Ondata di calore nel Pacifico, paura per le alghe tossiche

Gli scienziati temono gli effetti distruttivi della “chiazza” di acqua calda, che nel 2014 uccise leoni marini e balene.

L’area nord-est dell’Oceano Pacifico, che bagna la costa occidentale del Nord America, si trova a ben 5 gradi Fahrenheit al di sopra delle normali temperature, fa sapere la National Oceanic and Atmosphere Administration (Noaa). Una rapida ed importante “ondata di calore” sta colpendo l’oceano in questi giorni ed è la seconda più grande registrata dal 1981, quando gli scienziati hanno iniziato a monitorare il fenomeno.

La cosiddetta “chiazza” di acqua calda sta preoccupando gli scienziati, che temonol’evoluzione distruttiva del fenomeno, come la fioritura di alghe tossiche che si verificò nel 2014 nella stessa area e che uccise numerosi leoni marini e balene a rischio. La sua persistenza in mare potrebbe anche oggi spingere gli animali verso le coste e rappresentare un serio pericolo per molte specie.


Le temperature oltre la media sono evidenziate in arancio e rosso. Foto: Noaa

Gli oceani hanno assorbito circa il 90% del calore in eccesso legato al riscaldamento globale, afferma Nate Mantua, ricercatrice Noaa in California. Un processo che va avanti da molti decenni ormai, ma che paragonato a tale fenomeno, sviluppatosi in soli tre mesi, è piuttosto lento. “Non mi è chiaro se esiste un semplice legame tra la persistenza di questo schema meteorologico e i cambiamenti climatici a lungo termine”, ha aggiunto Mantua. “Potrebbe esserci. È ancora un campo in evoluzione e ci sono molte domande aperte”.

Anche l’impatto sulla vita marina resta da chiarire, soprattutto a causa della scarsità delle apparecchiature di monitoraggio nelle aree colpite. Secondo Mantua, gli effetti del riscaldamento sono stati osservati nella distribuzione di alcune specie, come il tonno, che tendono ad avvicinarsi alle coste per evitare le acque più calde. Per ora il fenomeno sembra interessare i 50 metri più superficiali dell’oceano, ma una persistenza di oltre un anno potrebbe consentire al riscaldamento di penetrare più in profondità, spiega Mantua.

Articolo di Erika del 09 Settembre 2019 alle ore 18:08

Altri articoli di approfondimento

Parte l’autunno tra impulsi instabili e bel tempo: dove e quando pioverà in settimana?

Qualcosa nello spazio sta “uccidendo” intere galassie

Un lunedì con piogge e rovesci temporaleschi? Ecco dove!

In Australia l’acqua sta finendo, si avvicina il “Day Zero”

I migranti nel mondo sono 272 milioni e crescono più della popolazione globale

Tempesta tropicale Imelda: piogge eccezionali sul Texas

Una gigantesca nuvola di polvere ha causato un “boom” della vita sulla Terra

Fine settimana tra fine delle piogge, ritorno del sole e arrivo del maltempo!

Decreto Clima: dal 2020 incentivi per l’eco-sostenibile

Fronte freddo sull’Italia fino a venerdì: rovesci sparsi da nord a sud e calo termico!

Flash News

» Satelliti Meteo
» Mappe Meteo
» Radar Meteo
» Fulmini
» Terremoti

Scarica le App Meteo In Diretta

Le città più calde e più fredde in Italia

Oggi Lunedi 23 Settembre
Le più Calde
Località T°C
Siracusa 34°
Palermo 32°
Catania 31°
Foggia 31°
Lecce 30°
Matera 29°
Bari 28°
Brindisi 28°
Crotone 28°
Benevento 28°
Le più Fredde
Località T°C
Bolzano 18°
Aosta 18°
Trento 19°
Belluno 19°
Sondrio 19°
Gorizia 20°
Ancona 20°
Venezia 20°
Fermo 20°
Rimini 20°
Domani Martedi 24 Settembre
Le più Calde
Località T°C
Siracusa 30°
Catania 28°
Agrigento 28°
Ragusa 27°
Roma 26°
Taranto 26°
Latina 26°
Cagliari 26°
Palermo 26°
Caserta 26°
Le più Fredde
Località T°C
Fermo 20°
Belluno 20°
L'aquila 20°
Campobasso 20°
Sondrio 20°
Ancona 20°
Biella 20°
Macerata 20°
Savona 20°
Chieti 21°