Focus sulle nevicate previste al centro-sud tra stasera e martedì mattina!

Limite delle nevicate in netto calo fino a quote basse, tra la serata odierna e le prime ore mattutine di martedì sulle zone interne delle regioni centro-meridionali. Ecco nel dettaglio le ultime news…

ICON_GEOP.

Configurazione barica prevista per le ore serali di oggi lunedì 11 Marzo. ICON – Meteociel -

Una perturbazione nord-atlantica, accompagnata da aria fredda di origine polare-marittima, attraverserà la nostra Penisola dal pomeriggio odierno, provocando un nettissimo calo delle temperature rispetto ai valori decisamente oltre la norma dei giorni scorsi (per esempio anche 12-14°C in meno al centro-sud rispetto a giovedì scorso) e un notevole rinforzo della ventilazione dai quadranti nord-orientali, con raffiche massime anche prossime ai 90-100 km/h nelle ore notturne su martedì e mattino di martedì.  Sulle nostre regioni centro-meridionali avremo anche un ritorno dell’instabilità, segnatamente tra questa sera e ore mattutine di martedì con piogge e rovesci, localmente anche a carattere temporalesco. Il limite delle nevicate risulterà in calo fin verso le basse quote sulle zone interne dell’Italia centro-meridionale.

Le prime precipitazioni si registreranno tra il tardo pomeriggio e la primissima serata odierna a partire dalle regioni centrali con limite delle nevicate ubicato ancora a quote di montagna, oltre i 1200 mt. Tenderà ad affluire però abbastanza rapidamente l’aria fredda che farà calare di molto le isoterme a 850hpa (entrata di una -3/-4°C) e i geopotenziali a 500hpa. Avremo, inoltre, un minimo di bassa pressione che tenderà a spostarsi molto rapidamente dal basso Ionio all’Europa sud-orientale entro la giornata di martedì. Il limite delle nevicate sarà conseguenzialmente in discesa, andando a sostituire la pioggia sulle zone interne di tali regioni a partire dalle seguenti quote ed archi temporali :

       Nevicate, localmente anche sotto forma di rovescio, fin verso i 300-400 mt, entro la prima parte della notte su martedì su Marche, Abruzzo, Molise.

-        Nevicate, localmente anche sotto forma di rovescio, fin verso i 500-600 mt, nella seconda parte della notte, su Campania interna, Basilicata, Puglia settentrionale.

-        Nevicate, localmente anche sotto forma di rovescio, fin verso i 700-800 mt, nelle ore mattutine di martedì, sulla Calabria.

-        Nevicate, localmente anche sotto forma di rovescio, fin verso i 900-1000 mt, nelle ore mattutine di martedì, sulla Sicilia settentrionale.

Non si escludono, a tratti, alternati alla pioggia, momenti di neve coreografica o di acqua mista a neve a quote inferiori rispetto a quelle elencate, in caso di locali fenomeni più intensi e continui.

Andiamo a visionare gli accumuli nevosi previsti dal modello meteorologico ad alta risoluzione ICON tra la serata odierna e la mattinata di domani martedì 12 Marzo:

accumuli_nevosi_ICON

Gli accumuli nevosi previsti tra la serata odierna e la mattina di domani martedì 12 Marzo. ICON – Meteociel -

Notiamo che le regioni con i maggiori accumuli nevosi previsti sono l’Abruzzo e la Basilicata, ove potrebbero cadere, localmente, anche fino a 10-15 cm oltre i 600-700 mt. Qualche centimetro (5-7 cm) a partire da tali quote (oltre i 600-700 mt), possibile anche su Molise, Campania e a quote di  montagna su Calabria e Sicilia settentrionale.

Nel corso della giornata di martedì, specie dalle ore pomeridiane, il tempo migliorerà e le precipitazioni tenderanno a cessare un pò ovunque, ma farà ancora decisamente freddo, con temperature al di sotto della norma accompagnate da ventilazione nord-orientale ancora sostenuta.

Articolo di Alberto Fucci del 11 Marzo 2019 alle ore 12:38

Altri articoli di approfondimento

Fine settimana anticiclonico: tanto sole, temperature in lieve aumento, ma attenzione!

Freddo in arrivo? No, solo tanta incertezza…

Ascension Island diventa la più grande area marina protetta dell’Oceano Atlantico

Febbraio 2019 più caldo della norma sull’Italia, specie al centro-nord, con precipitazioni scarse!

Economia circolare: i vantaggi sono anche economici

Non è il pianeta che bisogna salvare, ma gli uomini

Perturbazioni con piogge e nubi fino a metà settimana, poi più caldo e sole!

Mangiare meno carne aiuta il pianeta e la salute. Ecco perché

Perché le aree desertiche del pianeta si trovano a determinate latitudini?

Clima: 10 cose che puoi fare ogni giorno per salvare l’ambiente

Flash News

» Satelliti Meteo
» Mappe Meteo
» Radar Meteo
» Fulmini
» Terremoti

Scarica le App Meteo In Diretta

Le città più calde e più fredde in Italia

Oggi Giovedi 21 Marzo
Le più Calde
Località T°C
Roma 21°
Latina 21°
Terni 19°
Grosseto 19°
Frosinone 19°
Viterbo 19°
Oristano 19°
Salerno 18°
Taranto 18°
Napoli 18°
Le più Fredde
Località T°C
Campobasso 10°
Cuneo 10°
Aosta 11°
L'aquila 11°
Ragusa 11°
Enna 12°
Ancona 12°
Rimini 12°
Isernia 12°
Biella 13°
Domani Venerdi 22 Marzo
Le più Calde
Località T°C
Grosseto 21°
Roma 21°
Terni 21°
Caserta 20°
Napoli 20°
Frosinone 20°
Latina 19°
Bolzano 19°
Lucca 19°
Benevento 19°
Le più Fredde
Località T°C
Enna 11°
Ancona 12°
Campobasso 13°
Ragusa 13°
Potenza 13°
Pescara 14°
Rimini 14°
Chieti 14°
L'aquila 14°
Fermo 14°