Colpo di coda invernale da inizio settimana: freddo, venti forti e neve, quanto durerà?

In queste ore la massiccia irruzione di aria fredda dalla Russia in perfetto stile invernale è arrivata puntuale all’appello. Quella che si prospetta a iniziare da oggi sarà con ogni probabilità l’irruzione di aria fredda più intensa dell’intera stagione e il fatto che arrivi proprio in corrispondenza dell’equinozio di primavera è emblematico a conferma di un’anomalia che non intende minimamente fare marcia indietro. Tant’è che nei prossimi giorni avremo a che fare con temperature di gran lunga sotto le medie del periodo, venti forti che faranno aumentare la sensazione di freddo e precipitazioni nevose che non interesseranno solo montagne e colline, ma anche i settori di pianura e a tratti l’entroterra delle coste del medio Adriatico. Durerà alcuni giorni, probabilmente non ne usciremo prima di venerdì. Vediamo intanto in generale cosa dovremo aspettarci fino a mercoledì.

INIZIO SETTIMANA SUBITO PERTURBATO E CON CARATTERISTICHE DA PIENO INVERNO

Nubi sterili stanno interessando la Val Padana centro-occidentale, mentre prevale il sole sul resto del nord. Addensamenti sul versante adriatico con qualche pioggia sulle coste basso marchigiane ed abruzzesi e deboli nevicate sulle zone interne dell’Abruzzo dai 400m. Schiarite su gran parte delle regioni tirreniche salvo addensamenti sulle zone meridionali con piogge che si concentreranno tra Sicilia e Calabria anche con alcuni temporali, in attenuazione in serata, mentre la neve si abbasserà in Calabria fino a 700m. Temperature in generale diminuzione.

METEO MARTEDÌ 24 L’irruzione fredda invernale da nord-est entra nel vivo e darà luogo, oltre ad un sensibile abbassamento delle temperature, a tempo instabile sulle regioni adriatiche dalla Romagna alla Puglia, con piogge e nevicate a quote basse, mediamente dai 200/400m, ma a tratti anche in pianura sull’Abruzzo, localmente mista a pioggia fin sulla costa. Sconfinamenti dei fenomeni attesi su Umbria, Lazio più orientale, Campania interna e Basilicata. Qualche pioggia attesa inoltre sulle regioni ioniche e Sicilia, asciutto con maggiori schiarite sulle regioni tirreniche e al Nord salvo addensamenti e nevischio sulle Alpi piemontesi occidentali.

METEO MERCOLEDÌ 25 Aumentano le nubi anche al Nord, specie a ridosso delle Alpi centro-occidentali e sull’Appennino, con deboli nevicate dai 600/800m. Più instabile lungo l’Adriatico con piogge e rovesci, nevosi dai 200/400m ma a tratti anche in pianura nella prima parte della giornata tra Marche ed Abruzzo. Molto instabile al Sud con piogge e rovesci più frequenti su Sicilia e ioniche peninsulari e neve dai 600m sulle peninsulari, 1000m in Sicilia. Qualche pioggia in Sardegna con neve dai 600m. Temperature stabili, su valori molto inferiori alle medie.

Articolo di Gerardo Giordano del 23 Marzo 2020 alle ore 15:19

Altri articoli di approfondimento e non solo...

Flash News

» Satelliti Meteo
» Mappe Meteo
» Radar Meteo
» Fulmini
» Terremoti

Scarica le App Meteo In Diretta

Le città più calde e più fredde in Italia

Oggi Sabato 26 Settembre
Le più Calde
Località T°C
Aosta
Siracusa 25°
Catania 23°
Crotone 22°
Brindisi 22°
Bari 22°
Lecce 22°
Taranto 22°
Foggia 22°
Trapani 21°
Le più Fredde
Località T°C
Sondrio 13°
Potenza 13°
L'aquila 13°
Belluno 13°
Biella 14°
Varese 14°
Bolzano 15°
Cuneo 15°
Cosenza 15°
Campobasso 15°
Domani Domenica 27 Settembre
Le più Calde
Località T°C
Catania 26°
Siracusa 26°
Brindisi 24°
Taranto 24°
Lecce 23°
Foggia 23°
Bari 23°
Palermo 23°
Crotone 23°
Trapani 22°
Le più Fredde
Località T°C
Aosta 10°
Sondrio 11°
Belluno 13°
Biella 13°
Varese 14°
Lecco 14°
L'aquila 14°
Bolzano 15°
Como 15°
Bergamo 15°