Gli scienziati hanno scoperto come produrre elettricità utilizzando la pioggia

Grazie alla tecnologia DEG, la pioggia potrebbe diventare una nuova fonte di energia rinnovabile.

Non è la prima volta che gli scienziati tentano di produrre elettricità utilizzando la pioggia, ma quella del team di ricercatori della City University di Hong Kong potrebbe essere la soluzione definitiva. Gli scienziati sono riusciti a usare una singola goccia di pioggia per generare un lampo di elettricità dalla potenza di 140 volt, tramite un dispositivo che chiamano DEG – droplet-based electricity generator, ovvero un generatore di elettricità a base di gocce d’acqua.

La tecnologia DEG sfrutta le precipitazioni per ottenere brevi scariche di potenza. In questo modo, i test hanno consentito di alimentare per un breve periodo 100 lampadine a LED, che è molto più di quanto ottenuto da studi precedenti. Certo, un conto è generare scariche di energia temporanee e un altro è produrre energia continua, ma la tecnologia potrebbe rivelarsi efficace anche su grande scala, secondo gli esperti.

Il dispositivo è composto da un materiale con una carica elettrica quasi permanente, chiamato PTFE, che contiene un elettrodo di alluminio ed uno di ossido di indio-stagno. La pioggia funge da flusso di energia, per cui ogni goccia che colpisce la superficie crea un circuito chiuso con gli elettrodi, liberando completamente la carica immagazzinata. La tecnologia sarebbe in grado di gestire anche piogge prolungate, accumulando la carica fino a colpire un punto di saturazione.

Data la sporadicità della fonte di energia  che è la pioggia, la tecnologia necessita di un tempo prima di caricarsi, per cui non si può ancora parlare di una fornitura affidabile e continua di energia. Per adesso, i suoi utilizzi sarebbero limitati, ma l’idea è quella di trasformarla in qualcosa di sfruttabile anche per le singole abitazioni. Ad esempio, la sua installazione sui tetti delle case potrebbe compensare almeno in parte l’uso di elettricità per le famiglie, oppure si potrebbe applicare a dispositivi di uso quotidiano come ombrelli o oggetti che si bagnano regolarmente.

Articolo di Erika del 17 Febbraio 2020 alle ore 15:43

Altri articoli di approfondimento e non solo...

Flash News

» Satelliti Meteo
» Mappe Meteo
» Radar Meteo
» Fulmini
» Terremoti

Scarica le App Meteo In Diretta

Le città più calde e più fredde in Italia

Oggi Mercoledi 01 Aprile
Le più Calde
Località T°C
Vicenza 10°
Lecce 10°
Bari 10°
Salerno 10°
La Spezia 10°
Vibo Valentia 10°
Imperia 10°
Udine 10°
Verona 10°
Bologna 10°
Le più Fredde
Località T°C
L'aquila
Parma 10°
Modena 10°
Rovigo 10°
Lodi 10°
Firenze 10°
Gorizia 10°
Brindisi 10°
Prato 10°
Padova 10°
Domani Giovedi 02 Aprile
Le più Calde
Località T°C
Teramo 10°
Pescara 10°
Macerata 10°
Fermo 10°
Isernia 10°
Sondrio
Chieti
Ancona
Belluno
Enna
Le più Fredde
Località T°C
Rimini 10°
Nuoro 10°
Genova 10°
Vibo Valentia 10°
Savona 10°
Perugia 11°
Ascoli Piceno 11°
Biella 11°
Rieti 11°
Livorno 11°