Analisi medio termine: “ottobrata” fino ad inizio della prossima settimana, poi perturbazione in vista!

Alta pressione protagonista sulla nostra Penisola fino ad inizio della prossima settimana con tempo stabile e temperature oltre la norma, specie nei valori massimi. Tra martedì 15 e mercoledì 16 perturbazione atlantica al centro-nord, poche le variazioni al sud…

La nostra Penisola risulta attualmente ben protetta da un campo di alta pressione di origine sub-tropicale, che sta regalando la classica “ottobrata” su tutta l’Italia con tempo stabile, cielo sereno o poco nuvoloso e ovviamente con totale assenza di precipitazioni. Le temperature risultano al di sopra della norma, soprattutto nei valori massimi. Da segnalare soltanto la formazione di qualche banco di nebbia nelle prime ore del mattino in Val Padana e localmente sulle aree pianeggianti e vallive del centro-sud. Ecco una cartina modellistica molto esplicativa riferita alla giornata di domani domenica 13 ottobre:

Configurazione barica, su scala europea, prevista per la giornata di domenica 13 ottobre 2019. GFS – Meteociel –

Tale scenario andrà avanti fino alla giornata di lunedì su tutta la nostra Penisola, seppur con qualche nube in più possibile al centro-nord, con qualche pioviggine non esclusa tra Toscana e Liguria per la giornata di lunedì. Tali nubi saranno da apripista all’ingresso di una perturbazione atlantica sul nostro centro-nord nelle giornate di martedì 15 e mercoledì 16, depressione che entrerà a causa dell’abbassamento di latitudine del flusso perturbato atlantico.

Sono attese piogge e rovesci temporaleschi, localmente anche di forte intensità, nella giornata di martedì ad iniziare dalle regioni del nord-ovest, in estensione poi anche al nord-est e tra le ore serali di martedì e la giornata di mercoledì avremo instabilità anche su parte del centro, soprattutto sulle regioni del versante tirrenico come Toscana, Umbria e Lazio. Le temperature saranno in calo di qualche grado al nord e al centro, complice il maltempo e l’aria in ingresso più fresca di origine nord-atlantica, saranno invece pressochè stazionarie al sud che non risentirà quasi per niente del passaggio perturbato atlantico di martedì 15 e mercoledì 16, a parte qualche nube in più sulle regioni tirreniche come Campania, Calabria tirrenica con qualche isolata precipitazione. Ecco qualche cartina modellistica al riguardo:

Configurazione barica, su scala europea, attesa per la giornata di martedì 15 ottobre. ICON – Meteociel –
Distribuzione termica a 850hpa (1450 mt) prevista per la giornata di mercoledì 16 ottobre. ICON – Meteociel –
Distribuzione delle precipitazioni prevista per le ore 11.00 di martedì 15 ottobre. ICON – Meteociel –

Distribuzione delle precipitazioni prevista per le ore 23.00 di mercoledì 16 ottobre. ICON – Meteociel –

Il tempo poi tenderebbe temporaneamente a migliorare a partire dalla giornata di giovedì 17, prima di un periodo più instabile e piovoso che potrebbe aprirsi dall’inizio della terza decade. Ci ritorneremo in maniera più dettagliata nei prossimi articoli. Restate connessi su Meteo in Diretta

Articolo di Alberto Fucci del 12 Ottobre 2019 alle ore 21:31

Altri articoli di approfondimento e non solo...

Flash News

» Satelliti Meteo
» Mappe Meteo
» Radar Meteo
» Fulmini
» Terremoti

Scarica le App Meteo In Diretta

Le città più calde e più fredde in Italia

Oggi Venerdi 22 Novembre
Le più Calde
Località T°C
Trento 10°
Bergamo 10°
Lecco 10°
Como 10°
Asti 10°
Vercelli
Novara
Sondrio
Belluno
Torino
Le più Fredde
Località T°C
Alessandria 10°
Milano 11°
Brescia 11°
Pavia 11°
L'aquila 11°
Lodi 12°
Potenza 12°
Verona 12°
Vicenza 12°
Piacenza 12°
Domani Sabato 23 Novembre
Le più Calde
Località T°C
Belluno 10°
Aosta 10°
Biella
Cuneo
Foggia 21°
Palermo 21°
Bari 20°
Pescara 20°
Trapani 19°
Rimini 19°
Le più Fredde
Località T°C
Sondrio 10°
Bolzano 10°
Varese 12°
Torino 12°
Trento 13°
Como 13°
L'aquila 13°
Lecco 13°
Novara 13°
Bergamo 13°