siracusa 12°
Trapani 12°
Domani Martedi 19 Gennaio
Le più Calde
Località T°C
Messina 10°
Fermo 10°
Nuoro 10°
Benevento 10°
Prato 10°
Ascoli Piceno 10°
Taranto 10°
Modena 10°
Pistoia 10°
Terni 10°
Le più Fredde
Località T°C
Belluno
Lucca 10°
Bologna 10°
Crotone 10°
Savona 10°
Bari 11°
Caserta 11°
Agrigento 11°
La Spezia 11°
Firenze 11°