Sea Effect Snow: cosa succede quando la neve si forma in mare

Tempo di lettura: 2 minuti.

Il fenomeno è più comune lungo le coste adriatiche, dove il bacino marittimo è naturalmente esposto alle irruzioni di aria gelida di natura balcanica.

Noto sui Grandi Laghi americani e osservato anche lungo l’Adriatico, il “Lake-effect snow”- o “Sea-effect snow”, a seconda delle circostanze – è un fenomeno meteorologico di natura convettiva non molto frequente, che può verificarsi nel corso di un’ondata di freddo intenso, in prossimità di grandi distese d’acqua. Le masse d’aria particolarmente fredda e secca, specie se provenienti dall’Artico, vengono trasportate fino ai nostri mari dai venti invernali di Bora e Tramontana, scagliandosi con violenza e generando una condizione di instabilità che da origine al fenomeno.

Nel caso dell’Adriatico (Adriatic sea-effect snow), l’aria gelida attraversa gli altopiani balcanici incanalandosi lungo le vallate delle Alpi Dinariche, dirigendosi verso il mare aperto. Durante questo passaggio, la massa d’aria  fredda, molto densa e pesante, raccoglie calore e umidità dalla superficie del mare. Il contrasto con la leggerezza dell’aria sottostante e l’evaporazione dell’acqua causano la formazione di nubi, rendendo il fenomeno piuttosto evidente lungo le coste adriatiche. Nell’incontro con lo sbarramento appenninico la massa d’aria tende ad accumularsi, il che favorisce un’ulteriore condensazione che procede divincolandosi verso l’alto. A questo punto avviene la formazione di rovesci, che possono manifestarsi sotto forma di nevicate brevi e intense a fasi alterne.

Generalmente, il fenomeno è più evidente nelle vallate appenniniche a nord-est, la cui esposizione e morfologia favorisce la raccolta di questi venti freddi. Ma è altrettanto osservabile, se pur con minore frequenza, nel Tirreno, in particolare lungo le coste settentrionali della Sicilia, della Calabria e della Sardegna sul lato orientale.

Articolo di Erika del 24 Marzo 2020 alle ore 20:37

Altri articoli di approfondimento e non solo...

Flash News

» Satelliti Meteo
» Mappe Meteo
» Radar Meteo
» Fulmini
» Terremoti

Scarica le App Meteo In Diretta

Le città più calde e più fredde in Italia

Oggi Sabato 11 Luglio
Le più Calde
Località T°C
Foggia 36°
Matera 34°
Nuoro 33°
Benevento 33°
Terni 32°
Macerata 32°
Ravenna 32°
Caserta 32°
Frosinone 32°
Latina 31°
Le più Fredde
Località T°C
Savona 24°
Aosta 24°
Belluno 24°
Vibo Valentia 25°
Genova 25°
Sondrio 25°
Livorno 25°
Cagliari 25°
La Spezia 26°
Ancona 26°
Domani Domenica 12 Luglio
Le più Calde
Località T°C
Caserta 34°
Grosseto 34°
Roma 33°
Ragusa 33°
Benevento 33°
Taranto 33°
Agrigento 32°
Sassari 32°
Enna 32°
Nuoro 32°
Le più Fredde
Località T°C
Belluno 21°
Biella 23°
Sondrio 23°
L'aquila 23°
Teramo 23°
Aosta 24°
Fermo 24°
Chieti 24°
Cuneo 24°
Varese 24°