Siccità anticipata per il Po, il livello delle acque è già come in estate

Il caldo anomalo e la mancanza di precipitazioni stanno contribuendo alla scarsità idrica, aggravata dall’assenza di neve sull’Appennino.

Il Po è già come in piena estate, avverte Coldiretti, con un livello idrometrico estremamente basso rispetto alla media stagionale. Nel Pavese, al Ponte della Becca, il fiume ha già raggiunto i 2-4 metri, livello che equivale a quello dello scorso agosto, mentre anomalie si registrano anche nei grandi laghi, che hanno percentuali di riempimento che vanno dal 25% di quello di Como al 28% dell’Iseo.

Le forti piogge autunnali non sono bastate, diversamente da quanto sperato, ad evitare quanto sta accadendo. “La totale assenza di precipitazioni nei mesi di gennaio e febbraio e la presenza di temperature più alte rispetto alla media stagionale hanno portato al peggioramento delle portate idrologiche dei corsi d’acqua”, spiega l’Autorità di bacino distrettuale del fiume Po (AbdP). A preoccupare è l’assenza di neve sull’Appennino, il cui scioglimento garantiva una portata significativa, e la possibilità che il livello idrometrico possa abbassarsi ulteriormente – fino al 20% circa – a causa della scarsità di precipitazioni prevista per il prossimo periodo.

L’allarme siccità interessa anche la Puglia, dove la disponibilità idrica è “addirittura dimezzata negli invasi rispetto allo scorso anno”, informa la Coldiretti. Le difficoltà nel centro sud hanno colpito anche l’Umbria, dove le piogge sono diminuite del 75% rispetto allo scorso anno, e la Basilicata, dove sono venuti a mancare 2/3 delle risorse idriche rispetto al 2019. Situazione critica anche nelle isole, con disagi dovuti alla scarsità idrica e alle alte temperature.

L’inverno in corso risulta anomalo per l’intera Penisola, con 1,65 gradi sopra la media storica. “Occorre velocemente provvedere alla realizzazione di un piano invasi che consenta di trattenere le acque quando stanno cadendo, per poi redistribuirle quando servono”, spiega il segretario dell’AbdP Meuccio Berselli a proposito della carenza idrica. Il 6 marzo sarà convocato l’osservatorio sulle crisi idriche per fare il punto della situazione, soprattutto in vista della stagione irrigua e di un maggiore richiesta di acqua.

Articolo di Erika del 22 Febbraio 2020 alle ore 16:00

Altri articoli di approfondimento e non solo...

Flash News

» Satelliti Meteo
» Mappe Meteo
» Radar Meteo
» Fulmini
» Terremoti

Scarica le App Meteo In Diretta

Le città più calde e più fredde in Italia

Oggi Mercoledi 01 Aprile
Le più Calde
Località T°C
Vicenza 10°
Lecce 10°
Bari 10°
Salerno 10°
La Spezia 10°
Vibo Valentia 10°
Imperia 10°
Udine 10°
Verona 10°
Bologna 10°
Le più Fredde
Località T°C
L'aquila
Parma 10°
Modena 10°
Rovigo 10°
Lodi 10°
Firenze 10°
Gorizia 10°
Brindisi 10°
Prato 10°
Padova 10°
Domani Giovedi 02 Aprile
Le più Calde
Località T°C
Teramo 10°
Pescara 10°
Macerata 10°
Fermo 10°
Isernia 10°
Sondrio
Chieti
Ancona
Belluno
Enna
Le più Fredde
Località T°C
Rimini 10°
Nuoro 10°
Genova 10°
Vibo Valentia 10°
Savona 10°
Perugia 11°
Ascoli Piceno 11°
Biella 11°
Rieti 11°
Livorno 11°