“Lacrime azzurre” in Cina, uno spettacolo (tossico) in crescita

Sebbene sia un’attrazione unica per milioni di turisti, la Noctiluca Scintillans rappresenta una minaccia per la vita marina.

Il fenomeno delle lacrime azzurre nel Mar Cinese Orientale continua ad attirare turisti in numero record, ma questo spettacolo “tossico” sta mettendo sempre più a rischio la vita marina. Lo dice uno studio pubblicato su Geophysical Research Letter da un team di ricercatori  di Cina, Taiwan e Florida, che avverte sulla pericolosità della diffusione di quest’alga marina, nonostante offra uno spettacolo visivo davvero unico.

Comunemente chiamata “lacrima di mare”, la Noctiluca Scintillans irradia un’intensa bioluminescenza quando i movimenti dell’acqua turbano il suo equilibrio, colorando il mare di un azzurro brillante. Milioni di turisti visitano ogni anno le coste cinesi e le isole Maitsu (Taiwan) per ammirare lo spettacolo notturno, ma si tratta di un fenomeno tutt’altro che magico, poiché questo plancton risulta tossico per la fauna marina.

Secondo il nuovo studio le fioriture di Noctiluca Scintillans, associate alle maree rosse, sono un fenomeno in crescita, che oltretutto ha iniziato a diffondersi in nuove aree diverse da quelle monitorate in precedenza. I risultati mostrano infatti che l’organismo non è riscontrabile solo nelle zone costiere, ma è in grado di sopravvivere anche a centinaia di chilometri dalla riva e in acque più calde. La maggiore diffusione è stata registrata dal 2013 in poi, con una fioritura prolungata nel 2017, dalla durata di 3 mesi circa.

Gli autori dello studio hanno avanzato l’ipotesi che la costruzione della diga delle Tre Gole in Cina potrebbe aver influenzato la crescita del fenomeno, in quanto la drastica riduzione della portata del fiume Yangtze imposta dalla realizzazione dell’imponente e criticata struttura – iniziata nel 1994 e finita nel 2006 – abbia modificato l’equilibrio marino. Secondo i ricercatori, il mancato sfocio del fiume nel Mar Cinese Orientale durante la costruzione ha causato una riduzione delle fioriture dal 2000 al 2003, ma ha comportato un eccessivo apporto di nutrienti e fertilizzanti in seguito, quando il percorso del fiume è stato ripristinato.

Sebbene non rappresentino una minaccia diretta per gli esseri umani, le lacrime di mare secernono ammoniaca, che a livelli elevati può rivelarsi fatale per la vita dell’oceano, perché esaurisce l’apporto di ossigeno nell’acqua.

Articolo di Erika del 18 Giugno 2019 alle ore 16:44

Altri articoli di approfondimento e non solo...

Flash News

» Satelliti Meteo
» Mappe Meteo
» Radar Meteo
» Fulmini
» Terremoti

Scarica le App Meteo In Diretta

Le città più calde e più fredde in Italia

Oggi Martedi 15 Ottobre
Le più Calde
Località T°C
Palermo 28°
Foggia 27°
Bologna 26°
Lecce 25°
Ferrara 25°
Benevento 25°
Modena 25°
Trapani 25°
Bari 25°
Firenze 25°
Le più Fredde
Località T°C
Aosta 15°
Biella 15°
Belluno 17°
Torino 17°
Sondrio 17°
Varese 18°
Lecco 19°
Pordenone 19°
Como 19°
Udine 19°
Domani Mercoledi 16 Ottobre
Le più Calde
Località T°C
Foggia 27°
Siracusa 25°
Benevento 25°
Agrigento 25°
Matera 24°
Palermo 24°
Lecce 24°
Taranto 24°
Roma 24°
Catania 24°
Le più Fredde
Località T°C
Biella 17°
Aosta 17°
Belluno 18°
Varese 18°
Sondrio 19°
Lecco 19°
Savona 19°
Cuneo 19°
Bergamo 19°
Torino 19°