Bilancio energetico della Terra in crisi, raddoppia il calore assorbito dal nostro pianeta

Tempo di lettura: 2 minuti.

Nasa e Noaa registrano un nuovo record nello squilibrio energetico terrestre.

Dal 2005 al 2019 il nostro pianeta ha assorbito il doppio del calore rispetto ai valori considerati normali, registrando un aumento senza precedenti dell’energia che non viene liberata nello spazio. Il bilancio energetico terrestre è in crisi e gli scienziati NASA e NOAA avvertono che i nuovi valori di riscaldamento sono da record, dove le attività umane svolgono un ruolo influente.

L’anno scorso si è registrato un aumento della temperatura media globale di 1,25 °C rispetto al periodo pre-industriale (1850-1900), al pari con il 2016, anno più caldo mai registrato in precedenza. Si tratta di valori preoccupanti, che sfiorano i limiti stabiliti con l’Accordo di Parigi (1,5 °C). Tuttavia, l’aumento delle temperature rientra in una tendenza più ampia, legata all’intero sistema terrestre tra oceani, biomassa, concentrazioni atmosferiche, risorse naturali, che rischiano di raggiungere il punto di saturazione.

Lo studio pubblicato su Geophysical Research Letters evidenzia un esubero di energia nel sistema Terra, che a causa di una mancata espulsione nello spazio si traduce in calore accumulato nell’atmosfera e negli oceani. La quantità del calore è raddoppiata, secondo i ricercatori, dal 2005 ad oggi.

In condizioni stabili, il pianeta assorbe energia dal sole e ne riflette una quantità bilanciata nello spazio. Questo equilibrio è un fondamentale indicatore dello stato di “benessere” della Terra, ma potrebbe interrompersi con un accumulo eccessivo di calore che va oltre le capacità del pianeta.

I risultati ottenuti dagli scienziati sono frutto di misurazioni incrociate tra i satelliti della rete CERES, che misurano i flussi di energia e entrata e uscita, e i sistemi di monitoraggio del riscaldamento degli oceani. I dati appaiono piuttosto allarmanti, osservano i ricercatori, e alla base dello squilibrio energetico vengono identificati più fattori: l’aumento dei gas serra in atmosfera, la riduzione del ghiaccio marino che riduce la riflettanza di radiazione solare, l’aumento del vapore acqueo che intrappola più radiazioni a onde lunghe in uscita.

Si tratterebbe quindi di un “mix di forzatura antropogenica e variabilità interna”, ha affermato Norman Loeb, autore principale dello studio e ricercatore della NASA. Diversi fattori entrano in gioco nel riscaldamento terrestre, con conseguenze abbastanza drastiche nell’equilibrio energetico del pianeta. L’aumento registrato, sottolinea Loeb, è senza precedenti.

Articolo di Erika del 17 Giugno 2021 alle ore 18:39

Altri articoli di approfondimento e non solo...

Flash News

» Satelliti Meteo
» Mappe Meteo
» Radar Meteo
» Fulmini
» Terremoti

Scarica le App Meteo In Diretta

Le città più calde e più fredde in Italia

Oggi Domenica 01 Agosto
Le più Calde
Località T°C
Foggia 43°
Palermo 42°
Matera 42°
Lecce 40°
Cosenza 39°
Bari 39°
Ragusa 38°
Chieti 38°
Catanzaro 38°
Enna 38°
Le più Fredde
Località T°C
Aosta 22°
Biella 24°
Sondrio 24°
Varese 25°
Belluno 25°
Lecco 25°
Genova 26°
Como 26°
Savona 26°
Livorno 26°
Domani Lunedi 02 Agosto
Le più Calde
Località T°C
Ragusa 40°
Matera 40°
Foggia 39°
Enna 39°
Catanzaro 38°
Agrigento 38°
Cosenza 37°
Siracusa 37°
Taranto 35°
Catania 33°
Le più Fredde
Località T°C
Aosta 23°
Belluno 23°
Biella 24°
Sondrio 24°
Varese 25°
Lecco 25°
Bolzano 26°
Cuneo 26°
Trento 26°
Como 26°