Dove finisce il calore che la Terra accumula?

Un recentissimo studio condotto da più di 30 scienziati di tutto il mondo dimostra nuovamente come negli ultimi anni il nostro pianeta stia accumulando sempre più calore (referenza a fine articolo). In particolare l’indagine contenuta in questo lavoro descrive in dettaglio in che modo questo eccesso di energia viene redistribuito all’interno del Sistema Terra.

Ma andiamo in ordine.

Il bilancio energetico della Terra è descritto essenzialmente da due componenti: l’arrivo di energia ad alta frequenza proveniente dal Sole e la successiva emissione di energia a bassa frequenza prodotta dal pianeta. Molto semplicemente, quando l’energia che entra nel sistema è superiore a quella che viene espulsa la Terra tende a riscaldarsi. Il numero critico che descrive questo disequilibrio viene comunemente indicato con l’acronimo EEI (Earth Energy Imbalance) e la sua stima è fondamentale per comprendere l’andamento del riscaldamento globale.

Bene, lo studio sopra citato ha stimato che dal 1971 al 2018 la Terra ha accumulato ben 358 triliardi di Joule di energia pari a circa 0.47 W/m2.

Cosa ha determinato questo accumulo di energia?

Essenzialmente la causa è l’aumento di concentrazione dei gas serra immessi nell’atmosfera a causa delle attività umane. La radiazione che la Terra emette, quella che tende a raffreddare il pianeta, rimane intrappolata all’interno dell’atmosfera perché interagisce con le molecole dei gas serra in esso presenti. In questo modo si intacca il bilancio netto di energia del pianeta di cui si parlava in precendenza.

Dove finisce tutta questa energia?

L’articolo risponde chiaramente a questa domanda fondamentale. Per la maggior parte, pari circa al 90% del totale, finisce negli oceani, con oltre il 50% nei primi settecento metri di profondità. Gli oceani infatti, grazie alla loro capacità termica, tendono a mitigare gli effetti del riscaldamento globale trattenendo moltissima energia al loro interno. Solo il 6% di energia in eccesso viene assorbita dalla superficie terrestre mentre il 4% di questo calore viene utilizzato per fondere i ghiacci marini e terrestri. Infine, solo l’1% va a riscaldare l’atmosfera.

Anomalia della temperatura globale rispetto alla media effettuata sul periodo 1901-2000. Fonte: NOAA

Come si può invertire questa tendenza?

Una diminuzione di concentrazione di anidride carbonica dagli attuali 410 ppm a 353 ppm permetterebbe al pianeta di liberare più energia riportando il disequilibrio energetico a zero. Ma fino a questo momento, nonostante la sottoscrizione dell’accordo di Parigi, nessuna decisione politica globale è stata adottata per far fronte in modo adeguato ad uno dei problemi più seri dell’umanità.

K. von Schuckmann et al.: Heat stored in the Earth system: where does the energy go?, Earth Syst. Sci. Data, 12, 2013–2041, https://doi.org/10.5194/essd-12-2013-2020, 2020.

Articolo di Stefano Della Fera del 22 Novembre 2020 alle ore 14:47

Altri articoli di approfondimento e non solo...

Flash News

» Satelliti Meteo
» Mappe Meteo
» Radar Meteo
» Fulmini
» Terremoti

Scarica le App Meteo In Diretta

Le città più calde e più fredde in Italia

Oggi Martedi 26 Gennaio
Le più Calde
Località T°C
Napoli 10°
Salerno 10°
Grosseto 10°
Bari 10°
Sassari 10°
Imperia
Vibo Valentia
Caserta
Firenze
Livorno
Le più Fredde
Località T°C
Aosta -1°
L'aquila
Sondrio
Lecce 10°
Roma 10°
Taranto 11°
Brindisi 11°
Ragusa 11°
Catanzaro 11°
Latina 11°
Domani Mercoledi 27 Gennaio
Le più Calde
Località T°C
Latina 10°
Salerno 10°
Imperia 10°
Roma 10°
Napoli 10°
Grosseto 10°
Livorno 10°
La Spezia
Caserta
Genova
Le più Fredde
Località T°C
L'aquila
Crotone 10°
Messina 11°
Sassari 11°
Agrigento 12°
Palermo 12°
Trapani 12°
Oristano 12°
Siracusa 13°
Catania 13°