Neve e freddo invernale: marzo chiude il mese con i fiocchi!

Dopo una domenica caratterizzata da temperature primaverili e localmente sopra media, l’arrivo di un nuovo impulso di correnti artiche riporterà l’inverno su gran parte della Penisola con nevicate anche a quote basse dall’inizio della prossima settimana. L’obiettivo di questa nuova irruzione fredda sarà soprattutto il Centro Nord, dove la diminuzione delle temperature rispetto a questi ultimi giorni potrebbe essere anche nell’ordine dei 10-12°, con massime che torneranno al di sotto dei 10° sin da oggi e con possibilità di gelate tardive anche in pianura. L’estremo Sud e le isole maggiori verranno molto meno coinvolti dalla colata artica, ma i termometri perderanno anche qui qualche punto.

NEVE E ARIA FREDDA AD INIZIO SETTIMANA: DOVE E QUANTO?

TEMPERATURE-NEVE LUNEDÌ 30
I fenomeni interesseranno il Nord e parte del Centro, in prevalenza le zone appenniniche. Quota neve in calo al Nord con fiocchi attesi sulle Alpi dai 600/900m in giornata, fino a 500m in serata sulle zone centro-orientali. Possibili accumuli di 30/35cm sulle Alpi centrali oltre i 1500m.
L’ingresso delle correnti artiche farà precipitare le temperature su tutto il Nord Italia con un calo netto rispetto alla domenica, fino a 10-12° in meno. Lieve calo termico anche in Toscana. Ancora in attesa dell’ingresso dell’aria fredda i rilievi appenninici con limite neve per il momento sui 1600/1700m, quando dal pomeriggio si attiveranno i fenomeni.

TEMPERATURE-NEVE MARTEDÌ 31
Fenomeni in attenuazione al Nord, ma ancora presenti sull’Appennino Emiliano dove il limite neve oscillerà tra i 300 e i 500m. L’aria fredda intanto conquisterà le regioni centrali provocando l’abbassamento del limite neve fino a 300/500m sui rilievi umbro-marchigiani e su quelli della toscana orientale. Neve dai 600/1000m sull’Abruzzo ma in calo in serata, a quote superiori altrove ma in calo fino a 700/900m su Molise e alta Puglia.
Il clima si raffredderà anche su buona parte delle regioni centrali che finiscono sotto media assieme a tutto il Nord. Massime raramente superiori ai 10-12° in Val Padana, su Toscana, Umbria e Marche. Altrove valori poco variati salvo locali diminuzioni sul basso Adriatico.

Nevicate previste nelle 24 ore da Martedì alle 18, a Mercoledì alle 18

TEMPERATURE-NEVE MERCOLEDÌ 1

I fenomeni si esauriranno anche al Centro mentre al Sud si avranno nevicate ad inizio giornata sui rilievi lucani fino a 300/400m di quota, ma già dai 1400m in Calabria sulla Sila, in esaurimento in giornata.
Sarà la giornata più fredda di tutta la settimana con un ulteriore calo termico nei valori minimi con il ritorno di qualche gelata, anche in pianura padana e localmente nelle valli del Centro. Per quanto riguarda le massime contenuto calo termico anche al Sud, soprattutto nei valori minimi. Resistono condizioni di maggior mitezza su tratti delle isole maggiori, dove si potranno ancora toccare i 16/18°.

Nella Seconda Metà di Settimana ci sarà un graduale e timido rialzo termico giovedì ma ancora con il rischio di qualche gelata al mattino al Centro Nord. Aumento più deciso soprattutto nei valori massimi tra venerdì e il weekend.

Articolo di Gerardo Giordano del 30 Marzo 2020 alle ore 18:30

Altri articoli di approfondimento e non solo...

Flash News

» Satelliti Meteo
» Mappe Meteo
» Radar Meteo
» Fulmini
» Terremoti

Scarica le App Meteo In Diretta

Le città più calde e più fredde in Italia

Oggi Venerdi 22 Gennaio
Le più Calde
Località T°C
Isernia 10°
Udine 10°
Pavia 10°
Lodi
Trento
Campobasso
Bolzano
Milano
Sondrio
Potenza
Le più Fredde
Località T°C
Gorizia 10°
Enna 10°
Nuoro 11°
Piacenza 11°
Brescia 11°
Rieti 11°
Avellino 11°
Arezzo 11°
Pordenone 11°
Cremona 12°
Domani Sabato 23 Gennaio
Le più Calde
Località T°C
Avellino 10°
Trieste 10°
Siena 10°
Cosenza 10°
Arezzo 10°
Terni 10°
Verona 10°
Milano 10°
Padova
Teramo
Le più Fredde
Località T°C
Lodi 10°
Enna 10°
Macerata 10°
Frosinone 10°
Chieti 10°
Pavia 10°
Fermo 10°
Vicenza 10°
Ascoli Piceno 10°
Rovigo 10°