La Grande Barriera Corallina ha perso la metà dei coralli in meno di 30 anni

Dal 1995 ad oggi è scomparso più del 50% delle colonie di coralli a causa dei grandi sbiancamenti di massa annuali.

Il riscaldamento dei mari indotto dal cambiamento climatico ha causato una perdita di oltre il 50% nella Grande Barriera Corallina australiana soltanto dal 1995 ad oggi. Tutti i tipi di coralli della barriera più importante e grande del mondo hanno subito un declino negli ultimi decenni, con i picchi più allarmanti negli eventi di sbiancamento di massa avvenuti nel 2016 e nel 2017. A marzo di quest’anno, un nuovo sbiancamento di massa ha infierito ulteriormente, sferrando un duro colpo a uno degli ecosistemi più preziosi del Pianeta.

“Non c’è tempo da perdere, dobbiamo ridurre drasticamente le emissioni di gas serra al più presto”, hanno avvertito i ricercatori dell’ARC Center of Excellence for Coral Reef Studies nel Queensland, in Australia. Lo studio, pubblicato sulla rivista Proceedings of the Royal Society B, ha analizzato lo stato di salute e le dimensioni delle colonie di corallo dal 1995 al 2017. Le prospettive future per la barriera sarebbero “molto scarse”, secondo i risultati, con oltre la metà delle popolazioni di coralli scomparse, senza distinzioni tra le specie.

In particolare, il team ha riscontrato le perdite più gravi nei coralli ramificati e a forma di tavola, grandi specie che normalmente forniscono habitat e nutrimento per pesci e altre creature marine. La perdita di strutture coralline più complesse riduce le possibilità di sopravvivenza delle specie che le abitano e queste colonie fondamentali sono state le più colpite dagli sbiancamenti di massa.

Lo sbiancamento dei coralli si verifica quando questi, sotto stress per l’aumento delle temperature, allontanano le alghe che conferiscono loro quei colori. I coralli sono in grado di rigenerarsi, ma per tornare in condizioni di salute sono necessari anche decenni.

Uno studio del 2019 mostrava  che le colonie di coralli danneggiate erano in parte riuscite a rigenerarsi attraverso lo sviluppo di coralli piccoli, poiché quelli adulti erano per gran parte scomparsi. I nuovi risultati mostrano che la capacità di recupero della Grande Barriera Corallina è ora compromessa, perché gli esemplari più grandi, sia giovani che adulti, sono drasticamente diminuiti, mentre una popolazione di coralli in salute avrebbe  milioni di coralli piccoli, così come grandi.

Ad oggi, il riscaldamento globale resta la più grande minaccia per la sopravvivenza a lungo termine della barriera corallina. Nell’ultimo decennio, questo grande sistema naturale che si estende per 2.300 km, è stato gravemente danneggiato dalle temperature anomale del mare che hanno ucciso i coralli, disperso la vita marina e incrementato la crescita di alghe e altri contaminanti. Se la temperatura globale raggiungesse  1,5 °C di riscaldamento, hanno avvertito le Nazioni Unite, il 90% dei coralli nel mondo scomparirebbe.

Articolo di Erika del 15 Ottobre 2020 alle ore 18:02

Altri articoli di approfondimento e non solo...

Flash News

» Satelliti Meteo
» Mappe Meteo
» Radar Meteo
» Fulmini
» Terremoti

Scarica le App Meteo In Diretta

Le città più calde e più fredde in Italia

Oggi Venerdi 23 Ottobre
Le più Calde
Località T°C
Sassari 26°
Nuoro 26°
Foggia 25°
Oristano 25°
Palermo 25°
Matera 24°
Trapani 23°
Siracusa 23°
Cagliari 23°
Catanzaro 22°
Le più Fredde
Località T°C
Cuneo 12°
Biella 13°
Varese 14°
Novara 14°
Vercelli 14°
Asti 15°
Torino 15°
Como 15°
Belluno 15°
Bergamo 15°
Domani Sabato 24 Ottobre
Le più Calde
Località T°C
Agrigento 27°
Foggia 26°
Siracusa 25°
Matera 24°
Bari 24°
Ragusa 23°
Crotone 23°
Lecce 23°
Palermo 23°
Catania 23°
Le più Fredde
Località T°C
Aosta 17°
Arezzo 17°
Livorno 17°
L'aquila 18°
Perugia 18°
La Spezia 18°
Siena 18°
Belluno 18°
Biella 18°
Potenza 18°