Affondo Atlantico da Martedì, nuova fase instabile per il Centro Nord, calo termico ovunque

Il periodo estivo che stiamo vivendo da metà Giugno sembra voler accontentare sia chi vuole godersi qualche giorno al mare, sia chi deve restare in città per lavoro. Infatti, sopratutto nelle regioni del Centro-Nord, periodi caldi e afosi vengono spezzati continuamente da “break” instabili, che riportano le temperature su valori meno fastidiosi per l’organismo. Abbiamo assistito ad una sola settimana di calura ininterrotta agli inizi Giugno; da allora non vi sono state occasioni per il superamento dei 30°C sulle regioni Settentrionali. Per quanto riguarda il meridione, invece, l’avanzamento dell’Anticiclone Nord-Africano ha permesso nuovamente il raggiungimento di massime da estate inoltrata, sopra media, ma accettabili visto che ci troviamo ormai a Luglio.

Nel corso della prossima settimana una saccatura di origine Atlantica (colori gialli e tratto rosso nella mappa sottostante) si insidierà sul Nord-Europa, fino a lambire le Alpi.

Situazione prevista dal modello Americano GFS per il 9 Luglio

Situazione prevista dal modello Americano GFS per il prossimo 8 Luglio

Come spesso succede in questi casi, il campo di pressione al suolo sarà influenzato dall’aria fredda in arrivo, e si formeranno numerosi minimi isolati al Nord. La perturbazione influenzerà anche i campi in quota, dato che la discesa dell’aria instabile Atlantica favorirà la formazione di una goccia isolata proprio tra Balcani e Nord Italia.

Situazione prevista dal modello Americano GFS per il 10 Luglio

Situazione prevista dal modello Americano GFS per il 10 Luglio

Una dinamica di questo genere, che vediamo illustrata sinteticamente nell’interessante animazione che segue, potrebbe favorire il persistere di condizioni instabili sulle regioni del Centro Nord per molti giorni.

Animazione della pressione al suolo prevista

Animazione della pressione al suolo prevista. Notate l’impatto dell’aria instabile Atlantica da Nord-Ovest sulla barriera Alpina (aree grigie) e la successiva formazione di un minimo di bassa pressione sul versante meridionale delle Alpi.

A partire da mercoledì assisteremo quindi ad un primo peggioramento delle condizioni meteorologiche che interesserà dapprima le regioni del Nord Ovest, per poi estendersi a tutto il Nord e alle regioni del Centro nelle giornate di Mercoledì-Giovedì ed in parte Venerdì. Le temperature tenderanno a calare un po’ ovunque: al Nord si passerà dai 31-32°C di domani ai 24-25°C di Mercoledì e Giovedì, mentre al Sud il calo sarà più contenuto ma comunque avvertito. Al momento preferiamo trattenerci dal formulare una previsione dettagliata in quanto, data la particolare variabilità insita in una dinamica di questo tipo, l’errore commesso potrebbe risultare eccessivo. Nei prossimi giorni sapremo illustrarvi meglio l’evoluzione del peggioramento e le zone maggiormente interessate.

Articolo di Guido Cioni del 06 Luglio 2014 alle ore 15:57

Altri articoli di approfondimento e non solo...

Flash News

» Satelliti Meteo
» Mappe Meteo
» Radar Meteo
» Fulmini
» Terremoti

Scarica le App Meteo In Diretta

Le città più calde e più fredde in Italia

Oggi Venerdi 13 Dicembre
Le più Calde
Località T°C
Firenze 10°
Bologna 10°
Rieti 10°
Isernia 10°
Perugia
Arezzo
Campobasso
Modena
Prato
Pistoia
Le più Fredde
Località T°C
Genova 10°
Trieste 10°
Savona 11°
Siena 11°
Viterbo 11°
Macerata 11°
Avellino 11°
Ragusa 11°
Fermo 11°
Terni 11°
Domani Sabato 14 Dicembre
Le più Calde
Località T°C
Pavia 10°
Vicenza 10°
Pordenone 10°
Cosenza 10°
Rieti
Campobasso
Enna
Novara
Belluno
Rovigo
Le più Fredde
Località T°C
Aosta 10°
Lecco 10°
Verona 10°
Udine 11°
Gorizia 11°
Milano 11°
Mantova 11°
Varese 11°
Lodi 11°
Biella 11°