Gli uragani negli USA sono aumentati del 330%

Uno studio evidenzia che nell’ultimo secolo la frequenza e la capacità distruttiva degli uragani negli USA sono aumentate significativamente.

Gli uragani negli Usa oggi sono 3 volte più pericolosi di 100 anni fa, diventando non solo più distruttivi, ma anche più frequenti. È quanto afferma uno studio pubblicato sulla rivista PNAS (Proceedings of the National Academy of Sciences) da un team di ricercatori dell’Università di Copenaghen, basandosi sulle statistiche dei danni riportati dagli uragani negli Stati Uniti dal 1900 al 2018. Grazie ad un nuovo metodo di quantificazione della distruzione, i risultati evidenziano un chiaro legame tra l’incremento di eventi ciclonici distruttivi e il cambiamento climatico.

Finora, “l’evidenza del cambiamento climatico nella forza distruttiva degli uragani è stata oscurata dall’incertezza statistica”, spiegano i ricercatori. Ma calcolando “l’area di distruzione totale”, cioè la quantità di suolo completamente distrutta e comparandola ai cambiamenti nella ricchezza della popolazione – studi precedenti misuravano soltanto il danno economico, il team ha scoperto che in un secolo la frequenza degli uragani più distruttivi è aumentata del 330%.

L’uragano Irma, ad esempio, colpì la Florida nel 2017 in un’area di 10.000 km2 abitata da circa 1,1 milione di persone, con una ricchezza pro capite stimata in 194.000 dollari e una ricchezza complessiva della regione in circa 215 miliardi di dollari. Il danno apportato dall’uragano fu di 50 miliardi di dollari, ovvero il 23% della ricchezza della regione, producendo un’area di distruzione totale di 2.300 km2. Esaminando allo stesso modo gli eventi nel corso dell’ultimo secolo, il team è riuscito ad ottenere paragoni più realistici in termini di danni.

Si tratta, secondo gli scienziati danesi, di un metodo solido, che fornisce un quadro più attendibile delle conseguenze del peggioramento di certi eventi meteorologici e del loro legame con il riscaldamento globale. “I nostri dati rivelano un’emergente tendenza positiva al danno che attribuiamo a un cambiamento rilevabile in tempeste estreme a causa del riscaldamento globale”, si legge nella ricerca. “Semplicemente, Il fatto che il riscaldamento globale abbia l’effetto di aumentare la forza rilasciata dagli uragani più estremi, si adatta alla fisica”.

Articolo di Erika del 13 Novembre 2019 alle ore 08:46

Altri articoli di approfondimento e non solo...

Flash News

» Satelliti Meteo
» Mappe Meteo
» Radar Meteo
» Fulmini
» Terremoti

Scarica le App Meteo In Diretta

Le città più calde e più fredde in Italia

Oggi Giovedi 16 Luglio
Le più Calde
Località T°C
Foggia 31°
Matera 30°
Ragusa 30°
Grosseto 30°
Agrigento 30°
Terni 29°
Palermo 29°
Roma 29°
Cremona 29°
Siracusa 29°
Le più Fredde
Località T°C
Belluno 22°
Ancona 24°
Aosta 24°
L'aquila 24°
Biella 24°
Genova 24°
Sondrio 24°
Livorno 24°
Savona 24°
Pescara 24°
Domani Venerdi 17 Luglio
Le più Calde
Località T°C
Foggia 31°
Grosseto 30°
Roma 30°
Matera 29°
Latina 29°
Lecce 29°
Viterbo 29°
Caserta 29°
Benevento 29°
Catanzaro 29°
Le più Fredde
Località T°C
Belluno 22°
Macerata 22°
Fermo 22°
L'aquila 22°
Teramo 23°
Ancona 23°
Chieti 23°
Rimini 23°
Potenza 23°
Sondrio 23°