Lockdown nel mondo: diminuisce anche il rumore sismico

Tempo di lettura: 2 minuti.

I ricercatori hanno scoperto che il blocco delle attività nel mondo sta riducendo i movimenti della crosta terrestre.

Un’altra importante lezione da imparare, secondo il sismologo Thomas Lecocq del Royal Observatory in Belgio, si sta mostrando per effetto delle restrizioni imposte dall’emergenza coronavirus: da quando il lockdown ha interessato gran parte del mondo, la Terra sta tremando di meno. Il rumore sismico, cioè il movimento prodotto dalle vibrazioni della crosta terrestre, sta effettivamente diminuendo, rendendo anche molto più semplice rilevare le onde sismiche.

Le vibrazioni prodotte dalle fabbriche, dai trasporti, ma anche dallo spostamento delle persone producono costantemente dei sussulti che influiscono sul movimento della crosta terrestre, che vengono rilevati da migliaia di misuratori di onde sismiche. Secondo le misurazioni fatte a Bruxelles, il rumore sismico è sceso tra il 30% e il 50% a metà del mese di marzo, periodo che coincideva con la chiusura di scuole e attività commerciali in tutto il paese. Normalmente, le stazioni di misurazione si trovano in aree più dislocate per non risentire dell’attività umana, ma quella di Bruxelles si trova in una zona solitamente affollata. Lecocq ha affermato che il livello di rumore nella città era paragonabile a quello normalmente osservato nel giorno di Natale.

Diversi sismologi hanno riscontrato riduzioni simili in altri paesi. La sismologa Paula Koelemeijer ha affermato che nel Regno Unito sono state rilevate riduzioni del rumore il mese scorso, immediatamente dopo il blocco delle attività. La stazione che ha registrato la riduzione maggiore si trova nel distretto finanziario della città, ha affermato.

La capacità di rilevare segnali sismici dalle stazioni più colpite dalle vibrazioni prodotte dall’attività umana, secondo Lecocq, è migliorata dal blocco dell’emergenza. “Ogni individuo pensa di essere solo a casa, ma tutti insieme stiamo facendo qualcosa di grande per l’ambiente sismico e probabilmente possiamo imparare una lezione per altre parti dell’ambiente”, ha affermato. “La ragione per cui siamo a casa è terrificante, ma in futuro, forse, un numero cruciale di persone cambierà le abitudini, evitando il pendolarismo in auto a occupazione singola”.

Lecocq sostiene che non vi siano prove del fatto che il blocco dell’attività umana possa ridurre la probabilità di terremoti, ma prevede ulteriori test per confermare la possibilità di ottenere misurazioni migliori dalla crosta terrestre. Secondo Andy Frassetto, sismologo a Washington DC, il prolungamento delle restrizioni nei prossimi mesi dovrebbe migliorare la capacità di rilevazione delle stazioni in città, permettendo di studiare meglio le scosse sismiche e le loro posizioni.

Articolo di Erika del 04 Aprile 2020 alle ore 12:23

Altri articoli di approfondimento e non solo...

Flash News

» Satelliti Meteo
» Mappe Meteo
» Radar Meteo
» Fulmini
» Terremoti

Scarica le App Meteo In Diretta

Le città più calde e più fredde in Italia

Oggi Venerdi 22 Gennaio
Le più Calde
Località T°C
Isernia 10°
Udine 10°
Pavia 10°
Lodi
Trento
Campobasso
Bolzano
Milano
Sondrio
Potenza
Le più Fredde
Località T°C
Gorizia 10°
Enna 10°
Nuoro 11°
Piacenza 11°
Brescia 11°
Rieti 11°
Avellino 11°
Arezzo 11°
Pordenone 11°
Cremona 12°
Domani Sabato 23 Gennaio
Le più Calde
Località T°C
Avellino 10°
Trieste 10°
Siena 10°
Cosenza 10°
Arezzo 10°
Terni 10°
Verona 10°
Milano 10°
Padova
Teramo
Le più Fredde
Località T°C
Lodi 10°
Enna 10°
Macerata 10°
Frosinone 10°
Chieti 10°
Pavia 10°
Fermo 10°
Vicenza 10°
Ascoli Piceno 10°
Rovigo 10°