Allarme Onu: milioni di locuste hanno invaso l’Africa orientale

Sciami grandi fino a 2.400 km stanno divorando cibo e raccolti in Etiopia, Somalia e Kenya. L’Onu avverte che in primavera potrebbero arrivare ad aumentare di 500 volte.

L’allarme era scattato lo scorso novembre in Africa orientale, dove diversi paesi stanno facendo i conti con un’invasione di locuste senza precedenti. L’Onu aveva avvertito che il fenomeno avrebbe potuto estendersi anche in Etiopia e Kenya. Ora milioni di insetti stanno divorando cibo e raccolti e creando innumerevoli disagi nell’est del continente.

Una tale emergenza non si vedeva da 25 anni in Etiopia e Somalia, addirittura da 70 in Kenya. Il mese scorso un aereo passeggeri è stato costretto ad atterrare ad Addis Abeba, dopo che uno sciame enorme si schiantava contro i motori e il parabrezza del velivolo. Sempre in Etiopia, nella regione di Amhara, molti raccolti sono andati completamente persi, divorati dagli insetti.

La Fao ha denunciato quanto sta accadendo, lanciando un appello per l’invio di aiuti internazionali. “La situazione è estremamente allarmante e rappresenta una minaccia senza precedenti per la sicurezza alimentare e il sostentamento nel Corno d’Africa”, si legge in un comunicato. “Inoltre, enormi quantità di locuste continuano a svilupparsi lungo entrambe le sponde del Mar Rosso, in Oman e nell’Iran meridionale”.

La portata dell’invasione è incalcolabile, ma i numeri potrebbero crescere ulteriormente, avverte Onu. Il prossimo giugno le locuste potrebbero arrivare a moltiplicarsi di 500 volte, mettendo ancora più in pericolo il sostentamento delle persone. I paesi colpiti stanno già facendo i conti con la scarsità di cibo, si legge nell’appello di Save the Children, con almeno 1,38 milioni di bambini che soffrono di gravi forme di malnutrizione.

Si parla di sciami grandi 2.400 chilometri, che possono contare fino a 192 milioni di insetti e che in un giorno possono ingerire la stessa quantità di cibo che consumerebbero 90 milioni di persone. Ora gli sciami si stanno dirigendo verso il Sudan meridionale e l’Uganda orientale e l’emergenza sta diventando via via più grave.

La lunga stagione di piogge che recentemente ha portato inondazioni nell’Africa orientale ha creato le condizioni ideali per la proliferazione delle locuste, che si sviluppano e depongono le uova su terreni umidi e sabbiosi. La crisi climatica è tra i fattori scatenanti dell’emergenza e una concausa della profonda insicurezza alimentare nel Corno d’Africa, sottolinea Save the Children.

Le locuste sono insetti migratori che raggiungono lo stadio adulto in 40-50 giorni. Possono raggiungere i 5 centimetri di lunghezza e sono in grado di percorrere fino a 150 chilometri al giorno. La specie più diffusa è la locusta del deserto (Schistocerca gregaria), che si può trovare in Nordafrica, Medioriente e India ed è la stessa citata tra le Piaghe d’Egitto nella Bibbia.  

Articolo di Erika del 24 Gennaio 2020 alle ore 17:28

Altri articoli di approfondimento e non solo...

Flash News

» Satelliti Meteo
» Mappe Meteo
» Radar Meteo
» Fulmini
» Terremoti

Scarica le App Meteo In Diretta

Le città più calde e più fredde in Italia

Oggi Giovedi 27 Febbraio
Le più Calde
Località T°C
Vibo Valentia 10°
Lodi 10°
Torino 10°
Isernia 10°
Perugia
Udine
Milano
Brescia
Rieti
Cosenza
Le più Fredde
Località T°C
Avellino 10°
Viterbo 10°
Arezzo 10°
Matera 10°
Trieste 10°
Cuneo 10°
Siena 10°
Macerata 11°
Vicenza 11°
Novara 11°
Domani Venerdi 28 Febbraio
Le più Calde
Località T°C
Gorizia 10°
Belluno 10°
Sondrio
Aosta
Siracusa 20°
Catania 18°
Latina 17°
Pistoia 17°
Palermo 17°
Caserta 17°
Le più Fredde
Località T°C
L'aquila 10°
Bolzano 10°
Trieste 11°
Udine 11°
Cosenza 11°
Potenza 11°
Ancona 11°
Campobasso 11°
Trento 11°
Biella 12°