Settimana ancora poco estiva: temporali, aria fresca ma anche sole e brevi rialzi termici!

Inizia la nuova settimana ma soprattutto il nuovo mese, ma dell’alta pressione forte e duratura ancora non se ne vedono le tracce. Ad ora l’anticiclone tenta l’espansione almeno in parte sull’Italia, cercando di ripristinare condizioni di maggior stabilità. Tuttavia il progetto andrà solo parzialmente in porto, garantendo un tempo tendenzialmente più stabile e con temperature in ripresa, ma con alcune insidie sempre in agguato. Queste saranno rappresentate dalla formazione di alcuni rovesci nelle ore pomeridiane su parte delle zone di montagna.

METEO 1 GIUGNO- INIZIO ESTATE METEOROLOGICA
Al Nord ampie schiarite alternate ad addensamenti in intensificazione dal pomeriggio sulle zone alpine ed appenniniche, con qualche rovescio o temporale sui settori piemontesi occidentali, lombardi e tratti della Valle d’Aosta e Alto Adige, non esclusi locali fenomeni diurni anche tra Levante Ligure interno e Appennini Emiliano occidentale. Al Centro ampi rasserenamenti sul versante tirrenico, nubi sparse su quello adriatico, velature in arrivo sulla Sardegna. Al Sud variabile sulle regioni peninsulari con qualche rovescio o breve temporale su Calabria e Salento, in attenuazione in serata. Asciutto altrove con qualche schiarita in più.

METEO 2 GIUGNO Nord nubi sparse e schiarite con tendenza ad intensificazione dell’instabilità dal pomeriggio sulle zone di montagna e formazione di qualche rovescio o temporale su Piemonte occidentale, Prealpi lombardo-venete, Friuli e Appennino Emiliano. La sera locale sconfinamento dei fenomeni alle pianure lombardo-venete e dell’Emilia occidentale. Al Centro nubi sparse e schiarite anche ampie al mattino, nel pomeriggio formazione di annuvolamenti cumuliformi sulle zone interne con qualche rovescio o breve temporale lungo l’Appennino, in esaurimento in serata. Anche sulle zone interne della Sardegna è atteso qualche fenomeno diurno, in locale sconfinamento serale alla costa tirrenica. Al Sud poco nuvoloso con passaggio di alcune velature nel pomeriggio e formazione di alcuni annuvolamenti in più nelle ore diurne lungo le zone appenniniche, senza fenomeni di rilievo.

TEMPERATURE IN RIALZO – Le temperature subiranno un progressivo rialzo nei primissimi giorni del mese, in particolare martedì 2 giugno quando al Nord si potranno superare anche punte di 28-30°. Il clima si manterrà invece ancora relativamente più fresco sul medio versante adriatico e al Sud, sebbene con qualche grado in più rispetto alla settimana precedente.

ALTA PRESSIONE ANCORA DEBOLE, LE INSIDIE FRESCHE ED INSTABILI TORNANO PREPOTENTI SULL’ITALIA

L’alta pressione delle Azzorre non è ancora intenzionata a porre le sue radici sull’Europa centro-meridionale, anzi, rimarrà relegata in pieno Atlantico e lascerà il Vecchio Continente esposto ai flussi instabili provenienti dalle latitudini settentrionali. Dopo il Ponte del 2 giugno infatti correnti fredde in discesa dal Nord Europa punteranno il settore centrale dello scacchiere europeo, alimentando un’area di bassa pressione che condizionerà il tempo anche su parte d’Italia.

A farne le spese saranno inizialmente le zone alpine e quelle adiacenti, soggette già mercoledì 3 giugno allo sviluppo di rovesci e temporali culminanti nelle ore pomeridiane e serali, con parziale coinvolgimento delle adiacenti zone della Val Padana. Qualche fenomeno diurno atteso inoltre sull’Appennino centro-meridionale, anche se in forma più isolata, altrove tempo più soleggiato. Situazione in peggioramento giovedì 4 giugno, per l’approfondimento di un canale di bassa pressione che dal Nord Europa indirizzerà un fronte sull’Italia a partire dal Nord. Aumenteranno quindi le nubi con piogge e temporali che dalle Alpi si estenderanno a Liguria e Val Padana risultando localmente anche forti e tendenza a peggioramento fin su Toscana e Sardegna.

WEEKEND – Venerdì 5 giugno il fronte scivolerà verso sud determinando un peggioramento sulle regioni centro-meridionali, mentre il tempo inizierà a migliorare al Nord-ovest. E nel weekend nuove insidie sembrano puntare le regioni settentrionali, con altre piogge o temporali soprattutto sulle Alpi. In questo frangente le regioni centro-meridionali sembrerebbero però meno coinvolte dall’instabilità.

Articolo di Gerardo Giordano del 01 Giugno 2020 alle ore 11:47

Altri articoli di approfondimento e non solo...

Flash News

» Satelliti Meteo
» Mappe Meteo
» Radar Meteo
» Fulmini
» Terremoti

Scarica le App Meteo In Diretta

Le città più calde e più fredde in Italia

Oggi Sabato 11 Luglio
Le più Calde
Località T°C
Foggia 36°
Matera 34°
Nuoro 33°
Benevento 33°
Terni 32°
Macerata 32°
Ravenna 32°
Caserta 32°
Frosinone 32°
Latina 31°
Le più Fredde
Località T°C
Savona 24°
Aosta 24°
Belluno 24°
Vibo Valentia 25°
Genova 25°
Sondrio 25°
Livorno 25°
Cagliari 25°
La Spezia 26°
Ancona 26°
Domani Domenica 12 Luglio
Le più Calde
Località T°C
Caserta 34°
Grosseto 34°
Roma 33°
Ragusa 33°
Benevento 33°
Taranto 33°
Agrigento 32°
Sassari 32°
Enna 32°
Nuoro 32°
Le più Fredde
Località T°C
Belluno 21°
Biella 23°
Sondrio 23°
L'aquila 23°
Teramo 23°
Aosta 24°
Fermo 24°
Chieti 24°
Cuneo 24°
Varese 24°