Forti temporali e grandinate sull’Italia: cosa sta determinando il maltempo di questi giorni?

Fino a pochi giorni fa l’Italia è stata caratterizzata da tempo piuttosto stabile determinato dalla presenza di condizioni anticicloniche. L’anticiclone, associato a un campo di alta pressione, produce moti di compressione che inibiscono la risalita dell’aria verso alte quote e quindi la condensazione del vapore acqueo in essa contenuta. Per questa ragione in condizioni anticicloniche l’atmosfera è stabile e non si verificano precipitazioni.

Schema di sistemi di alta e bassa pressione. FONTE: UCAR

L’anticiclone ha anche determinato il trasporto di aria più calda sul nostro territorio causando un graduale accumulo di energia nell’atmosfera. Nel momento in cui l’area di alta pressione comincia ad indebolirsi, ecco che questa energia tende ad essere liberata attraverso i moti ascendenti e i fenomeni ad essi correlati.

Da ieri aria più fresca di origine atlantica ha raggiunto il Mediterraneo Centrale innescando una circolazione depressionaria sulla nostra Penisola, che ha già interessato il Nord Italia e ora sta agendo sulle regioni centrali e meridionali.

Senza l’azione di compressione causata dall’anticiclone, l’aria calda a contatto con il suolo è spinta naturalmente verso l’alto dove si espande, si raffredda causando la condensazione del vapore acqueo. In un’atmosfera che ha a disposizione molta energia, i moti ascendenti (updraft) possono essere molto intensi e generare imponenti cumulonembi che danno luogo non soltanto a forti piogge ma talvolta anche alla grandine.
Infatti, all’interno di queste nubi torreggianti, le temperature variano velocemente, fino a scendere di molti gradi sotto lo zero alle quote più elevate, dove nelle giuste condizioni, le goccioline presenti all’interno della nube congelano .


Le correnti ascensionali sono però così intense da impedire inizialmente la caduta del ghiaccio. Più volte il cristallo viene spinto verso l’alto, fino a quando, dopo essere cresciuto,  raggiunge una dimensione tale da cadere sotto il suo peso generando la grandine. Nella giornata di ieri locali grandinate hanno interessato l’Abruzzo le Marche e l’Emilia Romagna.

Articolo di Stefano Della Fera del 04 Luglio 2020 alle ore 14:00

Altri articoli di approfondimento e non solo...

Flash News

» Satelliti Meteo
» Mappe Meteo
» Radar Meteo
» Fulmini
» Terremoti

Scarica le App Meteo In Diretta

Le città più calde e più fredde in Italia

Oggi Martedi 04 Agosto
Le più Calde
Località T°C
Siracusa 37°
Bari 35°
Foggia 35°
Lecce 33°
Matera 33°
Catanzaro 33°
Agrigento 33°
Catania 32°
Ragusa 32°
Brindisi 32°
Le più Fredde
Località T°C
Aosta 20°
Trento 21°
Sondrio 21°
Bolzano 22°
Brescia 22°
Belluno 22°
L'aquila 23°
Varese 23°
Cuneo 23°
Ferrara 23°
Domani Mercoledi 05 Agosto
Le più Calde
Località T°C
Siracusa 32°
Catania 31°
Roma 30°
Lecce 30°
Agrigento 30°
Cagliari 29°
Palermo 29°
Grosseto 29°
Latina 29°
Oristano 29°
Le più Fredde
Località T°C
Campobasso 20°
L'aquila 20°
Potenza 22°
Isernia 22°
Avellino 23°
Chieti 23°
Trieste 23°
Gorizia 23°
Teramo 23°
Arezzo 23°