A pochi passi dal vento solare, le scoperte della sonda Parker della Nasa

La sonda ha raggiunto i 24 milioni di km di distanza dal Sole, trovando un quadro piuttosto inaspettato.

La Parker Solar Probe della Nasa è la prima sonda nella storia a raggiungere una distanza a dir poco ravvicinata dal Sole, scoprendo un ambiente più turbolento di quanto ci si aspettasse. Lanciata il 12 agosto 2018, la sonda si è avventurata per 3 volte nel vento solare, raggiungendo i 24 milioni di chilometri dalla superficie. Grazie a materiali in grado di resistere alla temperatura della corona solare, che arriva fino a 2 milioni di gradi, gli scienziati hanno potuto ottenere informazioni del tutto nuove su ciò che avviene alla grande stella.  

Il quadro scoperto dalla sonda è stato piuttosto sorprendente, a cominciare dalle grandi onde di energia che si propagano a gran velocità e che secondo i ricercatori potrebbero essere potenzialmente distruttive per la Terra. I risultati dello studio, presentati dalla Nasa e pubblicati sulla rivista Nature, mostrano che i picchi violenti di energia che originano i venti solari sono simili a enormi onde oceaniche, che raggiungono i 300 km al secondo e determinano repentini cambi di direzione dei campi magnetici. I picchi di energia a inversione, chiamati “switchback”, si sviluppano ovunque e su linee a forma di esse, con una frequenza e una violenza inaspettata. Durante l’esplorazione, la sonda Parker ne ha registrate oltre un migliaio.

I nuovi risultati mostrano inoltre che, oltre alla velocità radiale del vento solare, esiste anche una componente rotazionale dei venti, che girano attorno al sole ad una velocità che oscilla tra i 35 e i 50 km al secondo. Tali fattori, uniti alla rotazione del Sole stesso, generano tensione magnetica nella corona, cosicché i campi magnetici si attorcigliano e fanno sì che il plasma venga lanciato nello spazio. Questo fenomeno fa sì che il Sole perda gradualmente un momento angolare che ne rallenta la rotazione, il che era previsto dai ricercatori, ma non ad una tale velocità. Per questo motivo, i risultati innescano nuovi interrogativi sui modelli utilizzati finora anche per la rotazione delle stelle.

Eventi energetici, sbuffi di radiazioni ed eventi mai osservati prima aprono una serie di domande sul Sole, soprattutto a causa della minaccia che potrebbero costituire per il nostro pianeta. La missione della sonda Parker, programmata per avvicinarsi a una distanza di perielio di soli 6,16 milioni di km entro il 2025, ha lo scopo di studiare da vicino questi eventi, per comprendere al meglio non solo i meccanismi del Sole, ma anche i rischi per i satelliti e le linee elettriche terrestri.

Articolo di Erika del 05 Dicembre 2019 alle ore 19:23

Altri articoli di approfondimento e non solo...

Flash News

» Satelliti Meteo
» Mappe Meteo
» Radar Meteo
» Fulmini
» Terremoti

Scarica le App Meteo In Diretta

Le città più calde e più fredde in Italia

Oggi Venerdi 24 Gennaio
Le più Calde
Località T°C
Ferrara 10°
Ravenna 10°
Rovigo
Gorizia
Torino
Bologna
Padova
Treviso
Pordenone
Como
Le più Fredde
Località T°C
Fermo 10°
Rimini 10°
Bolzano 11°
Macerata 11°
Teramo 11°
Trieste 11°
Trento 11°
Savona 11°
Imperia 11°
Catanzaro 11°
Domani Sabato 25 Gennaio
Le più Calde
Località T°C
Verona 10°
Torino 10°
Brescia 10°
Bolzano
Asti
Lecco
Vercelli
Novara
Belluno
Cremona
Le più Fredde
Località T°C
Rimini 10°
Rovigo 10°
Potenza 10°
Genova 10°
L'aquila 11°
Trento 11°
Enna 11°
Arezzo 11°
Siena 11°
Savona 11°