Weekend protetto dall’alta pressione, che però inizia ad indebolirsi: quali conseguenze e dove?

L’anticiclone di stampo primaverile che ci sta accompagnando nel corso di questa settimana, raggiungerà il culmine in queste ore sull’Europa centrale e sul Mediterraneo centrale, favorendo anche sull’Italia condizioni di stabilità e temperature superiori alla norma. Fanno eccezione alcune nebbie o nubi basse sul Tirreno che a tratti riescono a coinvolgere le coste occidentali dello Stivale, dovute al contrasto termico tra l’aria calda in risalita dal Nord Africa verso il cuore dell’anticiclone e la superficie dell’acqua del mare ancora fredda. Una simile configurazione si protrarrà anche nei prossimi giorni, anche se con il passare dei giorni l’anticiclone perderà potenza e verrà scalfito, proprio in corrispondenza del weekend, da piccoli attacchi dal Nord Europa.

PRIMI CEDIMENTI DELL’ALTA PRESSIONE, MA IL BEL TEMPO RESISTE

METEO VENERDÌ 26 Condizioni stabili sull’Italia con tempo generalmente soleggiato, salvo le consuete foschie o nebbie nelle ore più fredde su Val Padana, specie centro-orientale, Liguria e regioni centrali, in diradamento in giornata ma con possibile persistenza diurna in Liguria sul Genovese. La sera nuova intensificazione di foschie e locali nebbie o nubi basse, specie in Liguria. Sempre la sera aumento delle nubi alte e stratificate sulle Alpi, specie occidentali, per l’avvicinamento di un fronte dal Nord Europa. Temperature stabili su valori miti e massime diffusamente fino a 18/20°C, anche superiori in Puglia.

METEO SABATO 27 L’anticiclone subirà alcuni attacchi ad opera di infiltrazioni di correnti più fresche e lievemente instabili settentrionali. Il fronte in avvicinamento dal Nord Europa non sarà in grado di smantellare l’anticiclone, ma scivolando verso l’Adriatico si limiterà a distribuire giusto un po’ di nuvolosità sparsa al Centro-Nord, alte e stratificate e in contesto stabile. L’ingresso di aria più fresca settentrionale determinerà inoltre un certo calo delle temperature al Centro-Nord.

METEO DOMENICA 28 Le infiltrazioni più fresche settentrionali, con conseguente formazione di una piccola saccatura depressionaria in quota ad ovest delle Alpi, porterà una residua variabilità al Nord-ovest e a ridosso delle Alpi centro-occidentali, seppur senza fenomeni. Contemporaneamente un debole fronte freddo in discesa verso i Balcani lambirà l’Adriatico, determinando qualche annuvolamento sparso lungo l’Adriatico e maggiori addensamenti sui settori ionici di Sicilia e Calabria, senza fenomeni di rilievo. Temperature in diminuzione, soprattutto al Nord e sull’Adriatico.

Articolo di Gerardo Giordano del 25 Febbraio 2021 alle ore 12:00

Altri articoli di approfondimento e non solo...

Flash News

» Satelliti Meteo
» Mappe Meteo
» Radar Meteo
» Fulmini
» Terremoti

Scarica le App Meteo In Diretta

Le città più calde e più fredde in Italia

Oggi Domenica 11 Aprile
Le più Calde
Località T°C
Biella 10°
Belluno
Sassari 22°
Oristano 22°
Palermo 21°
Nuoro 20°
Bari 20°
Chieti 20°
Ravenna 20°
Foggia 19°
Le più Fredde
Località T°C
Varese 10°
Bergamo 10°
Sondrio 10°
Lecco 11°
Aosta 11°
Milano 11°
Como 11°
Novara 11°
Gorizia 11°
Padova 11°
Domani Lunedi 12 Aprile
Le più Calde
Località T°C
Aosta
Palermo 22°
Foggia 22°
Bari 21°
Benevento 21°
Cosenza 20°
Agrigento 20°
Caserta 19°
Ferrara 19°
Lecce 19°
Le più Fredde
Località T°C
Varese 10°
Sondrio 11°
Belluno 11°
Cuneo 12°
Como 12°
Asti 12°
Udine 12°
Alessandria 12°
Biella 13°
Torino 13°