Inizio settimana con i residui del maltempo poi piccolo break, ma occhio sul fine settimana nuovi temporali!

L’area di bassa pressione che si è scavata sul Mediterraneo centrale e ha portato diffuse condizioni di maltempo sull’Italia condizionerà le condizioni meteo anche nella giornata di lunedì 28, soprattutto su Nord-est, Sardegna e regioni centro meridionali tirreniche. Il tempo sarà molto instabile su questi settori con rovesci temporali e clima molto fresco. Da martedì però, un’area di alta pressione di matrice Azzorriana guadagnerà terreno verso il nostro Paese portando tempo più stabile e clima più mite. Vediamo un maggiore dettaglio per cosa accadrà in questa nuova settimana tra fine settembre ed inizio ottobre.

LUNEDÌ ANCORA INSTABILE E MOLTO FRESCO

Il vortice dunque ancora oggi sta condizionando il tempo su molte Regioni. Risultano infatti fenomeni su Sardegna, su Lazio, Campania, basso Tirreno e parte del Nord-est, segnatamente a Veneto orientale e Friuli. Qui saranno possibili anche piogge e rovesci, anche a sfondo temporalesco su Sardegna e regioni tirreniche. Andrà meglio per Toscana, Nord-ovest, medio basso Adriatico e Sicilia. Nel corso della giornata odierna il tempo tenderà verso un miglioramento sul Lazio poi in serata un po’ ovunque con rovesci residui solo sul basso Tirreno. Le temperature seppur in timido aumento su alcune zone, restano ancora sotto media quasi ovunque con la sola eccezione dell’estremo Sud.

MARTEDÌ 29 E MERCOLEDÌ 30 CON L’ALTA PRESSIONE

L’anticiclone delle Azzorre determinerà tempo sostanzialmente stabile e soleggiato su tutta la Penisola con pochissime eccezioni martedì 29, queste riguarderanno il basso Tirreno dove nella prima parte della giornata saranno possibili ancora isolati piovaschi e le zone alpine confinali dove potrà esserci qualche debole fenomeno. Mercoledì invece avremo qualche nube in più sull’area tirrenica centro settentrionale con qualche isolato fenomeno tra Liguria e Toscana e un po’ più di nubi sparse altrove ma con rischio ancora molto basso di precipitazioni. Le temperature si riportano quasi ovunque entro le medie del periodo.

PEGGIORA TRA GIOVEDÌ 1 E VENERDÌ 2 A PARTIRE DAL NORD – Si tratterà con ogni probabilità di una breve parentesi. Già nel corso di mercoledì l’alta pressione inizierà gradualmente ad indebolirsi a partire dall’arco alpino, erosa dal lento incedere di una nuova saccatura atlantica sui settori nordoccidentali europei. L’ingresso di più umide correnti sud-occidentali determinerà il transito di nuvolosità stratiforme al Nord e sui settori tirrenici del Centro e le prime occasionali piogge tra il Levante ligure e la Lunigiana. Tra giovedì e venerdì il ramo attivo della nuova perturbazione attraverserà il Nord e parte del Centro, apportando piogge, rovesci e occasionali temporali, più diffusi e intensi su Liguria di Levante, arco alpino, Triveneto, Toscana e alto Lazio. Tempo più stabile, asciutto e per larghi tratti soleggiato al Sud, salvo velature di passaggio e locali addensamenti tra Molise e Campania.

TENDENZA WEEKEND: ITALIA METEOROLOGICAMENTE DIVISA IN DUE

Ciò che accadrà tra giovedì e venerdì aprirà probabilmente la strada ad un secondo e più intenso peggioramento al Nord e su parte del Centro nel corso del prossimo weekend. Alimentata da masse d’aria fredda di origine groenlandese, una vasta circolazione depressionaria tenderà infatti ad approfondirsi tra le Isole britanniche e la Francia, convogliando un flusso di correnti molto umide e instabili dai quadranti meridionali sull’Italia. Sotto la spinta di forti venti di Ostro, Libeccio e Scirocco, tra sabato e domenica precipitazioni a tratti anche intense potrebbero dunque coinvolgere il Nord e il versante tirrenico del Centro, con i massimi effetti ancora una volta su Liguria, alta Toscana, Alpi e Prealpi. Ai margini le estreme regioni meridionali e la Sicilia, che quantomeno in una prima fase potrebbero risentire di un deciso aumento delle temperature su valori estivi per l’arrivo di torride correnti di matrice nordafricana.

Articolo di Gerardo Giordano del 28 Settembre 2020 alle ore 11:54

Altri articoli di approfondimento e non solo...

Flash News

» Satelliti Meteo
» Mappe Meteo
» Radar Meteo
» Fulmini
» Terremoti

Scarica le App Meteo In Diretta

Le città più calde e più fredde in Italia

Oggi Venerdi 23 Ottobre
Le più Calde
Località T°C
Sassari 26°
Nuoro 26°
Foggia 25°
Oristano 25°
Palermo 25°
Matera 24°
Trapani 23°
Siracusa 23°
Cagliari 23°
Catanzaro 22°
Le più Fredde
Località T°C
Cuneo 12°
Biella 13°
Varese 14°
Novara 14°
Vercelli 14°
Asti 15°
Torino 15°
Como 15°
Belluno 15°
Bergamo 15°
Domani Sabato 24 Ottobre
Le più Calde
Località T°C
Agrigento 27°
Foggia 26°
Siracusa 25°
Matera 24°
Bari 24°
Ragusa 23°
Crotone 23°
Lecce 23°
Palermo 23°
Catania 23°
Le più Fredde
Località T°C
Aosta 17°
Arezzo 17°
Livorno 17°
L'aquila 18°
Perugia 18°
La Spezia 18°
Siena 18°
Belluno 18°
Biella 18°
Potenza 18°