Cos’era Doggerland, la terra sommersa nel Mare del Nord sopravvissuta ad un mega tsunami 8.000 anni fa

Tempo di lettura: 1 minuto.

Un gruppo di antiche isole sommerse nel Mare del Nord potrebbe aver svolto un ruolo chiave nella preistoria umana britannica, secondo un nuovo studio. “Doggerland” era una striscia di terra che in epoca preistorica collegava l’odierna costa orientale dell’Inghilterra con l’Europa continentale e che fu spazzata via da un devastante tsunami circa 8.000 anni fa. Gli scienziati ritengono che il maremoto fu causato da un evento catastrofico, noto come la frana di Storegga, a cui seguì la formazione di onde gigantesche che si abbatterono sulla regione, facendo sprofondare l’intero territorio.

La nuova ricerca, pubblicata su Live Science, suggerisce però che alcune piccole isole sopravvissero al disastro, dando la possibilità agli abitanti dell’epoca di ricolonizzare quei terreni e portare l’agricoltura nel Regno Unito. Nella regione, l’agricoltura esisteva da molto prima di quanto si pensasse in precedenza, secondo i ricercatori, che hanno ricostruito l’antica geografia della terra di Doggerland. Il paesaggio viene descritto come “ricco di lagune, paludi, fiumi e foreste del Mesolitico”, con grandi insediamenti umani favoriti dall’abbondanza di risorse.

Le terre che sopravvissero allo tsunami furono probabilmente abitate per alcune migliaia di anni, prima di scomparire del tutto. È possibile che le fitte foreste abbiano protetto parte di quei luoghi quando l’incredibile frana sottomarina travolse l’area a 800 chilometri a nord della Norvegia. Nonostante l’impatto devastante dello tsunami di Storegga, ci furono dei sopravvissuti, che riuscirono a ricolonizzare i piccoli  territori rimasti. Ciò che causò la scomparsa definitiva di Doggerland circa mille anni dopo fu il cambiamento climatico, che determinò l’innalzamento del livello del mare fino a inghiottire quelle terre floride.

Articolo di Erika del 05 Dicembre 2020 alle ore 10:04

Altri articoli di approfondimento e non solo...

Flash News

» Satelliti Meteo
» Mappe Meteo
» Radar Meteo
» Fulmini
» Terremoti

Scarica le App Meteo In Diretta

Le città più calde e più fredde in Italia

Oggi Lunedi 18 Gennaio
Le più Calde
Località T°C
Grosseto 10°
Latina 10°
Genova
Livorno
Ragusa
Savona
Crotone
Nuoro
Napoli
Pisa
Le più Fredde
Località T°C
Potenza
L'aquila
Campobasso
Messina 10°
Roma 10°
Imperia 11°
Palermo 11°
Sassari 11°
Siracusa 12°
Trapani 12°
Domani Martedi 19 Gennaio
Le più Calde
Località T°C
Messina 10°
Fermo 10°
Nuoro 10°
Benevento 10°
Prato 10°
Ascoli Piceno 10°
Taranto 10°
Modena 10°
Pistoia 10°
Terni 10°
Le più Fredde
Località T°C
Belluno
Lucca 10°
Bologna 10°
Crotone 10°
Savona 10°
Bari 11°
Caserta 11°
Agrigento 11°
La Spezia 11°
Firenze 11°