Quando le nuvole toccano i 70 sotto zero (son problemi)

Nella tarda mattinata di oggi un temporale si è sviluppato nelle zone interne della Toscana ed è successivamente “esploso” crescendo velocemente in dimensione e causando numerosi danni a causa delle forti raffiche di vento che si sono sviluppate alla sua base. Il video sottostante mostra chiaramente l’intensità delle raffiche di vento causate dal rovesciamento di aria fredda verso il basso ad opera del temporale.


Tuttavia, piuttosto che parlare dei danni, possiamo prendere spunto dal fenomeno per capire meglio come funziona questo particolare tipo di temporali. Quello di oggi può essere definito con un sistema convettivo alla mesoscala (MCS), in parole povere una vera e propria “collezione” di temporali singoli che, essendo vicini tra di loro, si organizzano in una struttura più estesa che si autoalimenta proprio grazie alla presenza dell’aria fredda scaricata verso il basso dai rovesci.

L’immagine satellitare delle ore 12 mostra bene i due temporali-uno centrato sulla Toscana, l’altro sull’Emilia-proprio nel momento in cui si stavano unendo. I dati provenienti dai satelliti ci permettono di stimare la temperatura alla sommità delle nubi, variabile che è mostrata dalla scala di colori. Notate come all’interno del temporale si siano raggiunti i -71°C! 

Immagine satellitare del sistema convettivo alla mesoscala (MCS) sviluppatosi nella tarda mattinata

Immagine satellitare del sistema convettivo alla mesoscala (MCS) sviluppatosi nella tarda mattinata

Ma perché questa temperatura è così importante da meritarsi addirittura un canale del satellite?

In realtà un valore così basso non ci dice solo che l’aria in quel punto è molto fredda ma, dato che è associato ad un temporale, fornisce un’informazione indiretta sui moti verticali che sostengono il temporale e che in questo caso sono molto intensi. Quel “pixel” a -71°C è infatti sintomo di un volume d’aria che è stato letteralmente scaraventato verso l’alto dalle correnti ascensionali fino a condensare in goccioline di nube ed arrivare quasi al limite della troposfera, il livello più basso dell’atmosfera terrestre.

Da notare che questo valore stimato da satellite non è probabilmente molto lontano dalla realtà. Il profilo verticale di temperatura misurato dalla radiosonda lanciata alla mezzanotte dall’aeroporto di Bologna mostra infatti una massa d’aria fredda e secca in quota. Se si considera la temperatura di rugiada a circa 12 km di altezza è possibile notare come questo valore raggiunga proprio i -71°C.

Tabella che mostra i valori di temperatura ed umidità misurati dalla radiosonda lanciata nell'aeroporto di Bologna

Tabella che mostra i valori di temperatura ed umidità misurati dalla radiosonda lanciata nell’aeroporto di Bologna

Coincidenza? Non proprio.

Il dewpoint (o temperatura di rugiada) rappresenta infatti la temperatura alla quale l’aria dovrebbe essere raffreddata per condensare interamente il vapore acqueo ivi contenuto. Le nuvole sono, per definizione, costituite da un ambiente saturo, quindi non risulta difficile immaginare come il dewpoint misurato dalla radiosonda a circa  12 km di altezza possa essere associato ai valori rilevati ore dopo dal satellite.

Articolo di Guido Cioni del 10 Agosto 2017 alle ore 19:28

Altri articoli di approfondimento

Quando le previsioni “toppano” per colpa…del fumo!

Ophelia arriva in Irlanda, raffiche fino a 200 km/h registrate in mattinata

L’Anticiclone domina l’Autunno: il maltempo è pronto a tornare, ma non per molto!

Dominio Anticiclonico e poi? Cosa ci riserva l’Autunno?

Coriacea alta pressione sull’Europa, assaggio estivo nel weekend ed in settimana

Ophelia, l’uragano che si dirige verso l’Europa

Temporali e grandinate in America Latina, distrutte auto in Argentina

L’era del brutto tempo sui social network, più “tweet” con freddo e pioggia

Pausa Autunnale irrompe in Italia: Settimana più stabile e mite!

Quasi 39°C in Portogallo, battuto il record di caldo del mese di ottobre

Flash News

» Satelliti Meteo
» Mappe Meteo
» Radar Meteo
» Fulmini
» Terremoti

Scarica le App Meteo In Diretta

Le città più calde e più fredde in Italia

Oggi Domenica 22 Ottobre
Le più Calde
Località T°C
Aosta
Foggia 26°
Palermo 25°
Matera 25°
Agrigento 25°
Siracusa 24°
Lecce 24°
Bari 24°
Pescara 24°
Ragusa 23°
Le più Fredde
Località T°C
Gorizia 15°
Belluno 15°
Sondrio 15°
Trieste 16°
Bolzano 16°
Biella 16°
Udine 16°
Varese 16°
L'aquila 16°
Pordenone 16°
Domani Lunedi 23 Ottobre
Le più Calde
Località T°C
Siracusa 24°
Catania 23°
Crotone 22°
Agrigento 22°
Cagliari 21°
Cremona 20°
Alessandria 20°
Palermo 20°
Piacenza 20°
Pavia 20°
Le più Fredde
Località T°C
Campobasso 10°
Aosta 11°
Potenza 11°
L'aquila 11°
Isernia 13°
Sondrio 14°
Chieti 14°
Belluno 14°
Avellino 14°
Teramo 15°