Non tutte le isole sono fatte di terra, qualcuna è di plastica!

La Great Pacific Garbage Patch, un’isola di spazzatura in pieno Oceano.

 

La-plastica-invade-il-pianeta-Rinvenuto-un-vero-e-proprio-continente-di-rifiuti-in-mare-Pacific-Trash-VortexSe vi hanno insegnato nei libri di geografia che esistono solo isole di terra resettate la mente, poiché oggi a causa dell’estrema noncuranza per l’ambiente si contano sparse per gli oceani cinque isole di spazzatura (mappate e pubblicate su Proceedings of the National Academy of Sciences), di cui la più grande è la Great Pacific Garbage Patch, nota anche come Pacific Trash Vortex, la quale si estende per oltre 4,5 milioni di km^2 nell’Oceano Pacifico Settentrionale. 

Se i numeri da soli non allarmano, basta paragonare l’estensione della Great Pacific Garbage Patch a quella degli Stati Uniti d’America, pari a circa 10 milioni di km^2, per renderci conto di cosa stiamo parlando! Sommando l’estensione di quest’isola alle altre che coprono la superficie degli oceani, tra cui meritano di essere citate quella nell’Atlantico Settentrionale, che sfiora i 4 km^2 e quella tra India e Madagascar, che si estende per altri 2 km^2, si stima che circa 15 milioni di km^2 delle acque del globo sono ricoperte da spazzatura.

Ma come si formano queste isole?

aree di convergenzaL’origine dei 5 trilioni (ovvero 5000 miliardi – secondo le stime) di pezzi di plastica sparsi negli oceani è  noto, così come è noto il motivo per cui si accumulano in aree predefinite negli oceani, meglio note come aree di convergenza. Queste aree di convergenza sono conseguenza della distribuzione della pressione atmosferica globale, tale da creare patterns di circolazione atmosferica e oceanica favorevoli all’accumulo della spazzatura in regioni note (principalmente in corrispondenza dei 5 gyre subtropicali mostrati in figura). 

Ocean Clean UpLa stima accurata dell’estensione di queste isole di plastica è stata fatta mediante osservazioni da aereo dall’organizzazione Ocean Cleanup, nata con l’intenzione di ripulire le acque oceaniche, sviluppando un “sistema passivo” che sfrutta la conoscenza delle correnti oceaniche per accumulare e catturare la plastica in aree delimitate.

2017-05-12_181647Secondo le stime dell’organizzazione, combinando la loro iniziativa con la riduzione dell’immissione di plastica in oceano, entro il 2050 la Great Pacific Garbage Patch potrebbe finalmente scomparire, tant’è che il Time Magazine ha definito quest’iniziativa “una delle migliori invenzioni al mondo del 2015″.

Articolo di Giusy Fedele del 12 Maggio 2017 alle ore 18:33

Altri articoli di approfondimento

Rinfrescata in arrivo, ma il resto del mese sarà più caldo del normale

Luglio chiude ben oltre la media, e l’inizio di Agosto non è da meno…

Quando le nuvole toccano i 70 sotto zero (son problemi)

Scienza o politica? Climatologi vs Trump

Temperature giù a partire da giovedì, più tardi anche per il sud. Tutti i dettagli

Temporali anche intensi nel tardo pomeriggio-serata di domenica

Mediterraneo “bollente”, temperature superficiali oltre i 30°C anche sulle nostre coste

A quando la fine del caldo “africano”? Ultimi aggiornamenti poco incoraggianti

Nottate “tropicali”, soprattutto nei centri urbani

Riscaldamento globale, a cambiare non sono solo le temperature medie

Flash News

» Satelliti Meteo
» Mappe Meteo
» Radar Meteo
» Fulmini
» Terremoti

Scarica le App Meteo In Diretta

Le città più calde e più fredde in Italia

Oggi Sabato 19 Agosto
Le più Calde
Località T°C
Foggia 38°
Matera 35°
Lecce 34°
Macerata 34°
Bologna 34°
Alessandria 34°
Terni 34°
Nuoro 34°
Ravenna 33°
Modena 33°
Le più Fredde
Località T°C
Aosta 24°
Belluno 25°
Savona 25°
Genova 26°
Sondrio 26°
Livorno 26°
Messina 27°
La Spezia 27°
Ancona 27°
Bolzano 27°
Domani Domenica 20 Agosto
Le più Calde
Località T°C
Matera 35°
Foggia 35°
Grosseto 34°
Palermo 33°
Agrigento 33°
Ragusa 33°
Bari 32°
Lecce 32°
Siracusa 32°
Roma 32°
Le più Fredde
Località T°C
Belluno 23°
Aosta 24°
Sondrio 24°
Cuneo 24°
Biella 24°
Lecco 25°
Varese 25°
Rimini 25°
Bolzano 25°
Bergamo 25°