Inizio terza decade di settembre: settimana perturbata con piogge e temperature autunnali dal weekend!

Inizia la terza decade di questo mese di settembre che ha fatto registrare temperature spesso al di sopra della media. Ma qualcosa è già cambiata, grazie ad una saccatura depressionaria che si estende sull’Europa occidentale e, seppur blanda, riesce ad innescare fenomeni di instabilità su buona parte d’Italia, anche di forte intensità. A risentirne sono soprattutto i settori alpini e appenninici ed in particolare il Nord-ovest. In Liguria un’area temporalesca sta risalendo dal Mar Ligure verso la costa dando luogo a rovesci e temporali tra Savonese e Genovese. Lo sprofondamento della saccatura atlantica sul comparto iberico innescherà sull’Italia un richiamo di aria calda nord africana che manterrà inizialmente le temperature su valori estivi al Sud, in attesa però di un calo termico che entro il weekend si manifesterà su tutta Italia a partire dalle regioni settentrionali per l’ingresso più deciso del flusso perturbato atlantico.

INIZIO SETTIMANA TURBOLENTO A CAUSA DELL’ARRIVO DI DIVERSI FRONTI ATLANTICI

METEO LUNEDI’ 21 Gli acquazzoni ora in atto su parte del Nord-ovest si intensificheranno in giornata e si estenderanno verso est e sconfineranno alla Val Padana, soprattutto in serata, quando fenomeni anche temporaleschi coinvolgeranno un po’ tutte le aree di pianura. Instabile anche in Liguria, specie sulle zone interne appenniniche, e sull’Appennino Emiliano, con fenomeni spesso temporaleschi soprattutto dal pomeriggio. Sulle regioni centrali l’instabilità già presente al mattino andrà intensificandosi in giornata sfociando in frequenti temporali che culmineranno sulle zone appenniniche tra Toscana, Marche ed Umbria, estendendosi dal versante tirrenico a quello adriatico, fino a sconfinare alle coste di Marche ed Abruzzo anche accompagnati da grandine, ma attenuandosi contemporaneamente sul versante tirrenico. Meglio al Sud con più sole, alternato però ad una certa variabilità diurna sulle zone appenniniche dove non mancheranno isolati focolai temporaleschi in locale sconfinamento alle coste dell’alta Puglia e Molise. Qualche fenomeno diurno anche sulle zone interne delle isole maggiori. Al momento un isolato temporale sta interessando l’area tra Lazio e Campania, e nelle prossime ore si spingerà verso l’area pugliese. Le temperature al momento sono in calo al Centro-Nord.

METEO MARTEDÌ 22 Tempo instabile al Nord e su parte delle regioni tirreniche centro-settentrionali con qualche fenomeno già al mattino. In giornata piogge e temporali in intensificazione al Nordovest con fenomeni su gran parte di Alpi e Val Padana centro-occidentale e Liguria, spesso temporaleschi, in graduale attenuazione in serata. Instabilità in aumento anche al Centro con piogge e temporali soprattutto sulle zone interne, anche forti nelle ore centrali del giorno, in sconfinamento alle coste sia tirreniche che adriatiche. Più soleggiato al Sud salvo qualche focolaio temporalesco diurno su Appennino e coste di Molise, Campania, alta Puglia e bassa Calabria. Spiccata variabilità sulle isole maggiori con qualche rovescio soprattutto nel pomeriggio. Temperature in calo al Nord e sulle tirreniche centro-settentrionali.

METEO MERCOLEDÌ 23 Ancora instabile al Nord, ma soprattutto nelle ore centrali in prossimità dei settori alpini ed appenninici, con altri temporali localmente forti. Qualche schiarita in più è attesa però sulle zone centrale della Val Padana. Instabile su ovest Sardegna e regioni tirreniche con piogge e temporali che culmineranno nel pomeriggio sulle zone interne peninsulari, qualche fenomeno in sconfinamento fin sulle coste adriatiche. Maggiori schiarite al Sud, salvo un po’ di variabilità sulle regioni tirreniche e sul nord della Sicilia con alcuni fenomeni sparsi.

2° PARTE DELLA SETTIMANA, IRROMPE L’AUTUNNO, MALTEMPO ANCHE AL SUD, FINE SETTIMANA FRESCO E PERTURBATO

La saccatura atlantica punterà verso il Mediterraneo centrale generando un vortice sull’Italia, responsabile di frequenti condizioni di instabilità con rovesci e temporali anche forti sulle aree tirreniche in estensione anche al Sud Italia nel corso del prossimo fine settimana. Le temperature caleranno vistosamente, dapprima al Nord, poi anche al Centro-Sud anche di 10/12°C. Possibile anche qualche nevicata sulle Alpi a quote relativamente basse.

Articolo di Gerardo Giordano del 21 Settembre 2020 alle ore 10:50

Altri articoli di approfondimento e non solo...

Flash News

» Satelliti Meteo
» Mappe Meteo
» Radar Meteo
» Fulmini
» Terremoti

Scarica le App Meteo In Diretta

Le città più calde e più fredde in Italia

Oggi Venerdi 23 Ottobre
Le più Calde
Località T°C
Sassari 26°
Nuoro 26°
Foggia 25°
Oristano 25°
Palermo 25°
Matera 24°
Trapani 23°
Siracusa 23°
Cagliari 23°
Catanzaro 22°
Le più Fredde
Località T°C
Cuneo 12°
Biella 13°
Varese 14°
Novara 14°
Vercelli 14°
Asti 15°
Torino 15°
Como 15°
Belluno 15°
Bergamo 15°
Domani Sabato 24 Ottobre
Le più Calde
Località T°C
Agrigento 27°
Foggia 26°
Siracusa 25°
Matera 24°
Bari 24°
Ragusa 23°
Crotone 23°
Lecce 23°
Palermo 23°
Catania 23°
Le più Fredde
Località T°C
Aosta 17°
Arezzo 17°
Livorno 17°
L'aquila 18°
Perugia 18°
La Spezia 18°
Siena 18°
Belluno 18°
Biella 18°
Potenza 18°