Rinnovabili: Italia troppo lontana dall’obiettivo europeo

Il timido aumento di energia pulita in Italia sembra essere dovuto soprattutto a condizioni climatiche favorevoli. Di questo passo si può aspirare a un massimo del 22% a fronte di un obiettivo europeo del 32%.

 

 

Secondo il rapporto Energia da fonti rinnovabili in Italia pubblicato dal Gse, l’apporto di energia da fonti rinnovabili nel Paese è lievemente aumentato nel 2017, raggiungendo il valore del 18,3% della quota complessiva. L’aumento interessa i trasporti, l’elettricità e il settore termico, dove si vedono i risultati migliori. Nel complesso si è parlato di una discreta performance, che però sembrerebbe frutto del caso piuttosto che di precise politiche industriali. Secondo il Gse, infatti, le prestazioni migliori sono legate ad una condizione climatica favorevole, che ha favorito la produzione fotovoltaica e un maggior consumo diretto di biomassa nel settore residenziale. Di contro, le scarse precipitazioni del 2017 hanno determinato una netta diminuzione della produzione di energia rinnovabile da fonti idriche.

È chiaro che affidarsi alle condizioni meteo non è la strada giusta per progredire nel settore delle rinnovabili, né tanto meno contrastare il cambiamento climatico. Il Gse afferma inoltre che negli ultimi cinque anni i consumi energetici soddisfatti da fonti rinnovabili sono cresciuti del 0,3% sulla media annua, ma allo stesso tempo si è assistito ad una diminuzione dei consumi stessi. Di questo passo nel 2030 l’Italia raggiungerebbe un obiettivo del 22%, piuttosto lontano dall’obiettivo europeo del 32% prefissato alla Cop24.

Articolo di Erika del 08 Febbraio 2019 alle ore 17:18

Altri articoli di approfondimento

Orso polare denutrito arriva in un villaggio lontano chilometri dal suo habitat

Attenzione venti di scirocco forti in arrivo a Pasquetta accompagnati da sabbia del deserto!

Lungo weekend pasquale inizia bene con sole e caldo, ma resisterà fino a Pasquetta?

Analisi meteo medio termine: weekend di Pasqua molto mite e soleggiato, peggiora a Pasquetta?

Aggiornamento Pasqua e Pasquetta: dura lotta tra vortice maltempo e stabilità!

Primavera in gran spolvero, salgono le temperature in Europa ed in Italia

L’inquinamento marino da plastica costa 2.500 miliardi di dollari all’anno

Gelate tardive in Europa: vitigni a rischio

Tendenza meteo Pasqua e Pasquetta: Italia divisa tra bel tempo e vortice, cosa accadrà?

Inondazioni devastanti in Iran, 77 morti e oltre 200.000 sfollati

Flash News

» Satelliti Meteo
» Mappe Meteo
» Radar Meteo
» Fulmini
» Terremoti

Scarica le App Meteo In Diretta

Le città più calde e più fredde in Italia

Oggi Domenica 21 Aprile
Le più Calde
Località T°C
Terni 24°
Grosseto 24°
Pisa 24°
Firenze 24°
Lucca 23°
Palermo 23°
Pistoia 23°
Prato 23°
Roma 23°
Caserta 22°
Le più Fredde
Località T°C
Enna 13°
Ancona 15°
Potenza 15°
Nuoro 15°
Ragusa 15°
Catanzaro 16°
Crotone 16°
Cagliari 16°
Aosta 16°
Catania 16°
Domani Lunedi 22 Aprile
Le più Calde
Località T°C
Palermo 27°
Grosseto 25°
Terni 25°
Trapani 24°
Roma 24°
Sassari 24°
Firenze 24°
La Spezia 23°
Pisa 23°
Lucca 23°
Le più Fredde
Località T°C
Potenza 11°
Cuneo 13°
Catanzaro 15°
Matera 15°
Ancona 15°
Fermo 15°
Crotone 15°
Cagliari 15°
Belluno 16°
Aosta 16°